Archive

Posts Tagged ‘Altaroma’

Altaroma, sfila la storia della moda

January 30, 2013 Leave a comment

alta-roma-2013Scrivo quest’articolo con una mano sola. Con l’altra preparo la valigia che dopo probabilmente dovrò darmi alla macchia.  L’argomento è la settimana della moda di Roma. Ops, scusate i 4 giorni. E’ che a me e alle mia amiche non hanno chiesto di sfilare con i nostri armadi, altrimenti riuscivano ad arrivare a 5.
Parenti stretti in fin di vita, stoffe ordinate che però non sono mai arrivate, d’altronde, le poste, si sa, attacchi di artrite fulminanti proprio mentre ci si apprestava a disegnare la collezione da presentare nella capitale. Gli esperti del settore sono già al lavoro per trovare scuse adeguate per il fugone dalla prossima edizione. Pochi i grandi nomi della moda che resistono e investono ancora sulla manifestazione. Quest’anno Gattinoni, che merita i punti fedeltà che nemmeno la signora Maria che va tutti i giorni alla Conad da 50 anni, Sarli, Curiel , Balestra hanno dato fiducia ad Altaroma e sono stati ricompensati da un pubblico entusiasta.
Un altro po’, però, e più che delle sfilate diventeranno i 4 giorni delle mostre della storia della moda. In pandance con i Fori Imperiali. L’anno prossimo una mostra verrà probabilmente dedicata anche alle foto delle mani degli stilisti nell’atto di disegnare un abito che poi vedremo sfilare. A Milano, ovviamente.
Che volete farci, fashion addicted mie, a Roma quando si tratta di cacio e pepe, dei caffè prima, durante e dopo le riunioni, del traffico del GRA, der colosseo&co. , di Totti che è uno di noi, non ci batte nessuno, ma sulla moda…
Le sfilate di Altaroma si tengono per la maggior parte nel suggestivo complesso di Santo Spirito in Sassia, nel centro di Roma, che nel linguaggio fashion è quel posto che si identifica con il claim “liberate quel tacco dal sampietrino”.
Una cosa bisogna riconoscerla, assistere a una sfilata nelle sale del Santo Spirito ha qualcosa di magico, sempre che tu finalmente riesca a sederti, perché file numerate, con i numeri in ordine crescente, ma non si sa né come né perché finisce sempre che a Peter Pan gli è scomparsa l’isola e a te il posto a sedere.
E poi finalmente arriva il momento in cui le luci si abbassano, sfilano via la pellicola dalla passerella, parte la musica, i riflettori si accendono e se chiudi gli occhi sembra quasi di stare a Bryant Park. Poi gli riapri, vedi sfilare gli abiti con il velo trasparente color carne in mezzo a un tripudio di chiffon e pietre e…. no. Stai a Roma. Decisamente. O sul set di Beautiful, ad assistere a una sfilata della Forrester Creations.
Passiamo adesso alle donne che le sfilate vanno a guardarle. Tanto ormai, visto che devo darmi alla macchia. A Roma c’è o il mood notte di San Silvestro quella di quando avevamo quindici anni, anche se è l’aperitivo infrasettimanale, o quello “arrivo vergine al matrimonio”. Poi però… alle sfilate che fai, non ti approcci con il fashion? E vai con l’improbabile di quelle che la moda è un vestito griffato comprato in un negozio esclusivo e poi crisi di nervi galoppante se sei di Roma Nord e hai le stesse scarpe di una di Roma Sud.  La moda è personalità.  E quella non si compra.
A proposito, ieri andando a una sfilata ho trovato un tacco incastrato in un sampietrino. Sembrava proprio quello di Altaroma. Speriamo riesca ad andare quanto prima da un calzolaio. Così si rialza.
Ok, fuggo. Non cercatemi a Lisbona. (Valeria Carola)

Fonte: VM-Mag

Categories: Lux-Visions Tags:

Altaroma, fashion week romana nella sua XX edizione

January 28, 2013 Leave a comment

Alta-Roma-Cover1Ha preso il via la scorsa settimana – il 26 gennaio – e chiuderà domani 29 gennario, Altaroma, la  fashion week romana nella sua XX edizione nel complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia. L’artista chiamato a rappresentare la fashion week è  Eric Baingbridge, con un’edizione all’insegna delle start up nel mondo della moda e l’artigianato del made in Italy. Saranno presenti le grandi maisons come: Sarli, Curiel, Gattinoni, Balestra, Jack Guisso, Glamour di  Nino Lettieri, Gianni Molaro, Camillo Bona  e Giada Curti . Nell’ottica di celebrare il legame tra tradizione e innovazione, creatività e rispetto per il patrimonio culturale,  Louis Vuitton apre a Roma, in piazza San Lorenzo in Lucina, la Maison Etoile: il primo negozio  Vuitton in Italia presente in uno spazio culturale, sede originaria di una delle più antiche sale cinematografiche romane. Dal 29 gennaio lo spazio sarà aperto al pubblico, che potrà visitare anche  un’esclusiva esposizione di bauli da viaggio special order appartenuti a star del cinema. Tra gli altri progetti in presentazione, spiccano quelli di Tony Ward e Abed Mahfouz; inoltre, “ROOM SERVICE”,  creato per presentare una selezione di collezioni Made in Italy, personalizzabili con  servizi di made – to – measure e made – to – order; LIMITED/UNLIMITED”  un progetto  ideato da Silvia Venturini Fendi, che rappresenta la nuova anima di Altaroma per promuovere la luxury niche che a Roma ha il suo heritage nell’alto artigianato. Il progetto speciale “RE/EDITION”: un viaggio lungo 50 anni di moda: otto capi per otto diverse ispirazioni. “MADE IN  W.I.O.N”, l’acronimo che rappresenta il progetto Who is on Next?  ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia e considerato dalla fashion community come uno tra i più autorevoli concorsi per la scoperta di nuovi talenti che producono in Italia da proporre sul mercato mondiale. (dall’inviata Melania Perri)

Fonte: VM-Mag

Categories: Life-News Tags: