Archive

Posts Tagged ‘Torre Prendiparte’

Torre Prendiparte, emozione storica nella città di Bologna

September 26, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Torri svettanti e infinite file di portici. Bologna è una città che ha saputo conservare il suo fascino storico di comune medioevale, animato dalle lotte tra le fazioni guelfe e ghibelline. Il centro storico ha il suo cuore in Piazza Maggiore, e nella vicina piazza con la fontana del Nettuno, contornata dalla Basilica di San Petronio, da Palazzo d’Accursio, Palazzo del Podestà e dalla meravigliosa facciata del Palazzo dei Banchi. Quella bolognese è una ricca proposta di itinerari artistici e culturali nel centro città, senza dimenticare una sosta per assaporare la generosa cucina emiliana.
Delle oltre cento torri gentilizie che abbellivano Bologna nel XII secolo solo alcune sono sopravvissute, tra cui Torre Prendiparte, i cui 12 piani sono oggi completamente agibili grazie ad un attento restauro. Si tratta di una personalissima dimora che utilizza i primi tre piani della torre, con ingresso al piano terra, living con salotto e camino al primo piano, soppalco per la zona notte e un’ampia cucina: ambienti in grado di ospitare da 2 a 3 persone. La semplicità della primitiva architettura ben si sposa con il curato arredamento degli interni, con mobili antichi e illuminotecnica funzionale. Agevoli scale permettono di assaporare il lento succedersi dei solai, garantendo una piccola scoperta ad ogni piano, fino ad arrivare alla spettacolare terrazza, da cui godere di una vista davvero unica su tutta Bologna. Luogo ideale per un soggiorno tranquillo o per celebrare eventi e ricorrenze speciali, Torre Prendiparte si apre a chi sa apprezzarne l’unicità, per un tuffo nel passato.
Dimora storica ospitata nell’antica Torre Prendiparte, seconda per altezza dopo l’Asinelli, è disposta su 12 piani, resi tutti perfettamente agibili dopo un’accurata opera di restauro e valorizzazione. Il bed & breakfast situato al primo piano può ospitare 2 o 3 persone, in un’atmosfera di intatto fascino medioevale. Un angolo lettura e conversazione rischiarato dall’ampia finestra affacciata sull’antistante piazzetta accoglie l’ospite. Il soggiorno con camino e arredo in stile classico è un angolo romantico, completato da un soppalco con la zona notte e il letto matrimoniale sotto le ampie volte a vela. Poco più sopra, da una scala a chiocciola si arriva all’ambiente destinato alla prima colazione, arredato con dispensa, cassapanche e vetrina contenente tutto l’occorrente per l’apparecchiatura.
La residenza storica offre ai suoi ospiti l’emozione di assaporare piatti tradizionali o di godere del piacere di un cocktail o di un aperitivo nella torre del XII secolo. Tutto è organizzato come in una residenza privata: cucina di casa, illuminazione naturale con l’uso di candele, tavola apparecchiata con eleganti porcellane, vetri dal gusto discreto e composizioni floreali, attenzione ai dettagli e alla naturalezza degli allestimenti. La coppia può decidere il programma che meglio si adatta ai propri desideri, aspettative e budget: dall’uso esclusivo della cucina da parte degli ospiti, proprio come a casa, ad una cena informale al quinto piano della torre, con il sottofondo di musica stereo. Chi desidera il meglio, si può affidare al Personal Chef Carla Cavicchioli: estro e costante ricerca delle materie prime di stagione caratterizzano la sua cucina. In questo caso, la cena sarà di varie portate, proprio come in un vero ristorante di charme. I gruppi possono scegliere una cela di gala (posti a sedere, fino a 12 persone) oppure un cocktail o una cena in piedi nella stanza delle ex carceri dell’Arcivescovado. Per occasioni meno formali è disponibile anche la formula Tumbler Dinner (fino a 40 persone), soluzione elegante e disimpegnata: ogni portata è servita in un bicchiere basso (tumbler) in un susseguirsi di emozioni e sorprese per tutti i palati. Il tutto accompagnato da vini adeguati all’occasione, serviti in calici tecnici da degustazione in cristallino.
Nell’ex carcere dell’Arcivescovado è possibile tenere eventi non convenzionali, di carattere culturale – come presentazioni, incontri con l’autore o concerti di musica da camera – ma non solo. Le comode poltroncine possono accogliere fino a 12 persone; 20 posti con le sedie pieghevoli.

Fonte: Dimore D’Epoca – Hotel di charme e dimore storiche