Home > Ristoro e Prestigio > Azar, ristoro da mille e una notte

Azar, ristoro da mille e una notte

This slideshow requires JavaScript.

Questa volta ci spostiamo nell’incantevole terra dei sognatori, nel cuore di Marrakech nel quartiere Gueliz, dove per incanto è sorto l’Azar, questa meraviglia tra decori orientali e dettagli innovativi.
La sala ristorante é corredato da un design unico, nel quale si é accolti come se fossimo in un rifugio di Ali Baba, avvolti da mura meravigliose realizzate in gesso scolpito a mano, una sorta di “zellij” 3D, una vera e propria opera d’arte. Un ambiente elegante inondato di luce per desinare il pranzo, mentre si rivela più intimo per una serata particolare dove l’arredamento curato da Younes Duret funge da cornice meravigliosa di contorno.
Al suo interno é possibile trovare un angolo più riservato, situato su un soppalco, adatto per pranzi o cene di lavoro. Inoltre il ristorante é provvisto di un tavolo per la prima colazione di tipo take away dove é possibile degustare lo “Shawarma” classico  Kebab, e non solo… in quanto l’Azar offre anche un impeccabile servizio di catering.
La cucina é rigorosamente di tradizione marocchina e libanese e si ispira ai prodotti tipici del luogo dove quotidianamente chefs preparano pietanze con ingredienti di prima qualità, tra i quali il famoso Baklava, un dessert ricchissimo di zucchero, frutta secca e miele.
Spostandosi nell’angolo club del locale, nel quale é possibile accedere tramite un ascensore privato o direttamente dall’esterno del club, il quale si presenta molto diverso dal ristorante corredato dall’arredamento particolare composto da teste di cammello adibiti a trofei di caccia che sorridono, il locale assume un tono più ironico offrendo i suoi spazi come ritrovo di fan di artisti nel quale possono ascoltare musica live  o “flying-carpet” vicino il “Carossa”, il banco tradizionale dove é collocata la postazione del dj. Beh che dire un posto da sogno!
by Emilio Di Iorio

Advertisements
Categories: Ristoro e Prestigio Tags: ,
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: