Archive

Posts Tagged ‘Vogue’

Saint Laurent, esordio prima campagna del nuovo brand

September 12, 2012 Leave a comment

Ci vorrà una lunga strategia di branding che continui a battere il martello sul fatto che Yves (Saint Laurent) non esiste più ed è rimasto solo Saint Laurent. Come già scritto in passato, Hedi Slimane ha optato per questa decisione, tornando in un certo senso alle origini, quando Yves Saint Laurent, nel lanciare il suo marchio, in un primo momento non incluse il suo nome. E come è già successo per altri brand dove i cui padri fondatori sono scomparsi da tempo, anche in questo caso, si è preferito usare un nome che non rimandasse più a una persona, bensì comprendesse solo i valori del brand. Tra le prime iniziative ad opera della comunicazione, il cambio di logo esteso a tutto il packaging. Ma su Vogue Uomo Giappone ieri è uscita il visual della prima campagna adv. Nella pubblicità compare il musicista Christopher Owens di spalle, con il viso nascosto appoggiato a un cuscino. Sono circa 15 i soggetti che Slimane ha realizzato per la nuova campagna. Non resta che attendere anche gli altri.

Fonte: VM-Mag

America, binomio tra politica e moda

Il diavolo vestirà anche Prada, ma vota per Obama. Anne Wintour, direttore di Vogue America, non ha mai nascosto le sue simpatie politiche per l’attuale Presidente degli Stati Uniti, anzi, ha addirittura messo in moto una vera e propria operazione di fund raising che, grazie alla rete invidiabile di contatti del direttore di Vogue, ha consentito al Presidente di portare ” a casa” ben 2 milioni di dollari qualche settimana fa dopo un evento ospitato dall’attrice Sarah Jessica Parker. Visto il successo dell’operazione, Anna Wintour ha pensato bene di fare il bis e di appoggiarsi, secondo Page Six, al produttore Harvey Weinstein. I due stanno lavorando a un nuovo evento di raccolta fondi che si terrà al Greenwich Village nella proprietà dello stesso Weinstein. Anche se i media non sanno ancora nulla della data, proprio Page Six annuncia che l’evento avrà luogo il prossimo 6 agosto.
L’avvicinamento del direttore della rivista di moda più importante al mondo è un segnale molto forte a tutti gli attori, ma anche ai detrattori del mondo della moda. Come se andasse a sottolineare che l’ambito fashion non significa solo abiti frou frou, catwalk e feste glam, ma anche impegno a sostegno di iniziative importanti e impegnative. E in Italia, se Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, dovesse organizzare un evento di fund raising a favore di chi andrebbe?

Fonte: VM-Mag

Categories: Life-Visions Tags: , ,

Vogue Fashion’s Night Out, ricavi dele vendite devoluti alle popolazioni dell’Emilia Romagna

July 12, 2012 Leave a comment

E’ stata presentata oggi la quarta edizione della Vogue Fashion’s Night Out, la manifestazione dedicata allo shopping e alla moda organizzata dal Comune di Milano e da Vogue Italia, che si terra’ il prossimo 6 settembre. I ricavati delle vendite della serata saranno devoluti alle popolazioni dell’Emilia colpite dal terremoto.
”La moda e la cultura contribuiscono in modo fondamentale al benessere e alla ricchezza di un territorio – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Stefano Boeri -. Per questo e’ importante che una manifestazione di cosi’ grande successo contribuisca, anche se in minima parte, a far ripartire un territorio ferito al cuore nelle sue capacita’ produttive. L’edizione dello scorso anno e’ stata un successo che vogliamo ripetere non solo per regalare una serata di festa alla citta’, ma anche per dare un segnale forte della nostra vicinanza alla popolazione colpita dal terremoto”.
Scenari della manifestazione saranno il famoso quadrilatero della moda, da via Montenapolene a via Manzoni, da via della Spiga a corso Venezia, l’intero quartiere di Brera e corso Como gia’ protagonisti delle scorse edizioni.
In queste zone i negozi resteranno aperti dalle ore 19.00 alle 23.30, dando a tutti la possibilita’ di incontrare alcuni dei piu’ importanti stilisti e di acquistare, tra le altre cose, gli oggetti speciali limited edition firmati Vfno.

Fonte: Asca

Mini Roadster, unico esemplare in occasione del Life Ball 2012 di Vienna

May 23, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Questa Mini Roadster unico esemplare, ideata in occasione del Life Ball di Vienna, è stata appena battuta all’asta per il prezzo di 54 mila euro e, l’intero ricavato, sarà devoluto in beneficenza ad un’associazione contro la lotta all’AIDS.
L’esclusivo stile della Mini Roadster Life Ball 2012, è stato curato dall’ambasciatrice di Vogue Italia, Franca Sozzani; i ritocchi sono stati fatti solo a livello estetico, con una nuova verniciatura, nuovi particolari ed interni totalmente rivisti con una nuova ed elegante trama a stile floreale.
Per ciò che concerne il telaio e la propulsione, la Mini Roadster Life Ball 2012 è basata sulla meccanica e sul motore della Mini Cooper S Roadster, con una potenza totale erogata di 184 cavalli ed una coppia massima di 206 Nm.

Fonte: GoLook.it

The Little Black Jacket: Chanel’s Classic Revisited by Karl Lagerfeld and Carine Roitfeld, omaggio alle giacche di Gabrielle Coco Chanel

April 6, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

The Little Black Jacket: Chanel’s Classic Revisited by Karl Lagerfeld and Carine Roitfeld è un omaggio ad uno dei capi più iconici della maison fondata da Gabrielle Coco Chanel. A raccontarlo, oltre cento scatti di Lagerfeld  a diverse celebrità che indossano ed interpretano la mitica giacca, selezionate in collaborazione con la Roitfeld, ex direttore di Vogue Paris. Ogni scatto presente nel libro fotografico disegna luci e ombre di un mondo che si manifesta magicamente in una donna diversa, in una allure diversa, in una coscienza diversa. In preghiera tra sacro e profano, tra fede e peccato. Non delineare nulla di definitivo ma credere nell’evoluzione: dietro ciascuna fotografia sembra celarsi un messaggio nascosto ben definito. Ogni dettaglio è studiato nei minimi dettagli e Lagerfeld non teme di ricorrere al maquillage importante per estrinsecare l’idea che a ciascuna donna é concesso il privilegio di giocare con la propria immagine quotidianamente.
L’uscita del libro, in vendita dall’autunno 2012 ed edito da Gottingen, accompagnerà l’apertura di una mostra dedicata alla giacca dal 24 Marzo fino al 15 Aprile 2012 a Tokyo.

Swarovsky Elements, anteprima esclusiva sfilata al Pitti Bimbo

January 21, 2012 Leave a comment

SWAROVSKI ELEMENTS SFILA A Pitti Bimbo 

ANTEPRIMA ESCLUSIVA DEI CAPI DI ABBIGLIAMENTO PER BAMBINO CREATI CON SWAROVSKI ELEMENTS

Giovedì 19 gennaio 2012, alle ore 17, SWAROVSKI ELEMENTS ha organizzato, in collaborazione di Vogue Bambini, una  sfilata di abiti per i più piccoli di età compresa tra i 4 e gli 8 anni, in occasione della quale sono stati presentati oltre 40 capi di abbigliamento che hanno portato in passerella la moda di tendenza insieme allo straordinario sfavillio dei famosi cristalli austriaci.

I ventisei marchi che hanno partecipato a questa iniziativa con capi impreziositi da SWAROVSKI ELEMENTS sono: Rykiel Enfant, Little Paul & Joe, Little Marc Jacobs, Chloé, Lacoste, Petit Bateau, Tartine & Chocolat e Frenchy Yummy per la Francia, Blauer Junior, Moschino Teen, Illudia, Miss Blumarine, Miss Grant, T- Shirt T-Shops, Parrot, Simonetta, Miss Antonella, Elsy Girl, Naturino, Monnalisa, Laura Biagiotti Dolls, Il Gufo, I Pinco Pallino, Richmond Junior e Diesel Kid per l’Italia e Gioseppo per la Spagna.

La favola ha preso vita. La “bacchetta magica” di SWAROVSKI ELEMENTS sembra aver dato un tocco magico alle collezioni che, come d’incanto, si illuminano. I capi sono entrati in scena  da una stella enorme e bianca, porta d’ingresso della fiaba dove il luccichio degli SWAROVSKI ELEMENTS si è fuso senza soluzione di continuità con quello di migliaia di stelle che sono piovute dal cielo, disseminando la loro polvere su di un candido sentiero.

Anche lo spazio SWAROVSKI ELEMENTS all’interno della fiera si è rivelato delizioso come le collezioni che ha ospitato, trasportando i visitatori in un modo incantato. All’interno di un fantasioso parco giochi, con un magica giostra di cavalli, qualcuno è tornato bambino, lasciandosi affascinare dai luminosi capi.

SWAROVSKI ELEMENTS, la scelta d’elezione degli stilisti sin dalla data di fondazione dell’azienda nel 1895, crede che possa esserci uno stile ”cristallizzato” per tutti, uomnini e donne che viene costantemente migliorato e aggiornato grazie alla passione per l’innovazione propria del marchio. Oggi, SWAROVSKI ELEMENTS ritiene che sia giunto il momento di introdurre la brillantezza e lo sfavillio dei suoi cristalli anche nel mondo della moda per bambini.

About SWAROVSKI ELEMENTS

SWAROVSKI ELEMENTS è il marchio che identifica gli elementi di cristallo più pregiati, quelli prodotti da Swarovski. Scelti dai designer fin dalla fondazione dell’azienda nel 1895, i prodotti SWAROVSKI ELEMENTS offrono ai talenti creativi dei settori moda, gioielli, accessori, design di interni e illuminazione innovazioni in linea con i trend.

Disponibile in una miriade di colori, effetti, forme e misure, la linea SWAROVSKI ELEMENTS offre ai designer una favolosa tavolozza di ispirazioni. Dalla passione per i dettagli e da un taglio di alta precisione, nascono elementi capaci di donare luce glamour e raffinatezza. Questi preziosi ingredienti si riconoscono dall’etichetta “MADE WITH SWAROVSKI ELEMENTS”, certificato di garanzia che contraddistingue i prodotti realizzati con autentici SWAROVSKI ELEMENTS.

Swarovski, azienda gestita da membri della famiglia da oltre cento anni, con profondi valori di integrità, rispetto ed eccellenza, è rinomata sia per la sua etica commerciale sia per il talento artistico e innovativo.

Armitage Shanks, incanto per l’orinatoio di Lady Gaga dal set Vogue Hommes Japan 2010

November 10, 2011 Leave a comment

Una notizia davvero impressionante ci arriva dal mondo della stravagante Lady Gaga, che ha appena messo in vendita il suo Armitage Shanks al prezzo di 480 mila dollari.
Come tutti potrebbero pensare, non si tratta di un water vero usato da Lady Gaga quotidianamente, ma di una vera e propria opera d’arte, qualche tempo fa trasformata in scultura e battezzata con il nome di Armitage Shanks.
Il water, che in realtà è solo un orinatoio, era prima usato per la sua funzione tradizionale, ma poi è diventato un pezzo d’arte a causa di alcune scritte a pennarello fatte proprio dall’intraprendente Lady Gaga, che attualmente sta facendo parlare molto di se.
L’artista aveva utilizzato questo orinatoio in un set fotografico per Vogue Hommes Japan nel 2010, scrivendo su di esso testuali parole: “I’m not f**king Ducamp but I love p**sing with you”.
Alla fine dell’evento, l’oggetto è stato donato al fashion website SHOWstudio.com che l’ha ora messo in vendita al prezzo esorbitante di 480 mila dollari.

Fonte: GoLook.it

Categories: Incanto Tags: ,

“Visionaires: Tom Ford”, il film

October 21, 2011 Leave a comment

C’è solo una persona al mondo che, se me lo chiedessero, vorrei essere: Carine Roitfeld. E non perché è terribilmente chic, anticonformista, intelligente, con due figli e un marito fantastici, o per aver diretto Vogue France. No, la ragione è solo una: lei è amica intima di Tom Ford. Io adoro quest’uomo, so che non ne sarò mai ricambiata, e non solo perché le sue preferenze vanno al suo stesso sesso di appartenenza. C’è comunque una novità, per chi ama questo designer e questo personaggio quanto me. Anche lui avrà un film dedicato al suo lavoro, come per ogni stilista che si rispetti. Uscirà il 23 ottobre su Own, il canale di Ophrah Winfrey ed è diretto da Michael Bonfiglio. Il docu-film segue il lavoro creativo di Ford da quando è tornato alla moda femminile con il lancio della collezione P/E 2011 fino allo scorso mese di febbraio quando ha inaugurato il monomarca a Los Angeles. Per avere un’idea di ciò che potrete vedere, date uno squardo qui sotto.

Fonte: Vivianamusumeciblog’s

Edward Steichen, esposizione alla Galleria Carla Sozzani di Milano

October 10, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Sarà aperta al pubblico il prossimo 20 novembre presso la Galleria Carla Sozzani a Milano la mostra dedicata al fotografo Edward Steichen, una delle figure più prolifiche, influenti e controverse della storia della fotografia. Steichen nel 1923 venne nominato responsabile della sezione di fotografia delle edizioni Condé Nast in particolare delle riviste Vogue e Vanity Fair, una delle posizioni più prestigiose ed ambite nel campo della fotografia commerciale. Nei quindici anni successivi, grazie alle possibilità e al prestigio conferito dall’impero Condé Nast, Steichen realizzò un’opera di straordinaria brillantezza, il suo talento e le sue eccezionali energie riuscirono ad enfatizzare e rendere affascinante la cultura contemporanea e le sue personalità — nella politica, letteratura, giornalismo, danza, teatro, musica, moda, opera e cinema. E’ proprio a quel periodo che si riferisce la mostra in questione.
Galleria
Carla Sozzani
Corso
Como 10 – Milano
tel.
02.653531 – fax 02.29004080

Fonte: Vivianamusumeciblog’s

Vogue, manager trovato morto a Parigi

October 10, 2011 Leave a comment
 

E’ stato trovato morto nella sua casa di Parigi, in condizioni sospette. Francesco Cominelli aveva solo 29 anni, ma era un importante manager di Vogue. Da cinque anni lavorava come fashion editor e stylist per la sezione Hommes International. All’estero era considerato un’icona di stile. Disposta l’autopsia. Ma in Italia nessuno ne parla…

Giallo a Parigi. Un giovane stilista bresciano, Francesco Cominelli, 29enne di Mompiano che da cinque anni lavorava come fashion editor e stylist per Vogue Hommes International, è stato trovato morto nella sua casa di Parigi. Il corpo è stato rinvenuto nel letto e per ora non sono stati diffusi particolari. Si sa soltanto che è già stata disposta l’autopsia, che dovrebbe essere effettuata in queste ore e potrebbe dare una risposta alla famiglia, che vive attualmente a Mompiano, e aspetta di sapere cosa sia accaduto. Cominelli, un talento creativo in piena ascesa, considerato un’icona di stile, era molto noto nella moda internazionale.

A Brescia aveva frequentato le scuole superiori, poi lo Ied di Milano. Appena finiti gli studi era partito per New York dove aveva collezionato le prime esperienze nella moda per poi trasferirsi a Parigi. “Aveva giovinezza e bellezza, un sorriso fresco, un buonumore inossidabile, un’eleganza audace che elettrizzava i blogger e un talento dei più promettenti”, così Vogue scrive sul suo sito. “Stilista e assistente di Anastasia Barbieri, membro della famiglia Vogue da più di cinque anni, Francesco Cominelli ci ha lasciato. Tutti i nostri pensieri vanno alla famiglia”. Ma ora bisogna capire perchè è morto.

Fonte: Libero