Archive

Archive for November 11, 2011

Giorgio Armani, nuova collezione di occhiali in oro e corno di bufalo indiano

November 11, 2011 Leave a comment

Giorgio Armani presenta una nuova collezione di occhiali, da vista e da sole, in cui per la prima volta ha fatto uso di pelli esotiche e metalli preziosi.
Tra le scelte più stravaganti dello stilista italiano, troviamo il mix di materiali fatto nel modello di occhiali Aviator, caratterizzati da una montatura in oro 22 carati con dettagli in corno di bufalo indiano; il modello in questione ha un costo di 1.350 dollari, ma non è certo l’unico della collezione a godere della presenza di materiali esclusivi. Ci sono infatti dei modelli più classici con montatura in metallo e dettagli in pelle di rara qualità, dal prezzo di 375 dollari.
La nuova collezione di occhiali, che prende il nome di “Anniversary eyewear capsule collection”, è stata realizzata in occasione dei 30 anni della linea Emporio Armani e, tutti i modelli, sono disponibili sia da uomo che da donna, tutti realizzati in edizione limitata di soli 1.030 pezzi, perlopiù personalizzabili a seconda dei propri gusti.

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Man, Lux-Woman Tags:

Heritage Auction, prossimo incanto per la Hermés Diamond Birkin in oro e diamanti

November 11, 2011 Leave a comment

Il prossimo 6 dicembre, Heritage Auction darà luogo ad un evento in cui sarà battuta all’asta la preziosa borsa di lusso Hermés Diamond Birkin.
La borsa in questione, divenuta un oggetto di desiderio fin dalla sua prima vendita, si presenta con dettagli in oro bianco 18 carati e diamanti e con un corpo interamente in pelle di coccodrillo lavorata a mano.
Handbags & Luxury Accessories Signature® Auction, questo il nome dell’evento in cui sarà venduta la borsa a partire da un prezzo base di 90 mila dollari; secondo quanto considerato, la Hermés Diamond Birkin sarà il pezzo di maggior interesse dell’evento, visto che negli store tradizionali la borsa si trova ad un prezzo non inferiore ai 140 mila dollari.
La Diamond Birkin è considerata come una delle borse più rare, preziose e ricercate al mondo.

Fonte: GoLook.it

Categories: Incanto Tags: ,

Ann Demeulemeester, paraboot in vitello e olio

November 11, 2011 Leave a comment

Ann Demeulemeester sa sempre stupire ed emozionare, una perla per appassionati  questo paraboot, una preview del prossimo autunno inverno 2011. In vendita a 1139 €.

Categories: Lux-Man Tags:

“Le Parfum” Elie Saab, eleganza onirica

November 11, 2011 Leave a comment

Descrivere un profumo a parole è una missione impossibile, ogni fragranza ha la sua storia, che va oltre il mix di ingredienti usati, ogni essenza scelta è stata selezionata per emanare un messaggio preciso: il messaggio che trasmette la prima fragranza del couturier libanese Elie Saab, “Le Parfum”, è l’eleganza onirica, impalpabile e femminile, quella della seduzione sobria ed elegante, quasi d’altri tempi.

Nelle note di testa troviamo il fiore d’arancio, simbolo delle spose, le donne che Elie Saab ama vestire da sempre; il cuore è scaldato dall’assoluta di gelsomino, lo stesso che cresceva rigoglioso sul balcone della casa in cui il sarto è cresciuto, e dal patchouli, rivisitato in una chiave più moderna e femminile. Ma sono le note di fondo a lasciare il segno sulla pelle, e a creare un effetto di dipendenza che vi farà desiderate di avvicinare ancora il naso alla pelle profumata, grazie all’accordo di miele di rosa e cedro, simbolo del Libano.
Una fragranza sensuale, inserita in una bottiglia gioiello d’impatto, al contrario del packaging, sobrio e chic, in cui troviamo tutti i colori cari alla maison: il beige, il bianco, il caldo marrone e l’oro, omaggio al sole libanese.

In vendita nelle migliori profumerie in tre formati (30 ml, 50 ml, 90ml), anche in abbinamento con la linea corpo, composta da deodorante spray,  bagnoschiuma, morbido latte idratante e sontuoso burro dal profumo intenso.

Fonte: The Beauty Side Of Life

Categories: Cosmesi Tags:

Moreschi, special edition in Swarovski Elements per Natale 2011

November 11, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Eleganti riflessi e scintillanti giochi di luce ispirano le scarpe da sera delle collezioni Moreschi.
Grazie all’applicazione di SWAROVSKI ELEMENTS e a tecniche di lavorazione di altissima artigianalità nascono le Special Edition Moreschi per Natale e Capodanno. Per chi ama stupire e farsi notare. Con i cristalli ai piedi. Scarpe gioiello total black, con SWAROVSKI ELEMENTS che applicati a mano ricoprono il tacco e illuminano ogni passo, trasmettendo voglia di festa dall’alba al tramonto. Una grintosa decolleté spuntata in vitello nero e un seducente sandalo T-bar in lucida vernice, due dei modelli della pre-collezione Moreschi in anteprima per Natale e Capodanno. Per una Cenerentola glamour che vuole ballare anche dopo la mezzanotte.

La collezione ‘Stefano&Mario Limited by Moreschi’, che da sempre reinterpreta con pellami pregiati e dettagli ricercati le calzature maschili, per il Natale 2011 trasforma la pantofola da smoking e la veste di SWAROVSKI ELEMENTS.
Dalle diverse combinazioni nascono scarpe uniche. Perfetta per chi vuole osare e stupire la versione interamente ricoperta da pavé di SWAROVSKI ELEMENTS, per chi invece ama un’eleganza discreta e sofisticata ma con un tocco di ironia ecco la pantofola in velluto con SWAROVSKI ELEMENTS rossi.

Fonte: BlogModa

Brabus 800 Coupé, opera automobilistica da Brabus e Mercedes-Benz

November 11, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

La nuova Brabus 800 Coupè debutterà al Motor Show 2011 di Dubai e sarà l’ultima opera automobilistica realizzata dal tuner tedesco Brabus su base Mercedes CL 600.
Questo bolide, di serie, monta un potentissimo propulsore V12 da 5,5 litri, in grado di sprigionare una potenza massima di 517 cavalli con una coppia di 830 Nm; lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in soli 4,6 secondi, mentre la velocità massima è di 250 km/h.
Sulla Brabus 800 Coupè, invece, grazie alle numerose modifiche, il propulsore è passato ad una cilindrata di 6,3 litri; i cavalli sprigionati sono diventati 800 con una coppia impressionante di 1.420 Nm.
Secondo i dati riportati dal tuner, inoltre, lo scatto da 0 a 100 km/h avviene ora in soli 3,9 secondi con una velocità massima sbalzata a 350 km/h.
Ancora non sono state rilasciate informazioni tecniche sugli interni, ma si può notare dalle foto ufficiali che avranno uno stile puramente sportivo, con inserti in alcantara e fibra di carbonio.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags: ,

Armani Hotel Milano, il concetto della nuova ospitalità

November 11, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

ARMANI HOTEL MILANO

Il concetto della nuova ospitalità

Il piacere personale del ricevere, il desiderio di reinterpretare il concetto di ospitalità, l’intuizione di offrire in ogni dettaglio l’estetica Armani. Nasce così Armani Hotel Milano, il secondo hotel ad aprire le porte, del progetto Armani Hotels & Resorts, in collaborazione con Emaar Properties PJSC. Dopo l’hotel di Dubai, situato all’interno del Burj Khalifa, l’edificio più alto del mondo, apre oggi l’Armani Hotel Milano: nel cuore della città, nello straordinario palazzo di via Manzoni 31, in stile razionalista, progettato originariamente da Enrico A. Griffini nel 1937.

In questo edificio dalle linee potenti e austere, Giorgio Armani ha creato un mondo di armonia, di privacy, di attenzione alle esigenze degli ospiti. Il lusso, la calma, e la bellezza sono declinati nel più puro stile Armani, dando al concetto di comfort un’estetica nuova. “Mi sono concentrato su ciò che volevo offrire seguendo la mia personale visione dell’estetica e un’idea precisa del comfort”, spiega lo stilista.

Mohamed Alabbar, Presidente di Emaar Properties, ha commentato: “Armani Hotel Milano, la più recente aggiunta al portfolio internazionale di Emaar costituito da progetti lifestyle di respiro internazionale, dimostra la nostra fiducia nella filosofia di design di Giorgio Armani che ha cambiato il mondo della moda.”

Fondamentale la distribuzione dello spazio che permette di creare un piccolo ingresso in ogni stanza, evitando di presentare immediatamente alla vista l’intimità della camera. Le 95 stanze e suite offrono diverse soluzioni: dall’Armani Deluxe (ampiezza fino a 45 metri quadrati) alle suite Armani Signature e Armani Presidential, le cui dimensioni variano dai 170 ai 200 metri quadrati, articolate a doppia altezza con una magnifica scala dal forte impatto architettonico. Minibar, impianti hi-tech, armadi che scompaiono nelle pareti – un gusto per l’ordine e la spaziosità che Giorgio Armani sperimenta da anni nelle proprie case – accentuano l’impressione di caldo nitore e ampiezza. Ogni stanza da bagno, idealmente strutturata per due, offre i migliori servizi e la riservatezza di una cabina doccia il cui vetro permette la vista soltanto dall’interno verso l’esterno. Il pavimento e le pareti, nelle sfumature naturali di un crema-marrone, sono realizzati con una pietra dalla texture regolare, Silk Georgette, proveniente dall’Asia. Tutti gli arredi dell’hotel si ispirano alle collezioni Armani/Casa realizzati appositamente per l’albergo in varie preziose finiture che riflettendo l’atmosfera d’epoca del palazzo: dai divani lineari rivestiti di raffinati tessuti, alle testate di legno retroilluminate dei letti.

Completa l’esperienza dell’Hotel Armani un concetto unico di servizi sotto la supervisione del reparto lifestyle. I Lifestyle Manager sono infatti il punto di riferimento per i clienti, perché si impegnano a soddisfare bisogni e desideri con un’assistenza continua e discreta. Dal momento della prenotazione si prendono cura dell’ospite, facilitando ogni procedura e rispondendo a ogni esigenza. Fin dal primo incontro nella lobby, affacciata su via Manzoni, quando il Lifestyle Manager accoglie il cliente e lo accompagna al settimo piano.

Tutti gli spazi comuni sono concentrati al settimo e ottavo piano, nel ‘cappello’ di vetro, come viene chiamato, che regala una spettacolare e inaspettata vista su Milano, dal Duomo ai nuovi grattacieli. Al settimo piano si trova l’Armani/Ristorante, dedicato alla ricca tradizione gastronomica italiana, con un’enoteca esclusiva, una sala da pranzo privata e un tavolo dello Chef all’interno della cucina. Sul lato opposto l’Armani/Lounge si affaccia sulla città con l’Armani/bamboo bar, un ambiente raffinato e di grande impatto visivo, che si affaccia su via Manzoni e su Piazza Croce Rossa. Il soffitto è a doppia altezza – 6 metri e mezzo – e la parete è realizzata con un’immensa vetrata dotata di louvres. Gli elementi in onice retroilluminati, gli arredi e la buona musica creano l’atmosfera ideale per gustare un pranzo informale, un afternoon tea o un aperitivo prima di cena. Mentre un ponte di collegamento interno è dedicato all’area fumatori.

L’ottavo piano, su una superficie di 1200 metri quadrati, è interamente dedicato alla bellezza e al relax e raccoglie tutti i trattamenti e le terapie che infondono armonia tra mente e corpo. L’Armani/SPA comprende sei sale trattamento dedicate, una couple Suite – per la coppia inseparabile – una palestra fitness e una piscina progettata per bagni rilassanti che grazie alla possibilità di regolare la temperatura, favorisce uno stato di completo relax. Le pareti frangisole regolate in modo da filtrare i raggi e il soffitto con magnifica vista sulla città danno un’atmosfera di leggerezza surreale. La palestra offre anche un vasto assortimento di attrezzi per l’allenamento cardiovascolare e muscolare, con accesso 24 ore su 24.

24 ore al giorno è disponibile anche l’Armani/Business Centre: 200 metri quadrati, con una sala meeting privata e due saloni consiliari. Oltre a una dotazione di audiovisivi, attrezzature informatiche e per conferenza, controllo a distanza dell’illuminazione e una propria Kitchenette in grado di servire direttamente le sale rispondendo alle richieste degli ospiti.

Tutto nell’hotel è concepito per soddisfare le esigenze di lavoro, relax e piacere, secondo quell’ideale di eleganza e semplicità che contraddistingue lo stile Armani. “Stay with Armani” non è soltanto uno slogan, ma la filosofia profonda di questo hotel. Un albergo realizzato in un palazzo che le esigenze dell’architettura hanno tratteggiato come un’immensa ‘A’, visibile soltanto dall’alto e nei disegni originali di Griffini. Un gioco del destino, un caso.