Archive

Posts Tagged ‘Haglofs’

Skiing, andare fuori pista equipaggiamento e consigli

February 1, 2012 Leave a comment

Chi ama sciare e ha provato almeno una volta nella vita ad andare veramente in fuori pista e provare l’ebrezza della neve fresca allora da quel momento avrà incominciato ad essere più in mezzo ai boschi che all’altra gente che scia. Io stesso amo andare nei fuori pista tranquilli, in sicurezza, giusto per stare lontano dall’ammasso di gente che scia (che forse è più pericoloso) e per provare una sensazione di libertà sconfinata. Come ho detto, mi piace andare fuori pista in sicurezza, ecco dunque tutto l’equipaggiamento da avere assolutamente e i vari consigli che, seppur nella mia brevissima esperienza, ho appreso.
Introduzione
Una volta che avete acquisito un po’ di esperienza a sciare, allora vi consiglio vivamente di provare ad andare fuori pista. Andare fuori pista è un modo per:
Divertirsi ancora di più sulla neve
Affinare la propria tecnica, dal momento che andare fuori pista richiede accorgimenti che si riescono a mettere in atto solo dopo aver acquisito un buon livello per sciare
Faticare molto di più che sulle piste normali, questo fa parte del divertimento!
Sciare in mezzo ad alberi e magari anche piccoli animali e dunque senza gente intorno
Provare un senso di libertà unico
Andare fuori pista però non è una cosa da fare “a caso”, “quando capita”. Se non siete mai andati fuori pista, dovete capire che si tratta di un’esperienza completamente diversa dallo sciare in pista e che bisogna sapere alcune cose essenziali, che trovate in questo articolo.
EQUIPAGGIAMENTO
Casco
Che dire, il casco, che ci piaccia o no, è molto utile. A parte il fatto che tiene caldo, in molti casi (mai sempre) ci può salvare la vita, è esattamente come la cintura di sicurezza della macchina, anche se quest’ultima forse è ancora più importante. È ovviamente vero che maschera+cuffia fa più “figo”, ma sotto questo punto di vista esistono comunque dei caschi molto “fashion”. Se cercare il casco bello esteticamente ma anche sicuro, allora puntate sulla marca che uso io: POC.
Pale
Piccole, leggeri, resistenti e che stanno in uno zainetto: ci sono pale ideate appositamente per chi va fuori pista. È il primo strumento di salvataggio utile in caso di valanga, vi consente di scavare in profondità per trovare persone sotterrate. Utile anche per divertimento, se trovare un bel posto fuori pista dove costruire un salto queste pale sono l’ideale. Ortovox è certamente la migliore marca che produce ottime pale.
Sonde
Altro strumento fondamentale di salvataggio, leggero e poco ingombrante. La sonda è un’asta solitamente in carbonio utile per “sondare” il terreno in caso di valanga. Cosa  significa? Significa che infilando queste sonde dove probabilmente vi sono dei corpi sotterrati potete capire immediatamente in che punto essi sono sotterrati dalla neve. Anche in questo caso le sonde Ortovox sono tra le migliori.
Arva
In italiano Apparecchio di ricerca in valanga l’ARVA (dal francese Appareil de Recherche de Victimes en Avalanche) è uno strumento costoso ma che salva la vita. È un semplice localizzatore che deve essere posseduto da ogni persona che va fuoripista, nel caso avvenga una valanga, la persona sotterrata con l’apparecchio può essere localizzata velocemente da qualsiasi altro “sopravvissuto” che possiede l’apparecchio. Ci sono molte marche che producono ARVA, Ortovox è tra le migliori. Attenzione a non scegliere marche economiche, le ARVA non sono sempre perfette.
Zaini e abbigliamento
Avere uno zaino capiente, leggero, versatile, impermeabile e adatto per portare gli strumenti da fuori pista è molto importante. Alcuni zaini poi integrano più o meno caratteristiche, ci sono zaini ad esempio con la bocchetta per l’ossigeno per tenervi in vita una decina di minuti se finite sotto una valanga oppure ci sono zaini con la bocchetta per l’acqua, altra fonte di ossigeno. Ortovox produce anch’essa alcuni zaini, ma la mia marca preferita sia per gli zaini che per l’abbigliamento è l’Haglofs. L’abbigliamento è anche molto importante quando si va fuori pista, cercate giacche e pantaloni ultra-leggeri e sottili, quando andate fuori pista meno ingombranti siete meglio è.
Altri accessori per la sicurezza
Più avete accessori per la sicurezza, più, in caso di problemi, vi torneranno utili. In questa pagina sempre di Ortovox trovate vari accessori utili come l’utilissimo pacchettino di primo soccorso.
Filmare le vostre esperienze
Oltre all’equipaggiamento per la sicurezza, reputo fondamentale filmare le vostre esperienze, in modo da non dimenticare le vostre fantastiche giornate in neve fresca e magari potrete anche produrre filmati spettacolari. Se c’è molta neve fresca farinosa, gli alberi sono bianchi e c’è un bel sole allora considerate una videocamera è obbligatoria. GoPro e Contour sono le due marche più famose produttrici di action cam, ovvero videocamere da attaccare al casco di alta qualità.
Scatti adatti
È molto semplice, gli sci adatti per andare fuori pista sono larghi e con la punta sia avanti che dietro rialzata. Attenzione però, se fate fuori pista in spazi più chiusi con molti alberi non prendete sci più larghi di 110mm, per gli spazi aperti e con molta neve invece sono adatti anche gli sci cosiddetti Rocker, ovvero i più larghi (anche 200mm). Ci sono tante marche che considero ottime, io utilizzo Salomon.
Consigli
Ecco una lista di veri e propri consigli da seguire per chi va fuori pista:
– Avere un maestro che conosce il luogo è quasi d’obbligo, non solo vi darà i migliori consigli su come sciare fuori pista, ma vi indicherà i fuori pista più divertenti e sicuri
– I fuori pista con gli alberi sono i più sicuri e danno più senso di libertà, quindi se scegliete di fare un fuori pista molto aperto attenti al pericolo di valanghe
– Se vi trovate in un fuori pista con molti alberi, non rischiate di andare in un canale senza alberi, se non per estrema necessità, solitamente i canali dove non vi sono alberi sono i più pericolosi
– Mai andare da soli fuori pista
– Mai acquistare velocità considerevoli se ci sono molti alberi, non sapete mai il percorso da seguire, quindi fermatevi spesso e fate il punto della situazione
– Studiate sempre bene i fuori pista che volete fare, spesso mi son ritrovato a dover risalire a scaletta una salita non tanto divertente.

Alberto Ziveri

Fonte: Skimbu

Advertisements