Archive

Archive for February 15, 2012

Azerbaijan Tower, meraviglia architettonica del gruppo Avesta

February 15, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Progettato per un solo obbiettivo: mettere in ombra il Burj Khalifa, con 189 piani e ben 1.059 metri d’altezza.
Parliamo di quella che è stata presentata come la Azerbaijan Tower; questa nuova struttura, se mai dovesse tradursi in realtà, sarebbe in grado di sorpassare l’attuale grattacielo più alto del pianeta, il Burj Khalifa, che per ora deve accontentarsi di “soli” 830 metri.
Il gruppo Avesta, che sta lavorando sodo per permettere la costruzione di questa meraviglia architettonica, ha dichiarato che la Azerbaijan Tower comprenderà molti edifici che affacceranno sul Mar Caspio, oltre a tanti altri punti forti che non possono essere ancora rivelati.
La costruzione dovrebbe partire nell’ancora lontano 2015, con un costo complessivo di 2 miliardi di dollari.

Fonte: GoLook.it

BMW, nuove immagini ufficiali sulla nuova M6 nelle versioni Coupé e Cabrio

February 15, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

La prestigiosa casa automobilistica BMW ha appena rilasciato nuove immagini ufficiali sulla nuova M6, da poco svelata al pubblico con le versioni Coupè e Cabrio che condividono lo stesso telaio.
Ciò che risulta notevolmente cambiato nella nuova generazione di M6 rispetto a quella precedente, è soprattutto l’abbassamento dei consumi del 30% a fronte di un’aumento di potenza rispettivamente del 10% e del 30%.
Questa nuova opera automobilistica, che darà gran filo da torcere alle concorrenti, è dotata di un potentissimo V8 da 4,4 litri, con tecnologia M TwinPower Turbo, in grado di erogare la potenza massima di 560 cavalli con una coppia di 680 Nm.
La BMW M6 2012, riesce ad accelerare, in versione Coupè, da 0 a 100 km/h in soli 4,2 secondi, mentre impiega solo 4,3 secondi per la versione Cabrio. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Untitled, cofanetto intrigante di Maison Martin Margiela

February 15, 2012 Leave a comment

Eau de Parfum 50ml, Body Lotion 50ml, Shower Gel 50ml
Subito sorprendente. Intrigante. Come l’approccio radicale della Maison, con tradizione e savoir-faire (untitled) fa rivivere un vocabolario olfattivo classico dimenticato, quello delle note verdi.
In apertura il galbano, materia prima nobile e rara, le sue note incisive si nutrono dell’amaro del verde di bosso, della vibrazione del lentisco e dell’incenso, del vellutato dell’arancia amara. Come una monumentale bracciata di tesori vegetali appena raccolti dopo la pioggia e che ricorda, nella sua crudezza i capi messi a nudo, gli orli tagliati a vivo, firme emblematiche della Maison. La raffinata sagacia si contorna quindi di un calore denso, quasi patinato.

Fonte: Douglas

Categories: Cosmesi Tags:

Bermude, ex villa di lusso del Console Generale americano

February 15, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Il prezzo è davvero impressionante, ma si può dire che il tutto è giustificato dalla presenza delle amenità in grado di far deliziare anche i più esigenti senza alcun compromesso.
E così, l’ex villa di lusso del Console Generale americano alle Bermude, frequentata da molti personaggi illustri, piomba sul mercato immobiliare con un prezzo di listino di 45 milioni di dollari.
La lussuosa proprietà comprende 14 acri di terreno, con una casa sviluppata su tre livelli per un totale di 900 metri quadri; all’interno sono presenti 15 camere da letto e ben 19 bagni.
Tra le amenità, c’è un’enorme piscina esterna, un campo da croquet, un enorme giardino, un piccolo parco giochi per adulti e tanto altro ancora.
Ricordiamo, che tra gli ospiti di questa villa ci sono stati personaggi del calibro di George Bush, Dan Quayle, John Kerry, Edward Kennedy, Colin Powell.

Fonte: GoLook.it

Categories: Domus Lusso Tags:

CloudMobile, nuovo smartphone di ultima generazione da Acer

February 15, 2012 Leave a comment

Il colosso dei computer Acer, ha da poco annunciato l’arrivo del suo nuovo smartphone di ultima generazione, il CloudMobile.
Si tratta di uno smartphone di fascia alta, dotato di sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich e display HD da 4,3 pollici.
Come si può capire dal nome, il nuovo Acer CloudMobile è il primo smartphone della casa a supportare il sistema AcerCloud, che offre uno spazio sulla nuvola per memorizzare i propri files e documenti.
Tra le eccellenti caratteristiche di questo interessante device, troviamo uno spessore al di sotto del centimetro ed un audio integrato di grande qualità, con tecnologia Dolby.
Lo smartphone in questione verrà presentato in anteprima al prossimo Open Day Acer Italy del 22 Febbraio e sarà lanciato sul mercato per la fine del mese stesso, con annuncio al Mobile World Congress di Barcelona.
Il prezzo non è stato ancora annunciato, ma essendo uno smartphone di fascia alta con caratteristiche di grande qualità, si suppone che sarà oltre i 299 euro.

Fonte: GoLook-Technology.it

Categories: High Tech Tags:

Giorgio Armani, prima boutique a Berlino

February 15, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

APRE LA PRIMA BOUTIQUE GIORGIO ARMANI A BERLINO
Il Gruppo Armani è lieto di annunciare l’inaugurazione della prima boutique Giorgio Armani a Berlino, situata nella celebre ed esclusiva Kurfürstendamm, all’angolo con  Wielandstrasse.
La boutique che si estende su una superficie di oltre 370 metri quadri distribuiti su un unico livello, è il primo punto vendita Giorgio Armani in Europa che si ispira allo stile della boutique di Roppongi Hills, a Tokyo. Tra i materiali scelti vi sono il granito nero per il pavimento e lo stucco marmorino per le pareti, con finiture color argento che riprendono il soffitto. Completano l’ambiente i tavoli in teak con piani in vetro nero, e i dettagli in bambù su acciaio a specchio dalla texture satinata che richiamano le naturali nervature del legno. Nell’area dedicata agli accessori gli scaffali sono trasparenti dando l’impressione che gli articoli esposti siano sospesi. Nel complesso, l’effetto è quello di una moderna e luminosa foresta di bambù.
La boutique presenta le collezioni Giorgio Armani uomo e donna, che includono le linee formali e casual, gli accessori in pelle, l’eyewear, le fragranze e i gioielli, offrendo inoltre un angolo dedicato al servizio Giorgio Armani Made to Measure.
Il Gruppo Armani è tra le aziende della moda e del lusso leader nel mondo con oltre 5.300  dipendenti e 12 stabilimenti di produzione. Il Gruppo disegna, produce, distribuisce e vende direttamente prodotti di moda e lifestyle quali abbigliamento, accessori, occhiali, orologi, gioielli, cosmetici, profumi, mobili e complementi d’arredo con i seguenti marchi: Giorgio Armani Privé, Giorgio Armani, Emporio Armani, Armani Collezioni, AJ Armani Jeans, A/X Armani Exchange, Armani Junior e Armani Casa. L’esclusiva rete distributiva del Gruppo comprende 650 negozi (di proprietà e freestanding terzi) in tutto il mondo: 87 boutique Giorgio Armani, 2 boutique Giorgio Armani Accessori, 196 negozi Emporio Armani, 33 negozi Armani Collezioni, 202 negozi A/X Armani Exchange, 21 negozi AJ Armani Jeans, 12 negozi Armani Junior, 29 negozi Armani/Casa, in 46 Paesi nel mondo.

Categories: Boutiques Tags: ,

Bilderberg

February 15, 2012 Leave a comment

Nella sesta puntata del podcast mi avete sentito parlare per la prima volta, durante quella puntata ho parlato di Bilderberg e di come sia stato semplice mettere down il sito ufficiale. A parte questo, in questo articolo vorrei parlare di Bilderberg, che non è altro che l’incontro annuale di economisti, banchieri e “gente potente” più misterioso di sempre. Già, perché è un incontro privato, chiuso alla stampa che non ne parla quasi mai. È qualcosa di molto interessante, e ne scopriremo di più in questo articolo…
Cos’è Bilderberg
Bilderberg è un incontro annuale con circa 150 partecipanti invitati tra banchieri, imprenditori, politici e altri personaggi molto influenti in campo economico. È considerato il più autorevole e importante incontro economico non pubblico, quindi non aperto alla stampa. È chiamato così in quanto la prima conferenza avvenne nel 1954 nell’hotel de Bilderberg in Olanda. L’incontro viene infatti organizzato solo in hotel e resort di lusso in tutto il mondo, anche se la maggior parte in Europa. Come ho detto prima, a questo incontro partecipano persone di spicco dell’economia mondiale, tra gli italiani segnaliamo Romano Prodi, Mario Monti, Franco Bernabè, fam. Agnelli ecc. Tra gli esponenti mondiali notiamo i nomi di David Rockefeller, Josef Ackermann, Marcus Agius e tanti altri, insomma, gente con pochi soldi.
La conferenza è presieduta da una commissione permanente, composta da vari personaggi di 18 nazioni differenti e da un presidente (l’attuale è Henri De Castries) che assieme alla commissione seleziona i partecipanti. La commissione e il presidente vengono rieletti ogni 4 anni. Negli ultimi tre anni ci sono state conferenza in Grecia (2009), Spagna (2010) e Svizzera (2011). L’ultimo appuntamento italiano fu nel 2004 a Stresa, in Piemonte.


Cosa c’è dietro Bilderberg: la presunta cospirazione
Finora abbiamo visto il gruppo più dal punto di vista enciclopedico, e a riguardo per approfondimenti visitate Wikipedia in italiano e in inglese. E fin qui sembra tutto normale, certo, la domanda sorge spontanea: “Come mai un incontro così importante non viene reso pubblico?”. E qui vi si apre un mondo di misteri. Già, perché la stampa ne parla quasi niente e le teorie sulla presunta cospirazione abbondano. Infatti girano molte voci riguardo i programmi di questa conferenza. Ufficialmente, come si legge da questa pagina, si parla spesso dei problemi che affliggono l’umanità, dunque povertà, Kyoto, inquinamento, protezionismo, sistemi totalitari, Iran, il permanente successo della Svizzera e chi più ne ha più ne metta. Questi sono i programmi, in teoria, dunque un incontro solo consultivo e informatico che non ha nessun potere decisionale, in teoria.
In pratica non si sa, perché nessuno ci dice veramente cosa accada là dentro. Chi parla di cospirazione afferma che il gruppo è organizzato per decidere le sorti dell’economia mondiale, in poche parole da quella conferenza escono decisioni del tipo “Facciamo cadere il governo XX oppure ammazziamo il leader africano dello stato XX”. O addirittura “Trasferiamo i nostri investimenti in Cina e abbandoniamo l’Europa”. Decisioni che, se prese dai membri di questo incontro possono veramente cambiare l’economia globale, e quindi cambiare, a lungo andare, i nostri stili di vita. C’è chi dice che le manovre finanziarie italiane di Tremonti e Monti siano state dettate dal gruppo Bilderberg.. Insomma di voci che girano ce ne sono.
Ancora più pauroso è certamente il sito web (lo so, forse ha bisogno di un web designer) di Tony Gosling, un personaggio fermamente convinto che il gruppo Bilderberg sia molto pericoloso. Nonostante non creda a molte delle cose che il sito dice, ha comunque delle frasi interessanti che fanno riflettere, del tipo “La bibbia è ancora la guida più chiara per capire il casino in cui il mondo si trova”. Personalmente a me Tony Gosling parte un fanatico, un personaggio che mettere tutto sul punto dell’esagerazione.

Cosa bisognerebbe pensare
Purtroppo ci troviamo di fronte a qualcosa che pare più una leggenda da Voyager che una realtà. Bildeberg è certamente un incontro delicato e dal momento che nessuno ne sa nulla e noi non sappiamo quanto i “testimoni” (come il banchiere svizzero) siano affidabili, non possiamo dire se si tratta di una cospirazione o se si stratta di un incontro serio e volto a risolvere i problemi che affliggono l’umanità. Sicuramente gli argomenti toccati sono delicati, ma non credo che lì dentro gente che ha guadagnato il denaro con merito e grandi imprese industriali prenda decisioni che in teoria dovrebbero essere prese dal popolo. Decisioni che, dalle interviste e dai video possono arrivare persino a far uccidere della gente.
In conclusione prenderei queste teorie della cospirazione con le pinze, sappiamo tutti quante leggende e bufale ci vengono raccontate, e io sono convinto che Bilderberg sia una di queste. Attenzione però, potrebbe essere anche vero il fatto che nel gruppo Bilderberg vengano prese decisioni che migliorano l’economia di tutti i paesi o che risolvono problemi di altri paesi. Ad esempio non vedo che male ci sia ad avere un gruppo economicamente potente che, anche senza il consenso dei cittadini, prenda decisioni in merito al capovolgimento di governi africani o di altri paesi che non aiutano di certo l’economia globale (pensiamo alla storia recente dello Zimbabwe) e che rovinano anche la vita della popolazione di tale paese.

Fonte: Skimbu

Categories: Portraits Tags: