Archive

Posts Tagged ‘Sicilia’

Prada, prima boutique a Palermo

December 20, 2011 Leave a comment

Prada inaugura il suo primo negozio in Sicilia, a Palermo, all’interno di uno storico palazzo ottocentesco in via della Libertà, adiacente all’imponente teatro Politeama. Questa apertura si inquadra nella strategia di espansione del canale retail, ed è particolarmente significativa in quanto la Sicilia ha una profonda, antica e consolidata tradizione di sofisticata eleganza. Progettato dall’architetto Roberto Baciocchi, lo spazio è caratterizzato da due ingressi ad angolo e si affaccia con due vetrine su via della Libertà e due vetrine su piazza Ruggero Settimo. Il progetto, concepito nel pieno rispetto della struttura del palazzo storico, giustappone, in sapiente equilibrio, gli elementi decorativi identificativi del marchio all’architettura originale e alle volte affrescate dell’edificio. Ritroviamo così i classici elementi decorativi del marchio Prada – il pavimento in marmo a scacchi bianchi e neri, le pareti in tela verde pallido e i materiali innovativi del mobilio – accanto ai soffitti a volta affrescati e all’architettura ottocentesca degli ambienti. Il piano interrato offre invece un’atmosfera più intima, caratterizzata dalla presenza dominante del legno. Il negozio occupa una superficie totale di 630 metri quadrati ed è giocato su tre livelli, collegati da una scala finemente realizzata in marmo nero: il piano terra presenta le collezioni di calzature, borse e accessori per la donna, il primo piano è un elegante salotto dove risalta l’abbigliamento femminile, mentre il piano interrato è dedicato all’abbigliamento, le calzature e gli accessori per l’uomo.

Fonte: Crisalide Press

Categories: Boutiques Tags: , ,

Etna, settimana bianca in Sicilia

December 16, 2011 Leave a comment
Settimana bianca a Courmayeur o Cortina? No, meglio il monte Etna che è la località sciistica italiana col miglior rapporto qualità prezzo e in Europa seconda soltanto alla vetta bulgara di Bansko.
A stilare la classifica è il TripIndex Ski di Tripadvisor, indicatore di costo basato sul confronto fra i prezzi medi di 34 fra le più note località sciistiche europee, espresso in euro, e ottenuto incrociando i prezzi medi di pernottamento in hotel, ski pass giornaliero, noleggio dell’attrezzatura e un pasto base e bottiglia di birra. Secondo l’indice del portale online specializzato in recensioni di viaggio per una vacanza sulla neve nel Vecchio Continente le località più convenienti si trovano in Bulgaria, Germania e nel Principato di Andorra.
Unica italiana presente in classifica è l’Etna, con il suo panorama unico e suggestivo, che – in seconda posizione – supera il Berchtesgaden tedesco, al terzo posto. Sono comunque la Germania e Andorra, con tre destinazioni fra le prime dieci, ad essere sul podio come regioni più a buon mercato per gli amanti dello sport bianco. A Svizzera e Francia la maglia nera: sono le località meno accessibili dal punto di vista economico. Al top nella ‘contro-classifica’ ci sono St Moritz, Courcheval, Meribel e Val d’Isere. ‘Male’ per il rapporto qualità-prezzo indicato da Tripadvisor anche due mete come Livigno e Courmayeur, in cima ai desideri e all’immaginario collettivo dei turisti italiani. In Europa sono fra le meno abbordabili.
Fonte: Ansa
Categories: MondoViaggi Tags: ,

Sicilia, nel 2018 completamento del ponte sullo Stretto di Messina

Il consiglio d’amministrazione della società ‘Stretto di Messina’ ha dato l’approvazione definitiva sul progetto del ponte e i lavori dovrebbero concludersi nel 2018. L’investimento complessivo sarà di 8,5 miliardi di euro e ha l’obiettivo di minimizzare i contributi statali assicurando un maggiore coinvolgimento degli investitori privati nel progetto proponendosi di raccogliere circa 4 miliardi dai mercati finanziari. Il partito dei Verdi mostrando disappunto ha dichiarato: “E’ indecente che il governo voglia buttare a mare otto miliardi e mezzo di euro per un’opera inutile e dannosa per l’ambiente”. Mentre Ermete Realacci del PD ha affermato: “Non c’è un euro e nemmeno un vero project financing”. Mentre invece Altero Matteoli giudica l’approvazione del progetto un’altra tappa importante verso la realizzazione di un’opera unica al mondo per caratteristiche tecniche ed infrastrutturali che il governo considera una priorità, oltre al fatto, sempre secondo Matteoli, che migliorerà il sistema di trasporti e darà impulso all’economia siciliana e calabrese. L’iter che porterà all’inizio dei lavori del ponte sullo Stretto di Messina, partirà con la ‘Legge Obiettivo’ che dovrà concludersi con l’approvazione del progetto da parte del CIPE; poi a dicembre 2011 prevede il completamento dell’opera propedeutica sulla ferrovia di Cannitello, in febbraio 2012 l’approvazione definitva del CIPE ed infine procedere con la gara per il reperimento dei finanziamenti e a metà del 2012 la progettazione. I lavori dovrebbero concludersi a fine del 2018.

Carla Liberatore