Archive

Posts Tagged ‘Christophe Claret’

Christophe Claret Adagio Blue [Limited Edition], tribute to watchmaking traditions

This slideshow requires JavaScript.

A classic model giving pride of place to watchmaking traditions in terms of both its mechanism and its design, this exceptional watch is equipped with Calibre SLB88, naturally created entirely in house and composed of 455 parts. The Adagio features central hour and minute hands, small seconds at 9 o’clock in a window or subdial, depending on the versions; along with a large date at 6 o’clock and a dual time-zone (hours and minutes) display complete with day/night indication in a subdial at 2 o’clock.
In tribute to his Manufacture’s first calibre introduced over 20 years ago, Christophe Claret wanted to equip this timepiece with a minute repeater, a particularly intricate fine watchmaking complication that has become one of the great specialities of the Manufacture. Striking the hours, quarters and minutes on demand, the “cathedral gongs” of the striking mechanism are fitted with a patented device preventing them from knocking against each other when they vibrate under the hammer strikes. The equally patented large date display features an unprecedented construction. The large date is a calibre widely used on the market. To stand out from the crowd, Christophe Claret developed a dedicated mechanism that corresponds to none of the many existing patents, consisting of a mechanism that is reliable, accurate and simple to assemble. The patent relates to a system that avoids the discs becoming desynchronised in case of impacts.

Dopo il DualTow nato nel 2009, arriva il nuovo orologio Adagio un concentrato di tutto il know-how della Manifattura di Christophe Claret. Questo segnatempo con ripetizione minuti, grande data e GMT annuncia altre sorprese per Baselworld 2011!
Christophe Claret Adagio
Tutti i modelli sono inoltre forniti con cinturino in alligatore e limitati ad otto esemplari per versione di quadrante e cassa. Appena svelato, questo segnatempo ne preannuncia gia? altri. Christophe Claret promette infatti una grossa sorpresa in occasione del Salone Mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria, Baselworld 2011. Appuntamento quindi a Basilea, dal 24 al 31 marzo, Padiglione Palace, stand P05.
MOVIMENTO SLB88
Diametro: 34 mm
Numero di componenti: 455
Numero di rubini: 46
Riserva di carica: circa 48 ore
Funzioni: ore e i minuti centrali, i secondi a ore 9 su quadrante o tramite finestrella, grande data a ore 6, ora del secondo fuso orario con indicazione giorno/notte su quadrante a ore 2
Suona a richiesta (timbro cattedrale):

  • ore (suono grave)
  • i quarti (suoni gravi e acuti)
  • i minuti (suono acuto)

Christophe Claret Adagio – retro
DESIGN ESTERNO
Cassa: disponibile in oro bianco 18 ct., oro rosa 18 ct. o platino
Diametro: 44 mm
Impermeabilità: 30 m (3 ATM)
Quadrante: 3 versioni: guilloche? a mano, con pietre semipreziose (lapislazzuli, onice nera, rubini, giada, opale, ecc.), in oro rodiato antracite
Cinturino: in alligatore
Numero esemplari: edizione limitata a otto esemplari per versione di quadrante e cassa
Prezzo al pubblico in franchi svizzeri
268.000,00 per gli esemplari in oro rosa e oro bianco
318.000,00 per gli esemplari in platino

Categories: Lux-Man, Lux-Woman Tags:

Christophe Claret Adagio [Limited Edition], tribute the second model

September 6, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

The second model from the Christophe Claret brand
Following the DualTow introduced in 2009, the Adagio definitively establishes Christophe Claret among the most prestigious names in Swiss watchmaking. A compendium of the skills cultivated by the Manufacture Christophe Claret – a famous movement-maker under the same name – this minute repeater, large date and GMT model also heralds further surprises to be unveiled at Baselworld 2011!
An exceptional demonstration of the know-how of the Christophe Claret movement manufacturer, the DualTow watch released in 2009 set the crowning touch to twenty years of passion and innovation in the service of the most prestigious brands. Created as an anniversary model – in a range of 68 different and thus unique models – this single-pusher planetary-gear chronograph with striking mechanism and tourbillon was to experience a swift change of destiny. By revealing his watchmaking talents to the public at large, Christophe Claret was unexpectedly propelled to the centre of the watch industry stage. Hailed by collectors and connoisseurs the world over who recognised his distinctive “signature”, this model generated a desire for more, which is the driving force behind any new creations. “Some of them already owned watches equipped with a Claret movement without realising it”, explains the watchmaker. “The DualTow enabled them to discover my work.”
Now firmly in the spotlight and acknowledged as a creator of complete watches and not only watch movements, Christophe Claret simultaneously triggered a phenomenon with which virtuosos are well acquainted but which he had not anticipated: the hope to see him “play it again”. Faced with the eager anticipation expressed by his admirers, the decision to officially establish the Christophe Claret brand was the obvious next step. The DualTow thus switched status from “anniversary creation” to founding model.
Like a builder pursuing a single-minded mission, firmly establishing its name among the ranks of fine watchmaking brands, Christophe Claret is now presenting its second collection, named Adagio. A classic model giving pride of place to watchmaking traditions in terms of both its mechanism and its exterior, this exceptional watch is equipped with Calibre SLB88, naturally created entirely in house and composed of 455 parts. The Adagio features central hour and minute hands, small seconds at 9 o’clock in a window or subdial, depending on the versions; along with a large date at 6 o’clock and a dual time-zone (hours and minutes) display complete with day/night indication in a subdial at 2 o’clock.
In tribute to his Manufacture’s first calibre introduced over 20 years ago, Christophe Claret wanted to equip this timepiece with a minute repeater, a particularly intricate fine watchmaking complication that has become one of the great specialities of the Manufacture. Striking the hours, quarters and minutes on demand, the “cathedral gongs” of the striking mechanism are fitted with a patented device preventing them from knocking against each other when they vibrate under the hammer blows. The equally patented large date display features an unprecedented construction. This 34 mm-diameter movement is adorned with finely decorated bridges and endowed with a 48-hour power reserve. The crown is also equipped with a security system: when the mainspring is fully wound, a mechanism disconnects the winding stem so as to avoid any potential damage due to excessive tension.
Such a mechanical gem naturally deserved the perfect stage-setting. Available in three colours – rose gold, white gold or platinum – the 44 mm case is water-resistant to 30 metres. It is fitted with two pushers at 2 and 4 o’clock to adjust the large date and dual time-zone displays, as well as a slide-piece controlling the striking mechanism at 9 o’clock. Meanwhile, the dial comes in a choice of three versions. The first highlights the ancestral art of guilloché-work or engine-turning on gold – white gold in this particular case – elegantly enhanced by the blued hour, minute, seconds, and dual time-zone hands. The second is adorned with gemstones such as black onyx, ruby, jade, opal or lapis lazuli. And finally, the third features a rhodiumed anthracite gold base punctuated by stamped dials, creating a three-dimensional effect. All models are supplied with an alligator leather strap and issued in limited edition of eight per dial and case version.
This newly unveiled timepiece heralds others still to come, and Christophe Claret is promising a major surprise that will be revealed from March 24th to 31st at the brand’s P905 booth in the Palace Hall of the Baselworld 2011 World Watch and Jewellery Show.

Movement – SLB88. Diameter 34 mm. Number of parts 455. Number of jewels 46. Power reserve – approx. 48 hours.
Functions – The Adagio watch with hour, quarter and minute repeater, large date and GMT indicates
– Central hours and minutes, seconds at 9 o’clock in a dial or through a window.
– The large date at 6 o’clock.
– The time in a second time-zone with day/night indication in a subdial at 2 o’clock and strikes on demand (cathedral chime)
– Hours (low-pitched tone).
– Quarter-hours (alternating low- and high-pitched tones).
– Minutes (high-pitched tone).
Case – Available in 18K white gold, rose gold or platinum. Diameter 44 mm. Water-resistance of the case – 30 m (3 ATM).
Dial – 3 versions: hand-guilloché; gemstone (lapislazuli, black onyx, ruby, jade, opal..); or rhodiumed anthracite gold.
Strap – Alligator leather.
Number of watches – Limited edition of eight per dial and case version.

Source: Christophe Claret

Fonte: Luxury & Fine Timepieces – Facebook

Categories: Lux-Man Tags:

Christophe Claret 21 Blackjack, alta orologeria in edizione limitata

This slideshow requires JavaScript.

Dopo oltre 20 anni di esperienza al servizio delle marche più prestigiose, Christophe Claret ha deciso nel 2009 di realizzare orologi con il suo marchio. Dopo il Dual Tow e l’Adagio, il terzo modello di questa giovane marca è sbalorditivo! Vero e proprio casinò in miniatura, il 21 Blackjack offre ben tre giochi: i dadi, la roulette e le carte. Un vero gioco di lusso per bambini cresciuti, che spalanca all’Alta Orologeria le porte di un mondo quasi del tutto ignorato fino ad oggi: l’orologio ludico e interattivo. Un universo che Christophe Claret e il giovane team che guida la marca intendono esplorare, per la gioia degli amanti di un’orologeria fuori dal comune.

Mai prima d’ora una giovane marca aveva dato una tale dimostrazione di savoir-faire ! Dopo il successo del DualTow – primo modello della marca lanciato nel 2009 – e l’incredibile accoglienza riservata all’Adagio – secondo modello presentato a Ginevra nel gennaio 2011 – Christophe Claret sfodera l’asso nella manica con la sua terza creazione: il 21 Blackjack. Vero e proprio casinò in miniatura, unisce le grandi complicazioni all’universo del gioco, inaugurando un nuovo paradigma dell’orologeria: l’orologio interattivo. Il DualTow offriva già un favoloso spettacolo in 3D; con il 21 Blackjack, Christophe Claret proietta l’appassionato esperto nella quarta dimensione! Alla trasparenza, al rilievo e allo scorrere del tempo, si aggiungono infatti le emozioni suscitate dal blackjack, dalla roulette e dai dadi. Un gioco di lusso destinato ai fan di un’orologeria senza complessi.

Alta Orologeria interattiva

Il segreto dell’incontestabile maestria della marca Christophe Claret risiede nella sua grande esperienza orologiera. Da ormai oltre 20 anni, la società Christophe Claret progetta, sviluppa e produce movimenti di alta orologeria per le più prestigiose marche orologiere. Un’attività che il fondatore porterà avanti sicuramente, ma alla guida di una società ribattezzata per maggiore chiarezza La Manufacture Claret. “Ho la cassaforte piena di progetti orologieri che aspettano solo di essere concretizzati”, afferma l’inventore. La marca Christophe Claret, da parte sua, riunisce attorno a sé un team giovane e dinamico, totalmente dedito al successo della sua strategia: intraprendere un cammino mai percorso da nessuno prima d’ora, l’Alta Orologeria ludica.

Il 21 Blackjack è la prima mossa, quella vincente! Non è sicuramente con false promesse che può essere bluffato l’amante della bella meccanica. Se rimane senza fiato, è perché ha di fronte a sé la nota inventiva di Christophe Claret, che gli propone ben tre giochi da casinò. Iniziamo con i dadi: collocati in una gabbia alle ore 4, visibile attraverso una finestra laterale nella carrure, due dadi in miniatura da 1,5 mm di lato – ma perfettamente leggibili – propongono il più antico dei giochi d’azzardo. Lanciati nelle loro minuscola capsula, consentono ad esempio di giocare a Craps, da soli o in compagnia.

« Rien ne va plus! »

Proseguiamo con la roulette: sul retro dell’orologio, la massa oscillante – visibile attraverso un vetro zaffiro con trattamento antiriflesso assume le sembianze di disco girevole. Una volta avviato con uno o due movimenti ondulatori, gira per qualche istante prima di fermarsi. « Faites vos jeux ! Les jeux sont faits! Rien ne va plus! » Qui però non c’è la pallina ma una freccia applicata sulla massa oscillante, che indica uno dei 37 numeri – da 0 a 36 – collocati su un anello interno. « Huit, noir, pair et manque! » Il vostro numero fortunato? Se lo fosse, sarebbe stato inserito di fronte ad uno smeraldo verde incastonato sul fondo, utilizzando una chiave speciale. Una personalizzazione molto apprezzata da chi crede nel suo “Lucky Number”. La superstizione ha le sue ragioni, che la ragione non conosce…

Ma queste non sono altro che ludiche distrazioni davanti al re dei giochi di carte: il blackjack. Nato in Francia nel XVIII secolo con il nome di “21″, consiste nel realizzare con le carte 21 punti o nell’avvicinarsi il più possibile a questo numero. Oltrepassato questo limite, il giocatore “sballa”. Per il banco valgono le stesse regole. Il vincitore ritira la puntata. Introdotto successivamente negli Stati Uniti, il “21″ non riscuote grande successo. Per rendere il gioco più interessante, si inventano i bonus. Tra questi, il Fante nero, ossia il “black jack”, paga 10 a 1! Oggi, il bonus è scomparso ma il nome è rimasto.

Il banco distribuisce le carte: inizia dando una carta scoperta al giocatore, una carta scoperta al banco e poi un’altra carta scoperta al giocatore. A questo punto, il giocatore decide o di chiedere una terza carta- “Hit” in inglese – o di fermarsi- “Stand”. Può chiedere quante carte vuole prima di fermarsi con il rischio ovviamente di sballare. Una volta servito il giocatore, il banco inizia a giocare seguendo una regola semplice e prestabilita: “Il banco chiede carta a 16 e sta a 17″ – “Dealer must draw on 16 and stand on all 17 “. Anche il banco può sballare.

Un orologio casinò

Nessuno prima d’ora aveva avuto l’idea né la capacità di trasferire questo complesso gioco di carte su un orologio automatico. Sulla sezione inferiore del quadrante – tra le 3 e le 9 – compaiono nelle finestrelle le quattro carte del giocatore. Due sono scoperte, le altre due sono nascoste da alette. Nella parte superiore del quadrante ci sono altre tre finestrelle per le carte del banco. Una è scoperta mentre le altre due sono nascoste da alette.

Giocare è semplicissimo! Un pulsante alle ore 9 aziona una molla che avvia simultaneamente i sette dischi su cui sono stampate le carte. In oro massiccio per un peso ed un’inerzia ideali, ognuno di questi dischi è collocato su un doppio cuscinetto a sfere in ceramica. Dopo qualche secondo, alcuni scatti li arrestano a caso. Estremamente sottili, i simboli e i numeri sono ottenuti mediante applicazioni successive che richiedono un passaggio al forno per ogni colore.

Una suoneria per ogni Hit

In questa fase del gioco, ci sono tre carte scoperte: due appartengono al giocatore e una al banco. Il seguito è una chicca. Se il giocatore chiama una carta, preme il pulsante alle ore 8, che reca incisa la parola “player”. Si apre allora l’aletta di una delle sue carte e contemporaneamente – suprema raffinatezza – risuona la nota di una suoneria che simboleggia la chiamata della carta, “Hit”. Ogni volta che il giocatore o il banco faranno sollevare un’aletta, la nota risuonerà. Il martello e il timbro del meccanismo della suoneria si possono ammirare da una finestra laterale situata alle ore 2.

Quando il giocatore è servito, il banco può iniziare a giocare, sempre secondo la regola ferrea del “Dealer must draw on 16 and stand on all 17″; questa frase del resto è scritta a chiare lettere su una placchetta collocata sul quadrante di una delle versioni del 21 Blackjack! Per giocare, il banco preme il pulsante alle ore 10 con la scritta “dealer”, fino a che non si apriranno una o due alette. A questo punto non rimane altro che contare i punti e vedere chi ha vinto. Il banco dispone di circa 216 combinazioni di carte diverse; il giocatore di non meno di 4096; in tutto si possono visualizzare 884.736 possibilità di vincere o perdere.

Un orologio automatico di tale complessità non poteva che essere equipaggiato da un movimento fuori dal comune. Costituito da 501 componenti, il calibro di manifattura BLJ08 a carica automatica, con certificazione cronometrica COSC, dispone di due bariletti per una riserva di carica di circa 72 ore. Oltre ai vari giochi di casinò e alla suoneria, presenta le funzioni di ore e minuti. Per una precisione estrema, il suo cuore batte a 4 hertz – ossia 28.800 alternaze all’ora.

Un futuro ricco di promesse

Alle ore 3, tra le due finestre laterali, la corona in titanio è impreziosita da un cabochon in ceramica o rubino con inciso il nuovo logo Christophe Claret. Il quadrante, a seconda delle versioni in onice nero o in titanio e zaffiro fumé con piastra decorata con motivi legati al mondo del casinò (giochi di carte, Las Vegas o Jolly), fa da scrigno alle lancette in PVD nero/rubini o ceramica. Il cinturino in alligatore nero è dotato di un sistema di fissaggio a due viti – sviluppato dal team di Christophe Claret – che evita di danneggiare la cassa ad ogni manipolazione. Impermeabile fino a 3 atmosfere (30 metri), anche la cassa è disponibile in diverse versioni: oro bianco e titanio grado 5 PVD nero; oro rosa e titanio grado 5 PVD nero; platino e titanio grado 5 PVD nero; titanio grado 5 PVD nero o titanio grado 5 grigio. Ogni versione sarà limitata a 21 esemplari al massimo.

Destinato ad una clientela di appassionati esperti e di collezionisti, il 21 Blackjack lascia ben sperare per un futuro ricco di promesse. Creatore orologiaio indipendente, Claret conta di sorprendere ancora in futuro proponendo orologi in quattro dimensioni. Per nulla secondario, questo concetto rivela un territorio espressivo ancora praticamente inesplorato. In questo universo, l’Alta Orologeria non si accontenta di essere ammirata passivamente ma offre sensazioni ed emozioni ancora ignote, suscitate attivamente da una meccanica ludica. Gli orologi Christophe Claret promettono di essere dei “toys for boys”!

Movimento – Meccanico a carica automatica, calibro BLJ08, doppio bariletto, 501 componenti, 40 rubini e 7 doppi cuscinetti a sfera in ceramica, 28.800 Alternanze/ora, 4 Hz, riserva di carica di circa 72 ore.

Funzioni – Ore, minuti, 3 giochi: blackjack con suoneria, roulette e dadi.

Cassa – Oro bianco e titanio grado 5 PVD nero ; oro rosa e titanio grado 5 PVD nero ; platino e titanio grado 5 PVD nero; titanio grado 5 PVD nero o titanio grado 5 grigio. Diametro: 45 mm. Due finestre laterali, una che svela il martello della suoneria con il suo timbro e l’altra che svela due dadi. Corone in titanio o titanio/oro. Impermeabilità 30 ATM (30m).

Quadrante – In titanio e zaffiro fumé e placca decorata con motivi legati al mondo del casinò (giochi di carte, Las Vegas o Jolly) o quadrante in onice nero. Lancette in PVD nero/rubini o oro/ceramica. Parte anteriore: 3 finestrelle per il banco, di cui 2 sono azionate da un pulsante alle ore 10 con suoneria; 4 finestrelle per il giocatore, di cui 3 sono azionate da un pulsante alle ore 8 con suoneria. Parte posteriore: roulette in 3D che ruota con il movimento dell’orologio.

Cinturino – Alligatore nero dotato di un sistema di fisssaggio a due viti che evita di danneggiare la cassa.

Fonte: Luxury & Fine Timepieces – Facebook

Categories: Lux-Man Tags: