Home > Domus Cultura, Domus Lusso > Villa del Balbianello, perla del Lago di Como

Villa del Balbianello, perla del Lago di Como

This slideshow requires JavaScript.

La villa del Balbianello è tra i tesori che il Lago di Como sa offrire: uno scrigno di bellezza, incastonato tra il lago e la costa, in una compenetrazione tra natura e paesaggio modellato dall’uomo. Si tratta di un bene di proprietá del FAI, il Fondo Ambiente Italiano, che lo ha reso visitabile al pubblico e ne cura le operazioni di manutenzione.
Il complesso si compone della villa, cui si puó accedere anche via lago, e dalla Loggia panoramica, in posizione piú elevata. La sua costruzione si fa risalire alla fine del Settecento, quando il cardinale Durini acquistó la penisola sulla quale si trova per realizzarvi una dimora per lo svago e la villeggiatura. Non si trattava di un luogo disabitato: giá cenobio benedettino fino al XVI secolo, si puó apprezzare la facciata della chiesa ancora oggi conservatasi. Nel 1797, dopo la morte del Cardinale, la villa divenne residenza di Luigi Porro Lambertenghi, che la trasformó in un luogo di ritrovo massonico. Fu poi venduta all’amico Giuseppe Arconati Visconti; egli invitava a soggiornarvi letterati e uomini di cultura come Berchet, Giusti e Manzoni. All’estinzione del casato la villa fu abbandonata per essere poi acquistata nel 1919 dall’americano Butler James, che cominció a restaurarne gli arredi. L’ultimo proprietario fu Guido Monzino, imprenditore milanese e appassionato viaggiatore che la rese un museo d’arte e di ricordi di viaggio. Fu lui a lasciarla in ereditá al FAI.
Luogo di fascino indiscutibile, la penisola di Lavedo, dove sono situate la villa e la Loggia, consente al visitatore di godere di un magnifico panorama sul Lago di Como, che in questo punto pare quasi un fiordo. Inoltre, il giardino è una perla di architettura del verde: progettato in senso ascensionale, ospita platani potati a candelabro, ricco glicine e edera rampicante. Le statue, che completano l’insieme, fanno intuire al visitatore la estrema cura del progetto, che si rivela un compromesso tra il giardino all’italiana e il parco alla francese. Tanti gli scorci fioriti, e, una curiositá, la Loggia è stata teatro delle riprese del film “Star Wars II: L’attacco dei cloni” : infatti, la famosa scena del bacio tra Anakin Skywalker e la regina Amidala è stata girata proprio in questo luogo paradisiaco.
Raggiungere la villa è possibile con diversi mezzi, in autobus (C 10) o macchina da Como, fermandosi a Lenno e poi procedendo a piedi per una ventina di minuti seguendo le indicazioni, o servendosi dei servizi di navigazione del Lago di Como.
Orari
apertura da metá marzo a metá novembre h 10-18
Aperto tutti i giorni tranne i lunedí e i mercoledí non festivi.  Fonte: villa del balbianello

Fonte: Noisymag

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: