Archive

Posts Tagged ‘Vasco Rossi’

Damiani, fedi nuziali per il matrimonio di Vasco Rossi e Laura Schmidt

July 10, 2012 1 comment

All’età di 60 anni, uno degli artisti più famosi d’Italia, Vasco Rossi, ha deciso di sposarsi con Laura Schmidt, sua compagna di vita da più di 40 anni.
Il matrimonio di Vasco è stato celebrato nel municipio di Zocca, dove il famoso cantautore vive fin dalla sua nascita.
Gli invitati per l’occasione sono stati davvero pochi, giusto i parenti più stretti e qualche amico dei due, ma l’interesse suscitato dai suoi fans è stato davvero grande, anche grazie ai media che hanno subito diffuso la notizia.
Tra i doni che i due coniugi si sono scambiati durante le nozze, ciò che più ha colpito sono queste preziosissime fedi, interamente in platino 950, firmate da Damiani, marchio di gioielli italiano famoso in tutto il mondo per le numerose collaborazioni con Ferrari e altre aziende di grande calibro.
All’interno delle due fedi in platino, su richiesta dei due sposi, inoltre, la maison ha fatto incidere i loro nomi con dei pavè di diamanti. Secondo quanto rivelato dalla stessa casa, si tratta di una personalizzazione esclusiva e riservata; non è stato comunque rivelato il prezzo pagato per queste due bellissime fedi.

Fonte: GoLook.it

Vasco Rossi, rock star in depressione

In un video girato pochi giorni dopo la dimissione dalla clinica di Villalba a Bologna, in cui era stato ricoverato per la rottura di una costola, la rock star italiana Vasco Rossi si è confessato ai suoi fans dicendosi depresso e che se ancora è in vita lo deve alla quantità di farmaci antidepressivi che assume ogni giorno. Vasco Rossi nel suo messaggio ha testualmente dichiarato: “In questo periodo in cui l’argomento delle mie condizioni di salute è saltato così prepotentemente alla ribalta, ne approfitto della vostra pazienza per informarvi che assumo da tempo un cocktail di antidepressivi, psicofarmaci, ansiolitici, vitamine ed altro, studiato da un equipe di medici che mi mantiene in questo equilibrio accettabile. Se sono vivo lo devo ai miei medici e alla valanga di chimica che assumo. Non avrei superato tutte le consapevolezze, le sofferenze e la profonda depressione nella quale ero sprofondato nel 2001. Ho passato un lungo periodo di tempo in cui ogni cosa mi sembrava lì per ricordarmi come la vedevo diversa prima. Come mi risultava fastidiosa adesso mentro la trovavo normale e soddisfacente. E quella continua sensazione di groppo alla gola, di sconsolata tristezza. Un velo opaco, grigio su ogni cosa. Essere di cattivo umore, sempre dalla mattina alla sera, ogni giorno ed in ogni momento per settimane e mesi”.

Carla Liberatore

Categories: Gossip Tags: