Archive

Archive for November 2, 2011

AlessiTab², nuovo tablet da Stefano Giovannoni

November 2, 2011 Leave a comment

AlessiTab è il nuovo tablet multimediale nato dalla collaborazione tra Alessi e Promelit e affidato alla creatività di Stefano Giovannoni. AlessiTab, abbreviazione di “tablet”, letteralmente “lastra” o “tavoletta”, presenta un touch screen HD da 10.1”, la cui grafica è stata disegnata dallo stesso Giovannoni, incastonato in un design versatile che ne permette l’utilizzo in due diverse posizioni grazie ad un sensore gravitazionale che ruota le immagini di 180°.
Basato sul nuovo sistema operativo Android di Google, Alessi-Tab è stato pensato per inserire nell’ambiente domestico un dispositivo semplice, intelligente e versatile, alla portata di tutti.
In famiglia troveranno applicazioni di loro interesse le casalinghe, i cultori di cinema e musica, gli appassionati di cucina, i fanatici di internet e anche chi non ha familiarità con la tecnologia.
Il mondo aperto di Android permette ad AlessiTab di essere continuamente aggiornato ed arricchito di nuove funzioni.
Connesso tramite Wi-Fi e dotato di videotastiera, AlessiTab consente di navigare sul web, gestire la posta personale, inviare messaggi vocali ed eseguire video-chat. Predisposto a ricevere la tv digitale terrestre, la web tv e la web radio, permette di riprodurre in alta definizione immagini e documenti personali attraverso ingressi USB ed SD.

Caratteristiche Tecniche:
Display 10.1” multi-touch capacitivo
Autorotazione con sensore gravitazionale
CPU Cortex A8, 1Ghz
Android 2.3 (Gingerbread)
1GB Memoria Interna – espandibile a 32GB (tramite SDHC)
Connessione Wi-Fi 802.11 b/g/n
Tecnologia Bluetooth 2.1
DVB-T con antenna esterna
MIC e fotocamera integrati
Supporto full HD (1080p) con uscita HDMI
Porte USB 2.0 / Scheda SD
Batterie ricaricabili (6200 mAh).
Durata batteria in standby 140 ore; durata batteria riproduzione video 4,5 ore
Cornice digitale
AlessiTAB app (ricette, notizie, previsioni meteo real time, orologio, sveglia)
Social network (Facebook, Twitter, Flickr)
Aggiornamento software via Wi-Fi (OTA)

Diamante Mirror, specchio di lusso da Regia

November 2, 2011 Leave a comment

Diamante Mirror è stato creato per dare un tocco di esclusività e fascino alle pareti domestiche presenti nelle abitazioni più lussuose.
L’opera in questione, firmata Regia, ha un taglio sorprendentemente elegante che lo fa somigliare ad un enorme diamante dalle superfici specchiate.
Una scelta davvero soddisfacente per guardarsi, in grado di risplendere ogni oggetto e accessorio nella maniera più incantevole, regalando attimi di grande piacere.
Lo specchio, è già molto richiesto nel mercato degli arredi di lusso e presto sarà commercializzato anche in Italia; ancora nessuna informazione riguardo al prezzo.

Fonte: GoLook.it

Categories: Domus Architecture Tags:

Jumeirah, inaugurazione delle nuove Eithad Towers di Abu Dhabi

November 2, 2011 Leave a comment

Secondo quanto rivelato dal prestigioso gruppo Jumeirah, presto saranno pronte all’inaugurazione le nuove Eithad Towers di Abu Dhabi.
Si tratta di un complesso di 5 torri, in cui sarà presente il complesso ricettivo di lusso marchiato Jumeirah; il tutto aprirà nel mese di dicembre.
Secondo quanto considerato, questo sarà il primo complesso del gruppo situato nella capitale degli Emirati Arabi Uniti.
Ogni torre sarà alta ben 280 metri e, all’interno del nuovo 5 stelle, troveranno posto centinaia di camere e suite, tutte arredate con il massimo del lusso e della raffinatezza.
Nelle torri, inoltre, saranno presenti anche 199 appartamenti, che saranno immessi sul mercato immobiliare a prezzi stellari; il complesso riuscirà ad accogliere un totale di 2.200 persone.

Fonte: GoLook.it

Steve Jobs, l’uomo che non conoscevo

November 2, 2011 Leave a comment

Prima della morte di Steve Jobs, tutto ciò che sapevo su di lui mi era giunto tramite passaparola, video e mie supposizioni sulla sua persona basate sul personaggio pubblico che si mostrava al mondo.
Non avevo letto nulla su di lui, qualcosa mi bloccava dal leggere i libri che circolavano sul suo conto come “Nella testa di Steve Jobs. La gente non sa cosa vuole, lui sì“. Mi rifiutavo di avventurarmi in letture che non avevano niente da darmi, se non un’analisi di ciò che già potevo dedurre di mio.
Tutto ciò è cambiato alla sua morte, poiché già sei anni fa Steve aveva pensato alla creazione di un suo testamento spirituale, un lascito che svelasse tutto di lui senza segreti. Per la sua stesura si è voluto affidare a Walter Isaacson, noto biografo, e il risultato possiamo gustarlo oggi nella magnifica biografia, dal titolo minimale come sarebbe piaciuto a lui: “Steve Jobs“.
Questo non vuole essere né un articolo da fanboy (cosa che non sono) né un elogio, ma semplicemente un punto di partenza per chi come me è interessato e attratto da questo personaggio e lo crede, non un genio, non un “drogato che ha avuto una botta di fortuna”, ma un uomo più profondo con un percorso travagliato che è bello avere la possibilità di conoscere.
Personalmente sapevo poco e nulla del Jobs precedente la fondazione della Apple e il libro di Isaacson mi ha permesso di conoscere tutto il percorso che lo ha portato al successo, che forse è addirittura più interessante di ciò che ha fatto una volta raggiunto il successo (ok forse sto esagerando).

La cosa che più mi ha affascinato è stata l’idea di fondo con la quale viene presentato il personaggio: Jobs non ha doti tecniche straordinarie (a differenza di Wozniak), ma è un invidiabile uomo d’affari, che si trova all’intersezione di mondi diversi, fra tecnica e arti liberali.
Prima di leggere il libro non sapevo che:

  • Steve era un bambino prodigio alle scuole elementari e viveva in un quartiere popolato da ingegneri;
  • suo padre era un meccanico col fiuto per gli affari e lui cercò di emularlo in un altro settore, l’elettronica;
  • non avesse il minimo rispetto per l’autorità e si divertisse a far loro scherzi e a metterle in difficoltà con le parole;
  • era un fan sfegatato di Bob Dylan e che l’amicizia con Wozniak nacque anche per questo.
  • progettò, insieme a Woz, una versione single-player di Pong usando pochissimi chip e in soli 4 giorni;
  • avesse frequentato il Reed College per un semestre, seguendo un corso di indirizzo letterario;
  • il primo progetto commerciale realizzato da lui e Woz non fu l’Apple I, ma furono le così dette Blue box, delle “scatole magiche” che permettevano di fare chiamate interurbane al costo di normali chiamate urbane (ai tempi non c’era Skype); riuscirono a venderne un centinaio;
  • usarono una di queste per fare uno scherzo telefonico al Papa, chiamando il vaticano e fingendosi vescovi;
  • non sapevo che per la maggior parte del tempo girasse puzzolente e vestito come un barbone;
  • non sapevo della sua ossessione per la cultura Zen e per la ricerca dell’illuminazione che lo condusse in un viaggio di diversi mesi in India.

Quello che voglio dirvi è che l’apparenza spesso inganna e conoscere la storia di quest’uomo può risultare un’esperienza interessante, anche per chi non è un fanboy.

Fonte: Skimbu

Categories: Portraits Tags:

LeSilla, estate 2012 all’insegna del colore

November 2, 2011 Leave a comment

Le mie paturnie sono ufficialmente un ricordo, questa mattina dopo mille peripezie che vi racconterò prossimamente sono entrata in possesso di un favoloso paio di scarpe, quindi posso concentrarmi di nuovo sul blog e sui suoi contenuti.
Nello specifico, vorrei presentarvi un sandaletto LeSilla da capogiro, ho usato il termine “sandaletto” volutamente, per sminuire un piccolo capolavoro realizzato in suede turchese.

Il tacco a spillo a spillo è un sogno, oltre che una sicurezza in casa LeSilla, molto particolare anche il maxi platform rivestito in tweed, mi piacerebbe abbinarli ad un bel paio di jeans scuri e ad una giacchina Chanel, chiedo troppo? Lo so… Dobbiamo proprio rassegnarci all’inverno!?

Fonte: Shoeplay

Categories: Lux-Woman Tags:

Alibi, yacht di lusso dai cantieri navali CBI Navi

November 2, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Alibi è il nome di questo imponente yacht di lusso costruito nell’ormai lontano 2005 dai prestigiosi cantieri navali CBI Navi.
Alibi offre spazio a volontà per 12 ospiti, con 6 cabine arredate con la massima attenzione nei dettagli; sono presenti ampi saloni dedicati alla vita sociale, una sala fitness e molte aree dedicate all’intrattenimento all’aperto.
Sul ponte principale troviamo un’incantevole zona bar esterna, collegata alla zona relax e all’ampia sala da pranzo.
La suite armatoriale si presenta allo stato dell’arte, con una dotazione ai più alti livelli, degna di accogliere i più esigenti di comfort e relax.
Lo yacht di lusso Alibi è attualmente disponibile al charter, con tariffe di noleggio che partono da 200 mila euro a settimana.
Per altre informazioni basta visitare il sito charterworld.com

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Airbus A320 Prestige, aereo di lusso da Comlux

November 2, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Comlux, una prestigiosa società di charter con sede a Zurigo, ha appena svelato l’ultimo modello della sua flotta, denominato Airbus A320 Prestige.
Il nuovo velivolo ha una capacità di 19 passeggeri, che possono godersi dei viaggi immersi nel lusso e nel relax, cicondati da comfort di ogni genere.
All’interno del nuovo Airbus A320 Prestige sono stati usati materiali esclusivi e soprattutto di alta qualità, che riportano i colori della sabbia e del cielo del deserto; è presente una sala VIP con divano ad “L”, due comode poltrone per gli ospiti ed una zona pranzo con un tavolo con 6 posti a sedere.
Altri saloni presenti sono dedicati alle attività sociali e alle conferenze; all’interno di questi ultimi si può godere di tecnologia all’avanguardia in grado di soddisfare anche i più esigenti, con tanto di connessione ad internet in WiFi.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags: