Archive

Posts Tagged ‘Ballin’

Intervista a Gabriella Ballin, direttore commerciale del marchio Ballin

March 7, 2013 Leave a comment

Gabriella BallinCi sono famiglie di imprenditori italiani che affondano le radici nel passato e nella tradizione. Nel caso poi del lusso, in questo periodo, se non suonasse stucchevole, verrebbe persino da ringraziare il cielo che alcune aziende continuino a perseguire il proprio progetto iniziale, quello di realizzare prodotti di alta gamma e di elevata qualità, rinunciando alle crescite facili, al concetto ”dopato” di lusso democratico spesso coltivato in altri Paesi, ma puntando sull’heritage e su consumatori di alto profilo. Aziende del Made in Italy che faticosamente mantengono alto il prestigio del nostro Paese all’estero, offrendo prodotti con caratteristiche che toccano l’eccellenza. Ballin è uno di questi marchi e Viviana Musumeci ha intervistato il direttore commerciale, Gabriella Ballin.

V.M.: Ballin è un’azienda che esiste da 70 anni.  E’ difficile mantenere un’azienda “made in Italy” per così tanto tempo?

G.B.: La nostra azienda è, è stata e sarà sempre improntata al made in Italy. Il primo cambio generazionale ha già avuto luogo con i miei fratelli e con me, ma le nuove generazioni si stanno già facendo le ossa in azienda. E’ anche vero che la fase esclusivamente “familiare” l’abbiamo già superata con l’inserimento di manager esterni. Inoltre abbiamo anche iniziato a lavorare a una ristrutturazione dell’azienda per andare incontro alle sfide della globalizzazione e dei nostri tempi.

V.M.: I vostri artigiani sono solo italiani?

G.B.: Assolutamente sì, anche se ammetto che è diventato molto difficile trovare delle persone che continuino a fare questo mestiere. Comunque nelle nostre zone, in Veneto, si trovano ancora professionisti affidabile e competenti.

V.M.: In che cosa è consistita la ristrutturazione aziendale?

G.B.: La holding del Calzaturificio Ballin è stata divisa in due: Ballin Project, dedicata allo sviluppo del brand di casa  e  Nillab, concentrata sulla produzione per terzi.

V.M.: Come avete chiuso il 2012 e come è stato come anno?

G.B.: Nel 2012 abbiamo superato, a livello worldwide, i 60 milioni di euro. Il fatturato per il 20% deriva dal mercato italiano e per il restante 80% dal resto del mondo.

V.M.: Quali sono i mercati interessanti per voi?

G.B.: Stiamo lavorando molto bene con i Paesi dell’Euro/Asia. E’ un mercato che è estremamente attento non solo al lusso, ma alta gamma realizzata nel nostro Paese. Per quanto riguarda il Medio Oriente è un mercato che ci interessa approcciare e per questo siamo alla ricerca di un partner commerciale. Infine per gli Stati Uniti ci sono tutti i presupposti per rientrare.

Categories: Interviste Tags: ,

Ballin, sandali per omaggiare la Regina Elisabetta d’Inghilterra

April 10, 2012 Leave a comment

Nel 2012 la Regina Elisabetta festeggia i 60 anni di regno, un traguardo incredibile, che merita di essere celebrato a dovere; la mia idea di festeggiamento non si avvicina neanche lontanamente a quella imposta dall’etichetta di corte, ma è piacevole scoprire che qualcuno si è avvicinato al mio pensiero: il marchio Ballin ha creato una parure composta da sandali e pochette dedicati a Sua Maestà The Queen.
Si tratta di un sandalo con platform vistoso realizzato in pelle color cipria chiaro, tacco e tallone sono decorati con candide piume e vistosi gioielli ispirati dai celebri monili di Elisabetta II, tra i più preziosi del mondo; la pochette rigida si abbina alla perfezione ad un sandalo che forse sarebbe più adatto allo spirito glam di Kate Middleton che a quello della tostissima sovrana.
In vendita da fine febbraio nei negozi Ballin, prezzo su richiesta.

Fonte: Zoo Magazine

Ballin, sandali e plateau nuvola rosa da calzare

February 3, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

A differenza di Marilyn, penso che i migliori amici delle donne siano i plateau: più che altro salvano la vita due volte. Primo perché ti sollevano da terra slanciandoti, secondo perché sono l’unica tipologia di calzatura con tacco che non fa capicollare a terra. Ecco perché mi fanno impazzire i plateau di Ballin per la prossima p/e in rosa cipria. Però se appartenete alla categoria delle donne coraggiose che potrebbero fare jogging con i tacchi a spillo, allora potete optare anche per le altre due versioni. Io, così, avrò meno concorrenti.

Fonte: Vivianamusumeciblog’s

Categories: Lux-Woman Tags:

Ballin, sandalo dedicato al mito Ginger Rogers

October 3, 2011 Leave a comment

Ginger Rogers, “bionda, vivace, sensuale”, con queste tre parole inizia la sua biografia su Wikipedia, tre aggettivi che descrivono alla perfezione il mito di una delle ballerine più apprezzate di sempre. E’ a lei che Ballin ha voluto dedicare un paio di scarpe che ricordano nelle forme le calzature da charleston, in una versione bicolore moderna e molto elegante.

Punta morbida, tomaia a coda di rondine, t bar e tacco alto ma comodo: sono questi i dettagli che rendono queste calzature senza tempo e femminili, perfetti per una donna moderna che sa apprezzare lo stile discreto e la seduzione meno sfacciata del passato, credo che la bella Ginger Rogers le avrebbe apprezzate e calzate con immenso piacere.

“Ginger Rogers faceva le stesse cose di Fred Astaire, ma all’ indietro e sui tacchi alti.”

Fonte: Shoeplay

Categories: Life-Woman Tags: ,

Ballin, eleganza con i fiocchi

September 16, 2011 Leave a comment

Ballin è uno dei brand più chic del mondo, almeno nel mio immaginario: mai sovraesposto, lontano dai riflettori della pubblicità facile spesso sboccata, ma sempre presente con modelli che conquistano con sobrietà ed eleganza. Come questi ankle boots della collezione A/I 2011/2012.

Il morbido suede nero abbraccia la caviglia, innalzata su un bellissimo tacco sinuoso a goccia: la tomaia, leggermente appuntita, è in linea con lo stile del brand, immancabile il fiocco posteriore, che sboccia sul tallone da un incrocio di nastri in stile bustino, leitmotiv delle ultime collezioni Ballin.

Piccola curiosità: nelle foto del lookbook la splendide gambe della modella appaiono fasciate da un paio di calze scure… e smagliate!

Le unghie smaltate di rosso corallo sembrano giocare con il nylon, come a voler sottolineare che la femminilità non si ferma nemmeno davanti ad un imprevisto: voi come la vedete? Io odio le calze smagliate, tanto che ne porto sempre con me un paio di riserva, soprattutto per le occasioni importanti, ma questa immagine non mi disturba per niente.

Fonte: Shoeplay

Categories: Life-Woman Tags: