Archive

Archive for November 14, 2014

Marius Creati, nuova linea di gioielli preziosi nel suo stile tutto al maschile

November 14, 2014 Leave a comment

Marius-Creati-amore-burnished_silver6

Marius Creati lancia la sua linea di gioielli preziosi. “L’uomo persuaso da un percorso iniziatico spinto verso il personale incontro con il lusso e l’avanguardia dello stile, una figura sospinta verso l’avanguardismo poetico, dettante icone codice come dettagli impeccabili. Cardine l’amore profondo e smisurato per la creatività. Il Cuore, simbolo vivente per eccellenza, sede delle emozioni profonde e dell’anima, centro immaginifico del cosmo e fonte principale della vita, del potere, del coraggio e della forza. Figura alchemica verace, dimora della luce divina eretta negli esseri viventi, unica essenza dell’essere umano, nonché dimora segreta della coscienza, può essere trafitto e ammansito dai dardi di Eros, quale crocevia in cui s’incontrano odio e amore, paura e coraggio, dolore e gioia”. Questa la visione del’uomo di Marius Creati – ndr mai cognome fu più adatto all’impeto della persona -, creativo tout court che lancia la sua nuova collezione di gioielli suggestivi e di alto livello. Lavorazione artigianale, unicità, eccellenza,  esumazione di antichi dettagli, taglio esperto, materiali pregiati, tecniche innovative e tradizione per dare vita ad un manufatto di qualità superiore. Oro 24k, argento, bronzo e rame sono i metalli che adornano lo stile di Marius Creati, dando origine a minute creazioni dal carattere d’antan intese come piccoli oggetti d’arte contemporanei. Per info: www.mariuscreati.com

Fonte: VM-Mag

Marius-Creati-romance-copper2-768x1024

Advertisements
Categories: Lux-Man Tags:

Maison Martin Margiela, new opening per gli accessori di Maison Martin Margiela a Milano

November 14, 2014 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Gli accessori della Maison Martin Margiela sono a Milano. Via Vincenzo Capelli, strada di Milano che collega l’intramontabile Corso Como alla nuova e accattivante Piazza Gae Aulienti, è veramente destinata a diventare palcoscenico di alta moda. Infatti, dopo l’apertura di Costume National, Christian Louboutin e Les Hommes, lo scorso 23 ottobre ha avuto luogo anche l’inaugurazione della prima boutique di Maison Martin Margiela interamente dedicata agli accessori. La Maison – che di recente ha scelto John Galliano come direttore creativo –  ha dichiarato di rivolgersi a una clientela internazionale e moderna, capace di apprezzare un tipo di eleganza differente e gradevole. Si posiziona in un mondo di lusso relativamente “democratico”, che offre maggiore libertà rispetto a quello dei grandi palazzi; un lusso che, innanzitutto, si autodefinisce per la dimensione qualitativa della sofisticatezza, che cura i dettagli e cerca l’ironia. La boutique di 72 metri quadri è stata progettata per essere contemporaneamente “elegante, luminosa ed eccentrica, fedele ai codici ricorrenti della casa di moda, con pavimento in cemento liscio, tende bianche di grande spessore, tappeto in “trompe l’oeil” haussmanniano e specchi al soffitto”. Scarpe, borse e occhiali sono esposti su lucenti scaffali composti da bianche lame di metallo mentre i gioielli e la piccola pelletteria si possono ammirare in nicchie di vetro che conferiscono al negozio l’idea di “camera delle meraviglie”. L’inaugurazione della boutique del brand francese è stata curata nei minimi dettagli. Il negozio, sebbene di dimensioni limitate, ha accolto un costante scambio di partecipanti interessati ad immergersi nell’eleganza minimalista dell’ambiente e ad ammirare le collezioni esposte. Gli invitati hanno avuto modo di vivere in anteprima il negozio degustando dell’ottimo vino rosso, apprezzando i sapori semplici e delicati degli appetizer offerti e ascoltando l’ottima musica garantita dal Dj-set. Interessante anche la presenza , all’interno della boutique, di un corner dedicato ai profumi, una serata che ha garantito un’intensa esperienza sensoriale e una totale immersione nel mondo Maison Martin Margiela. (Giulia Pellerani)

Fonte: VM-Mag

Crosato, tradizione del vino secondo l’antica tradizione romana delle anfore

November 14, 2014 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

A volte per andare verso il futuro bisogna guardarsi indietro e portare un po’ di passato nel presente. È ciò che hanno fatto i due giovani fratelli Crosato che, riprendendo l’antica tradizione romana della conservazione del vino in anfore, hanno ottenuto dei prodotti d’eccellenza con un twist moderno ed inaspettato.

L’idea è nata quasi per caso durante un viaggio in Toscana, dall’ incontro con un vasaio locale. Con un pizzico di voglia di divertirsi, ma soprattutto di sperimentare, i Crosato hanno deciso di osare e di tornare alla tradizione, chiedendosi se anche le anfore, così come il legno e l’acciaio, avrebbero rilasciato aromi e sapori specifici al vino. Dopo tre anni di tentativi e molti studi, dalla messa a punto di un metodo del tutto originale, si è ottenuto un vino che, come ci racconta Alessandro Crosato, nasce dalla terra e torna alla terra. Ogni anfora regala un vino dal sapore diverso, reso unico dal rilascio dei sali minerali contenuti nell’argilla nel corso di un lungo tempo di maturazione, che conferiscono al prodotto un accentuazione degli aromi naturali e di quelli salini della terra da cui l’argilla è stata estratta. Dopo un passaggio in acciaio e un anno in bottiglia, il vino ottenuto presenta inaspettatamente gli aromi secondari del refosco e del merlot, rimanendo peraltro molto fresco al palato.

La produzione, ovviamente, è esclusiva e non annuale per garantire un prodotto di altissima qualità e privo di qualsiasi intervento chimico. Il mercato è, per ora, prevalentemente estero e si concentra specialmente in Germania ed Austria. L’obiettivo dei fratelli Crosato è però quello di far conoscere (e apprezzare) i loro prodotti di eccellenza Made in Italy, anche agli italiani.  ( Alessandra De Maio)

Fonte: VM-Mag

Categories: Vini, Champagne Tags:

TWIN-SET, nuova collezione primavera-estate 2015 di Simona Barbieri

November 14, 2014 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

La collezione primavera-estate 2015 di TWIN-SET Simona Barbieri promette romanticismo, esplosioni floreali e contrasti che rievocano luoghi e attimi di un mondo sospeso. Per una donna raffinata ma allo stesso tempo sbarazzina, con la voglia di emergere dalla folla grazie al suo stile personale, è stata pensata una gamma cromatica in cui sfumature molto naturali e chic sono abbinate a toni decisi. Grande protagonista è il bianco in diverse sfumature, spesso in total look eleganti, si affiancano il grigio scuro e il blu, l’alternativa più di tendenza al nero. A impreziosire la collezione, una moltitudine di lavorazioni speciali: rilievi, applicazioni, paillettes, macramè, pizzi, organza, trasparenze. I tessuti sono soprattutto tessuti naturali, mussole, cotoni, sete, lino, non mancano effetti broccati e moltissimi ricami. Le stampe si ispirano ai fiori, oggetto dell’indagine stilistica di TWIN-SET Simona Barbieri, e li ritroviamo leggermente accennati in fantasie bicolore, decorati su lunghi abiti, a rilievo sulle gonne a palloncino, abbinati alle frange in fantasie a tinte forti. Le lunghezze reclutano longuette sfiziose e abiti lunghi alla caviglia, non mancano abiti che valorizzano la silhouette e pantaloni skinny adatti a soddisfare l’animo urbano. La collezione accessori continua ad evolvere di stagione in stagione, per la collezione Shoes la grande novità è il controllo diretto della produzione e quindi della qualità dei modelli. L’amplissima proposta è in grado di adattarsi a qualsiasi occasione d’uso, sono infatti disponibili diverse altezze di tacchi e particolari modelli di sneakers. Per quanto concerne le borse, il must have sarà il bauletto Elisabeth, destinato ad essere il punto focale della campagna pubblicitaria, una it-bag disponibile in varianti glamour con strass a cuore, più urban-sporty nella versione in canvas con borchie e decisamente fresca nella variante in micro paglietta. Impossibile non nominare la collezione SCEE, delicata e squisitamente femminile. Molti abiti versatili, lunghi e fluttuanti o corti e bon ton, con stampe, applicazioni e lavorazioni speciali. Protagonista incontrastato rimane il pizzo, in grado di valorizzare il lato più romantico ma anche quello malizioso e sensuale, grazie a velature-svelature. Accanto al predominante bianco troviamo tinte pastello e nuances delicate per look datti a chi vuole esprimere una femminilità sottile e rigorosa. Che estate sarebbe senza la linea Beachwear? La collezione Beachwear si ispira agli anni Venti e Settanta e li rielabora in costumi in chiave contemporanea, ha in mente una femminilità dal carattere deciso e permette a ogni donna di creare il proprio outfit perfetto dalla testa ai piedi. Presente il perfetto binomio del black&white ma anche cromie molto vivaci e perfette per l’estate. (Giulia Pellerani)

Fonte: VM-Mag

Acca Kappa, nuova linea di essenze per l’eau de parfum

November 14, 2014 Leave a comment

eau-de-parfum-black-pepper-sandalwood-3495-acca-kappa-858x1024

Se vi viene detto Acca Kappa, qual è la prima cosa che vi viene in mente? Esatto: una spazzola oppure un accessorio per il bagno. Acca Kappa per molti anni è stato – e continua a essere – questo. Ciò non toglie che il brand si sia evoluto da tempo e abbia deciso, così, di allargare il proprio raggio di azione anche alla sfera dei profumi – che del resto, spesso si usano proprio in bagno, quindi, tutto sommato, è rimasto nella stessa area -.  La scelta non risulta bizzarra perché, come ha dichiarato la stessa Elisa Gera, discendente del fondatore del marchio – appartiene alla quarta generazione, per inciso -, ” Quando ero bambina mi piaceva passare del tempo con il nonno in azienda. Ricordo che mi raccontava sempre belle storie del mio bisnonno e della nostra famiglia. Il mio bisnonno, mercante a Venezia alla fine dell’800, commerciava con l’oriente e in quella splendida città, ricca di vita e di profumi, acquistava setole di primissima qualità per produrre le sue spazzole. Lo ascoltavo incantata e mi affascinavano tutti quei racconti, carichi dei colori e dei profumi delle spezie, che parlavano di Venezia e di commerci con paesi per me sconosciuti.”Quindi un vero e proprio tributo alla tradizione, al passato e alla famiglia. Ma quali sono i bouquet proposti: Vaniglia/Fiore di Mandorlo, Tilia Cordata, Black Pepper&Sandalwood, tutti rigorosamente in eau de parfum. Prezzi 80 euro l’uno, tranne Giardino Segreto – Euro 130,00 -. Natale si sta avvicinando, perché non pensare a un pensiero che lasci il segno e la scia? (V.M)

Fonte: VM-Mag

Categories: Cosmesi Tags: