Archive

Archive for July 14, 2011

Gucci, “1921 Collection” in onore del 90esimo anniversario

This slideshow requires JavaScript.

Gucci ha presentato la nuova collezione “1921 Collection”, una linea esclusiva di abbigliamento sartoriale e accessori artigianali uomo e donna ideata per celebrare il 90esimo anniversario del marchio.

La collezione si correda di un nuovo logo creato per l’occorrenza, “G. GUCCI Firenze 1921”, visibile all’interno degli accessori, sulle fibbie delle cinture e sulle targhette metalliche delle borse da viaggio. Essa include una serie riservata di borse – New Bamboo, New Jackie e Horsebit Chain –  in vitello e coccodrillo, distinte in cinque diverse varianti di colore – cherry, kaki, rosa, testa di moro e verde bottiglia – e due borse da viaggio tutte rivolte al maschile in vitello d’ispirazione vintage munite del celebre motivo Diamante. Elementi contraddistinti echeggiano riverberi d’antan, quali il celebre Crest sulle tiralampo delle tasche, le nappine e la chiusura in bamboo nei portafogli, il classico originale Gucci in verde predisposto come sigillo  monocromatico all’interno dei mocassini uomo e donna.

Lodevoli sono i dettagli che legano il marchio al  mondo dell’equitazione, tra i quali spiccano il mocassino con morsetto, il classico loafer reinterpretato, realizzato in vitello o coccodrillo e presentato in varie tinte sfumate, gli esuberanti stivali da cavallerizzo.

La pelle fa da padrona anche nell’orologeria, conquistando il modello di punta da donna, 1921, la cui cassa é ricoperta interamente in nappa e gli occhiali in limited edition  con una piastrina laterale in oro a 18 carati, mentre la versione deluxe Gucci coupé si correda di una lavorazione a diamante sul cinturino e i braccialetti in  argento e oro rappresentano una variazione del classico bracciale modello Horsebit.

Le fantasie stampate su foulard carré e tessuti in seta-cotone o silk twill echeggiano assonanze di motivi storici, le briglie da selleria ondeggianti nell’aria a formare una classica G, il Crest con l’armatura tradizionale, l’indimenticabile morsetto da cavallo, il cartiglio come visione trompe l’oeil di un’etichetta stiacciata sul disegno stampato.

Frida Giannini, Direttore Creativo del marchio, sostiene: “Nel corso dell’anno celebreremo il nostro anniversario in molti modi diversi e ho voluto con questa collezione speciale rendere omaggio alle icone, alla lavorazioni e ai materiali pregiati per cui il marchio è diventato famoso sin dalla sua fondazione nel 1921 da parte di Guccio Gucci. Ogni articolo di questa collezione racconta una storia e rappresenta un capitolo importante del nostro ricco patrimonio”.

by Marius Creati

Advertisement
Categories: Lux-Man, Lux-Woman Tags:

Girard-Perregaux 1966 Small Second (PRE-SIHH 2011), heritage of tradition

This slideshow requires JavaScript.

A heritage of tradition – Carrying the legacy of Girard-Perregaux’s clean, refined style, the Girard-Perregaux 1966 collection embodies the Brand’s all-encompassing expertise in creating great watchmaking classics. The latest creation in this line, the Girard-Perregaux 1966 Small Second model, with a design of the utmost purity, bears the distinctive hallmarks of a refined timepiece right down to the smallest details.
A modern yet timeless spirit infuses the creations of Girard-Perregaux. The new Girard-Perregaux 1966 Small Second, with a 40 mm round case, embraces this philosophy perfectly. The design is largely inspired by Girard-Perregaux’s 19th century pocket watches. For a contemporary homage to this secular tradition, it quickly became clear that enamel was the only choice for the dial. The properties of enamel and its special component make the dial it adorns resistant, lending it depth and a unique character.
This traditional technique, now only mastered by a very few experts, consists of fixing the enamel powder and ensuring its harmonious balance through heat during delicate firing stages. Complementing this inspiration are elegant painted Arabic numerals which punctuate the movement of the blued steel leaf-shaped hour and minute hands, while the small second hand marks its path around a counter at 6 o’clock.
This model beats in time to a new automatic movement, developed from the Girard-Perregaux calibre 3300. In line with the Brand’s ongoing quest for excellence, this masterpiece of watch creation offers a modified small second display, just slightly offset to balance the design perfectly. The diversity and richness of the decorations and finishes adorning the multiple components can be seen through a transparent sapphire case-back.
Movement – Girard-Perregaux GP03300-50. Mechanical self-winding movement. Calibre 11 ½ ’’’. Frequency – 28,800 vibrations/hour (4 Hz). Power reserve – Minimum 46 hours. Jewels – 32.
Case – White gold or pink gold. Diameter – 40 mm. Antireflective sapphire crystal. Sapphire case-back. Water resistance – 30 metres.
Functions – Hour, minute, small second.
Dial – «Grand Feu» enamel.
Strap – Alligator strap with ardillon buckle.
Source: Girard-Perregaux

Fonte: Luxury & Fine Timepieces – Facebook

Categories: Lux-Man Tags:

Manaus, sandalo in pelle da LaRare

LaRare è sinonimo di scarpe sensuali e tacchi altissimi che mettono in seria difficoltà le caviglie di chi ha la fortuna di indossarle, ed è per questo che io adoro le creazioni di questo marchio francese di nicchia, amatissimo in tutto il mondo. Per il post di oggi ho scelto un sandalo lontano dai modelli coloratissimi della collezione S/S 2011, ma non per questo meno attraente.

Il modello Manaus è realizzato in suede e pelle di vitello nera; il tacco misura 12 cm, ma con il plateau si scende a 10 cm di reale inclinazione; la parte anteriore è piuttosto semplice, protagonista assoluta è la caviglia, legata da tre maxi listini uniti tra loro da una decorazione in pelle nera, opaca, che crea un contrasto netto con il morbido suede, materiale più “dolce”. Immancabile l’anellino in acciaio posto sulla suola, simbolo di LaRare, piccolo vezzo che conferma l’atteggiamento provocatorio ma chic che si nasconde dietro queste calzature.

Fonte: Shoeplay

Categories: Lux-Woman Tags:

Dolce&Gabbana, cover per iPad Apple in pelle e oro

Una speciale cover per iPad firmata da Dolce & Gabbana per attirare l’attenzione di tutti i possessori dell’innovativo tablet della mela.
Questa preziosa cover, appena presentata dalla prestigiosa casa, si presenta con un look a dir poco prezioso, caratterizzato da dettagli in oro e pelle nera di prima qualità, per uno stile unico ed inimitabile, in puro stile della maison.
Pailettes d’argento decorano la tasca esterna, donando una grande brillantezza a questa cover, creata per tutte le fashion victims che non possono fare a meno del lusso e dell’esclusività in ogni minimo dettaglio.
La cover per iPad firmata da Dolce & Gabbana sarà disponibile in edizione limitata fino al 21 ottobre 2011 al prezzo di 1.175 dollari.

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Man, Lux-Woman Tags: ,

Parrot, nuova collaborazione con Aston Martin

This slideshow requires JavaScript.

This announcement is the result of the collaboration between Parrot, Skyships and Aston Martin.

The solution supplied by Parrot is factory-fitted in the “One-77”, Aston Martin’s supercar sold worldwide.

It is based on Parrot’s CK5050+ module. Its features include state-of-the-art hands-free telephony with advanced digital signal processing technologies such as noise reduction and echo cancellation. It also lets drivers enjoy the music from their mobile devices on the car’s audio system: the built-in connectivity ports to USB music devices allow drivers to choose their playlists straight from the car’s main interface.

« Parrot is proud to collaborate with such an exclusive brand as Aston Martin, on such a flagship vehicle.” said Eric Riyahi, Parrot’s Executive VP.” Parrot is a key player in all car market segments and partners with numerous car makers worldwide, for both mainstream and premium brands. This new partnership with Aston Martin marks our expansion to supercars.”

Categories: Lux-News Tags: ,

Relais Ducale, antica testimonianza medioevale

This slideshow requires JavaScript.

Gubbio sorge ai piedi del Monte Ingino, nel verde dell’Umbria. Meta francescana, la città ha origini romane e una chiara impronta medioevale. Del periodo dell’antica Roma conserva l’Anfiteatro, risalente al I secolo d.C., costruito con grandi blocchi squadrati di pietra calcarea rifiniti a bugnato. Di epoca tardo medioevale sono invece il Palazzo dei Consoli, antica residenza della Magistratura e del libero comune, e il Palazzo Pretorio, un tempo abitato dal podestà. Da vedere anche il Palazzo Ducale, commissionato da Federico di Montefeltro nella seconda metà del Quattrocento. L’imprevedibilità dei suoi abitanti ha contribuito a rendere nota Gubbio come la città dei matti. Non a caso, un’antica tradizione vuole che chi compie tre giri intorno alla cosiddetta Fontana dei Matti e viene bagnato da un eugubino della sua acqua acquista la cittadinanza eugubina e la Patente da Matto

Il Relais Ducale, affacciato sulla bellissima Piazza della Signoria di Gubbio, è la dependance del Palazzo Ducale, dove il Duca di Montefeltro accoglieva i suoi ospiti. Questo elegante albergo 4 stelle, dove convivono antica tradizione e comfort moderno, ha sede in un edificio di fine Trecento, con una vista strepitosa sul paesaggio circostante. Le camere e le suite sono arredate con cura e impreziosite da mobili antichi. La veranda, piacevole anche nel periodo invernale, il giardino pensile ricco di fiori e di colori, gli ambienti comuni dove leggere e conversare e le eleganti sale di rappresentanza creano un suggestivo contesto dove riposare, godendo il lusso della discrezione. Il Relais Ducale è l’indirizzo giusto per scoprire la città medioevale di Gubbio, con le sue mura, le stradine, i palazzi gotici e le splendide chiese e piazze. È anche il punto di partenza ideale per scoprire le città vicine e i paesaggi incontaminati della regione.

Le 30 camere di questo elegante hotel hanno arredi antichi, ampi tendaggi, parquet e colori caldi, il tutto in un’atmosfera di grande charme. Le testimonianze architettoniche del Medioevo e del Rinascimento, l’antica tradizione aristocratica e i comfort moderni convivono in perfetta armonia. L’eleganza delle stanze e delle suite, dotate di tutti i migliori servizi per la clientela, promette rilassanti soggiorni e weekend indimenticabili, in una cornice di notevole pregio storico e naturalistico.

La Taverna del Lupo è uno dei più rinomati locali di tutta l’Umbria. Ospitato in uno storico palazzo d’epoca medioevale, elegante ed esclusivo, arredato con mobili d’epoca e straordinarie collezioni di ceramiche, il ristorante propone ai suoi clienti i piatti ispirati alla tradizione della cucina locale, curati e rivisitati dalla sapienza dello chef. Il protagonista indiscusso resta sempre il tartufo, insieme alla pasta fresca fatta in casa e ad altre specialità del territorio. Il menu è completato dai vini d’annata della cantina-enoteca, aperta al pubblico.
A disposizione degli ospiti del Relais c’è anche il Caffè Ducale, nella piazza di fronte al Palazzo dei Consoli, dove si servono breakfast e ottimi cocktail.
La struttura propone ai suoi ospiti anche corsi di cucina, per almeno 4 persone. In poche ore, l’allievo sarà introdotto ai segreti dell’arte enogastronomica locale.

Il Relais Ducale organizza meeting e stage di professionisti nella Sala Vittoria e nella Saletta Agnesina da Montefeltro, in ambienti piacevoli e rilassanti. Per grandi eventi congressuali, è a disposizione il vicino Centro Congressi Santo Spirito.

Fonte: Dimore D’Epoca – Hotel di charme e dimore storiche

Miu Miu, francesina spuntata in suede nero con fiocco in velluto per l’autunno 2011 2012

Da diverse stagioni le scarpe di Miu Miu sono entrate nel cuore di tutte noi, con la complicità di forme innovative, di una femminilità velata e dei materiali di lusso; uno dei modelli di punta per l’inverno 2011/2012 è una francesina spuntata in suede nero, chiusa da un fiocco in velluto che si chiude sul collo del piede.

Il dettaglio che caratterizza questo modello dall’appeal vittoriano è il tacco, dalle forme squadrate ma altissimo, un classico nelle collezioni MiuMiu per il prossimo inverno. Ancora presente il platform, ma è così sottile che quasi non si nota. Di solito preferisco calzature più “leggere” nel complesso, ma forse è proprio il fatto che queste siano così diverse dal mio solito stile a farmi desiderare di poterle almeno provare.

Fonte: Shoeplay

Categories: Life-Woman Tags:

Love Moschino, prima boutique in Cina

Moschino ha recentemente inaugurato la sua prima boutique Love Moschino presso l’esclusivo mall Charter di Shenyang, città industriale e commerciale ubicata nel nord-est della Cina, all’interno dell’area ‘L’avenue’ in uno spazio di 150 metri quadrati nel quale

La boutique ospita le collezioni di abbigliamento uomo e donna, inclusi tutti gli accessori realizzati da Love Moschino.

by Marius Creati

Michele Miglionico, presiede giuria al Premio Moda “Città dei Sassi”

This slideshow requires JavaScript.

Michele Miglionico presiede la giuria della terza edizione del  Premio Moda “Città dei Sassi”  e omaggia Matera con i suoi red dresses di Alta Moda.

Grande successo per il Premio Moda Città dei Sassi, sensualità, passione, originalità nel segno dello stile e dell’eleganza, questi gli elementi che hanno caratterizzato la terza edizione del Premio, il Concorso Nazionale per Giovani Stilisti organizzato dalla Publimusic.com con il Patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia di Matera, dall’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, dal Comune di Matera, dalla Camera di Commercio di Matera e dal CNA-Federmoda.

La manifestazione sì è tenuta in Piazza San Francesco d’Assisi a Matera sul sagrato della Chiesa con una scenografia fiabesca arricchita da giochi di luce che facevano esaltare la bellezza degli abiti presentati dagli otto finalisti e dalla presenza di una grande firma della “haute couture” italiana lo stilista Michele Miglionico.

A vincere la terza edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” è stata Anna Mattarocci, stilista di Cagliari che si è aggiudicata anche il Premio Giovani Stilisti, al secondo posto Luca Tommasoli di Gubbio (Perugia) e al terzo posto Cecilia Lopedota di Altamura (Bari) ed infine il Premio della Critica a Chiara Banelli di Tolmezzo (Udine).

A decretare la vittoria sono state una giuria tecnica e una giuria di giornalisti, presiedute dallo stilista Michele Miglionico e composte dalla giornalista esperta di moda della rete televisiva LA7 Cinzia Malvini, lo stilista  e docente alla facoltà di Scienze e Tecnologia dell’Università di Bari Roberto Guarducci, lo stilista Paolo Fumarulo e Angela Paterno, l’architetto Gianni Nicoletti, da Giuseppe Fata presidente della Camera Regionale della Moda Calabria e rappresentante del presidente della “Gianni Versace Spa” Santo Versace, dal responsabile nazionale CNA-Federmoda Antonio Franceschini e il presidente del CNA Basilicata Leo Montemurro.

La serata, presentata da Michele Loprieno, si è conclusa con la sfilata dello stilista Michele Miglionico presentando i suoi capi di alta moda più significativi degli ultimi anni ed indossati dalla testimonial la modella croata Livia Skugor. Unico colore il “rosso” simbolo di amore e di passione per la sua terra di origine la “Basilicata”.

“Non potevo mancare a questo appuntamento” afferma lo stilista Michele Miglionico “Sono partito da Potenza dove ho aperto il mio primo atelier, e ho girato tutto il mondo, facendomi conoscere e apprezzare e facendo conoscere la mia terra. Matera è davvero una perla e si presta perfettamente, grazie ai suoi splendidi luoghi, a manifestazioni sulla moda. Ritengo infatti che la moda non debba essere solo glamour, red carpet o passerella ma anche un veicolo per progetti di promozione del territorio e della cultura. La Città dei Sassi è il connubio perfetto tra moda e bellezze naturali che può candidarsi non solo a Capitale Europea della Cultura 2019 ma anche dell’Alta Moda”.

Il look delle modelle è stato curato da make-up artist Loredana Venturini (Immagine Donna Estetica Solarium di Loredana Venturini – Potenza) e dall’hair stylist Angela Chironna.

Categories: Lux-News Tags:

Impero Couture, eleganza stravagante per la nuova collezione

Un turbinio di colori esuberanti come il fucsia, l’azzurro, il giallo senape e il verde in numerose tonalità, ma anche il nero e il bianco in tutta la sua purezza caratterizzano la nuova collezione Impero Couture. Le scelte cromatiche sembrano quasi rimandare all’artista Gauguin nel periodo del suo soggiorno in Polinesia quando nei suoi dipinti esaltava con i colori la natura libera e felice delle donne indigene. La linea degli abiti, seppur morbida e flessuosa, è emblematica di fascino, seduzione ed eleganza sia grazie al pregio dei tessuti in taffetà, raso e seta accompagnati da un design innovativo sia grazie allo studio particolareggiato dei dettagli arricchiti da elementi preziosi come cristalli Swarovski e frammenti di corallo. La collezione, presentata in occasione della I edizione di Notte Imperiale a Cincecittà, non manca di stupire attraverso stravaganze come ornamenti di piume o ricami di paillettes, pur mantenendo uno stile raffinato e senza eccessi.

Categories: Lux-News Tags: