Archive

Archive for September 13, 2012

L’Ambre des Merveilles, nuova fragranza ambrata boisè da Hermès

September 13, 2012 Leave a comment

Jean-Claude Ellena  descrive il profumo: “Con Eau des Merveilles, avevo cercato di esprimere una femminilità non floreale, ma molto boschiva e piena di carattere, con Élixir, avevo desiderato una composizione ‘gourmand’ e provocante, con Eau Claire avevo voluto chiarezza, trasparenza, leggerezza: con l’Ambre invece, la donna diventa sensuale e misteriosa. Per questo nuovo capitolo della storia, il mio scopo è stato quello di raccontare uno dei misteri dell’ambra, tra delizia e sensualità”.
La maison Hermès ha lanciato quest’anno L’Ambre des Merveilles, una nuova fragranza femminile dagli spiccati accenti orientali e vanigliati. Il bouquet si compone di una nuova interpretazione boisè, ambrata dolce e generosa con ambra associata a labdano, vaniglia e patchouli, una nuova variazione sul tema olfattivo originale, un’eau de parfum, una texture sensuale che avvolge la pelle, una concentrazione tra mistero e meraviglia, avvolgente e sensuale. Il flacone-funambolo, nel suo scrigno cassetto, è decorato da un anello dorato, prezioso e misterioso, che esalta l’effetto lente di ingrandimento della sfera.
Dopo Eau des Merveilles nel 2004, Elixir des Merveilles nel 2006 e Eau Claire des Merveilles nel 2010, la storia olfattiva “delle Meraviglie” di Hermès prosegue con un nuovo capitolo presentando in commercio due formati Eau de parfum vaporizzatore da 50 ml (87 euro) e da 100 ml (123 euro).

Advertisements
Categories: Cosmesi Tags:

Volutes, nuova linea eau de toilette di Dyptique

September 13, 2012 Leave a comment

Il viaggio é il tema della nuova linea Volutes dy Dyptique. Quel viaggio che Yves Coueslant, uno dei tre fondatori della Maison, compiva da bambino sui transatlantici che collegavano Marsiglia a Saigon. Queste lunghe traversate che ha vissuto, con l’acume dell’infanzia e il gusto della meraviglia, gli hanno lasciato un ricordo così forte da impregnare i muri della Maison.
I viaggi in nave rievocano suoni, di colori, di odori, di persone e di paesaggi, il mare e il cielo infiniti, e gli scali dai nomi ammalianti, Porto Said, il Canale di Suez, Gibuti, Colombo, Singapore… città e coste che profumano di avventura e di spezie, luoghi su cui si sbarca vestiti di bianco per giocare a fare gli esploratori in un’atmosfera leggendaria.
Gli elementi che dominano, e fanno di questo mescolio di impressioni un ricordo liscio e dorato, sono, intimamente legati, una forma e un odore: la voluta e il tabacco. Pennacchi fumanti delle ciminiere del transatlantico. Scie di schiuma. Volute di seta e di mussola. Ventate di profumi costosi. Sulla nave, tutto si compie e tutto evapora. Ma la figura di spirale più bella, quella che racchiude lo spirito del viaggio, grazie al suo movimento e ai suoi profumi, è il fumo delle sigarette egiziane, che allora si «indossava» come un accessorio alla moda.
Il tabacco è la nota persistente legata al viaggio. Un tabacco dolce e mielato, che avvolge senza perdere nulla del suo contegno e mantiene, sotto la sua morbidezza simile a un guanto, delle belle asperità. Per svilupparne tutte le sfaccettature, Diptyque e il suo complice Fabrice Pellegrin, amante delle preziose materie prime, hanno unito un’assoluta di tabacco, intensa, decisa, a una nota Amsterdamer, dagli accenti di cera, miele e frutta secca. Da questo connubio è nata questa ineguagliabile fragranza di tabacco “d’epoca”, quella che si immagina vedendo il fumo delle sigarette del Khedive e delle quali sembra quasi di sentire l’odore guardando la loro scatola illustrata con la sfinge, le palme e i fez.
Si innalzano in testa note di spezie fresche: pepe rosa, pepe del Madagascar e zafferano che impongono con leggiadria la loro presenza vellutata facendosi desiderare. Nelle note di cuore si dispiega la loro lunga spirale bionda: fieno secco e caldo e morbido miele dorato. Scopriamo anche l’iris, lavorato sulla sua sfaccettatura cuoio che apporta a queste volute avvolgenti il confort e la morbidezza di una pelle di daino molto sottile. Volutes non è solo un tabacco molto buono. Ha corpo e personalità. Un caleidoscopio in cui tutte le sfaccettature fruttate, fiorite, aromatiche, speziate sono state lavorate – per sprigionare la sua ricchezza e accentuarne il fondo. Styrax, opoponax, benzoino… i balsami e le gomme che abbina sono estratti secondo un procedimento completamente nuovo che ne rispetta la potenza e l’accuratezza olfattiva. Non offrono semplicemente a questo tabacco la loro calda rotondità: gli donano un aplomb e una profondità inattesi ed estendono, in modo delizioso, la sua scia particolare.
Volutes sarà disponibile da Ottobre 2012 nei formati eau de toilette 50 ml, eau de toilette 100 ml, eau de parfum 75 ml.

Categories: Cosmesi Tags:

Bucciardini, essenze esclusive nel salotto dei profumi d’autore

September 13, 2012 Leave a comment
Violette, narcisi e iris; lavanda, giardini di rose e … Profumi femminili, essenze maschili e fragranze per ambienti, pensati e nati dall’abilità di mastri profumieri fiorentini e non solo.
Newsè notizia di questi giorni l’arrivo nel salotto Bucciardini dei preziosi Estratti e degli Eaux De Parfum del famoso “naso” svizzero Vero Kern.
E per fine Febbraio è atteso AMORVERO, l’essenza creata per l’Hotel Hassler di Roma dal maestro profumiere Lorenzo Dante Ferro.
Tutto questo lo troviamo grazie alla passione, alla competenza e – possiamo dirlo – al naso di Nadia e Massimiliano Bucciardini che nella piazza di Rufina, proprio nel centro storico di questo piccolo borgo toscano, hanno aperto il loro Salotto dei Profumi d’autore.
Profumi inediti, rari, introvabili alcuni dei quali nascono dalla cultura e dal bagaglio di conoscenze di personaggi fiorentini: profumi come Fleur de Lys con essenze rare come la foglia di violetta, il narciso e l’iris fiorentina (il giaggiolo) creato dal maestro guantaio Averardo Visconti che apre bottega a Parigi in Feabourg Saint Honorè; oppure BOIS 1920, nato dalla passione di Enzo Galardi, alla guida dell’azienda, che ha voluto dare un senso al lavoro di ricerca del nonno Guido Galardi che sperimenta le prime formule raccogliendo lo “spigo” (come viene chiamata la lavanda a Firenze) che matura nei campi delle colline intorno a Firenze; o di Paolo Vranjes che fa delle fragranze ambientali a base di essenze preziose, il core business della sua azienda…. Tre fiorentini, veri o d’adozione, che fanno del naso il loro strumento più importante per creare artigianalmente delicati, fascinosi profumi.
Accanto alle preziose essenze nate a Firenze incontriamo raffinate fragranze come Isabey Gardenia l’essenza femminile per antonomasia, una scia di profumo vibrante e vellutato, che apre il suo cuore nelle assolute di rose, gelsomino e iris o di provenienza più esotica come Musk Ubar di Royal Crown, un estratto nobile e selvaggio capace di stregare l’animo. E’ il mondo delle profumeria d’autore, un viaggio fatto di essenze rare ed evocative attraversando sensazioni ed emozioni dimenticate che ritroviamo nelle esclusive proposte di Robert Piguet o nei “miraggi d’oriente” di Andy Tauer.
La boutique dei profumi d’autore di Nadia e Massimiliano Bucciardini, è il luogo dove si può incontrare ed esplorare l’invisibile, l’inesprimibile, l’impalpabile: il profumo.
BUCCIARDINI – Piazza Umberto I , 25 – Rufina – Firenze – Tel. 055 8395289
http://www.bucciardini.it
Fonte: Mode e Modi
 
Categories: Parfumerie Tags: