Archive

Archive for December, 2012

Made for Gentlemen, fascino immortale in limited edition con Chivas Regal e Tim Little

December 29, 2012 Leave a comment

 image002
Chivas Regal celebra il fascino immortale del Gentleman con una Limited Edition firmata Tim Little
Chivas Regal, whisky di lusso, ha collaborato con il maestro della tradizione calzolaia inglese Tim Little per lanciare una collezione limitata esclusiva in occasione del Natale 2012.
Chivas Regal 12 Year Old Made for Gentlemen by Tim Little è la prima di una serie di collaborazioni annuali con designer e stilisti che condividono la passione per lo stile, la tradizione e la creatività.
La confezione in edizione limitata progettata da Little, proprietario e direttore creativo dell’ etichetta britannica di scarpe di lusso Grenson, si ispira al guardaroba del Gentleman moderno e alla scarpa fatta a mano.
Il design audace è rivolto in particolare alla clientela maschile di Chivas e presenta un motivo di tomaie decostruite. La ragione di questa scelta risiede nella volontà di rimandare concettualmente alla brogue artigianale, calzatura di successo della produzione di Little, ma anche ad un particolare concetto molto British di eleganza dandy, riadattato in chiave moderna e in maniera più disinvolta.
In occasione del lancio della campagna Made for Gentlemen, Chivas Regal ha consultato l’esperto di moda maschile Tom Stubbs, sul tema del modern gentleman per individuare le 12 regole per essere un perfetto gentiluomo di oggi, consigliando il giusto stile da avere nel comportamento e per vivere al meglio i dubbi estetici che il gentleman affronta quotidianamente.
Le 12 regole del perfetto gentleman secondo Tom Stubbs
1 –  “Mai monete in tasca”
2  – “Non portare lo zaino in spalla”
3 – “Non indossare gli occhiali da sole quando si incontra qualcuno”
4 – “Indossare biancheria intima adeguata, NO boxer!”
5 – “Infradito vietate”
6 – “Non eccedere con il dopobarba”
7 – “Stretta di mano forte, ma non troppo”
8 – “Evitare eccessiva manicure”
9 – “Nascondere la calvizie con stile”
10- “Non essere frettolosi nel dare la business card”
11– “Emoticon bandite nei messaggi”
12– “Mai apparire deluso se a qualcuno non piace lo Scotch”
Chivas Regal 12 Year Old Made for Gentlemen by Tim Little è disponibile nei migliori  punti vendita della distribuzione moderna al prezzo di 20 euro circa.
Biografia Tim Little: Calzolaio e designer inglese progetta e realizza da oltre 200 anni le calzature per i signori più esigenti. Proprietario e direttore creativo di Grenson, azienda di calzature fondata nel 1866, ha inoltre fondato il proprio brand ‘Tim Little’ nel 1997. Gli è riconosciuto il merito di aver trasformato Grenson da un produttore di scarpe tradizionale ad un marchio di lusso contemporaneo.
Chivas Regal 12 y.o.
Premium Blended Whisky Scozzese che nasce da una miscela di 40 whisky selezionati, ciascuno con le proprie caratteristiche, che consentono di ottenere un risultato armonico di altissima qualità.
Degustalo cosi
In modo classico, liscio, con ghiaccio o con l’aggiunta di acqua per apprezzare al meglio la sensazione unica di un gusto inconfondibile, oppure in modo giovane e moderno, con l’aggiunta di ginger ale e una fetta d’arancia (Chivas Cooler).
_______________________________________
Gradazione: 40°
Aroma: Vaniglia, frutta cotta, legno, cioccolato amaro, caffè, liquirizia, noce moscata, cannella
Gusto: Dolce e armonioso si impossessa gradualmentedella lingua. Di grande persistenza e durata, lascia gradevoli sensazioni speziate.
Retrogusto: Prolungato e morbido.
Chivas Regal e Pernod Ricard

Advertisement

Magna Mater, distillato stravecchio in edizione limitata da Branca

December 29, 2012 Leave a comment

MAGNA MATER_HR-w600-h600

L’esclusivo distillato in edizione limitata firmato Branca
Le Distillerie F.lli Branca presentano in edizione limitata un distillato unico ed esclusivo: nato dalla selezione di 7 pregiate acquaviti conservate dopo un lungo invecchiamento in botti di rovere, è il regalo perfetto per gli amanti del bere eccellente e gli amici da stupire in occasioni speciali.
Le Distillerie F.lli Branca festeggiano i 120 anni della Botte Madre di Stravecchio, grande prodotto della tradizione italiana, con l’edizione limitata di Magnamater, distillato unico nel suo genere nato dalla selezione di 7 pregiate acquaviti conservate dopo un lungo invecchiamento in botti di rovere.
La Botte Madre in rovere, attiva dal 1892 anno in cui fu costruita, è autrice di una delle fasi più delicate della produzione, e conserva in sé il segreto che trasforma il blend di selezionati vini invecchiati nel famoso distillato italiano dalle componenti olfattive e gustative che coinvolgono i sensi in un’esperienza davvero unica.
Espressione del percorso di tradizione e innovazione delle Distillerie Branca lungo oltre un secolo, Magnamater è arricchito dal profumo avvolgente e deciso, e da quella raffinatezza e intensità che gli conferiscono un gusto profondo e caldo, caratterizzato da tenui note legnose, indefinite sfumature di gusci tostati e intenso sentore di vaniglia.
“Con questo prodotto abbiamo deciso di celebrare un importante anniversario per la nostra azienda – dice Niccolò Branca, Presidente e AD delle Distillerie Branca –  i 120 anni della Botte Madre di Stravecchio Branca, il brandy che dal oltre un secolo entra nelle case degli italiani con il suo gusto autentico. Magnamater nasce da questa tradizione e si arricchisce grazie a un processo di lungo invecchiamento e da un blend ricco e ricercato. Dopo Sernova, la vodka tutta  italiana, Magnamater è un altro esempio dell’eccellenza Made in Italy e di quel “fare italiano” che contraddistingue da generazioni le Distillerie Branca e il nostro modo di operare”. 
Magnamater racchiude in sé l’eccellenza della tradizione dei migliori brandy, è confezionato in bottiglie numerate di vetro nero satinato incorniciate da una prestigiosa confezione che richiama nella grafica la maestosità e il calore della Botte Madre.
Questo distillato di qualità in edizione limitata è il regalo perfetto per gli amanti del bere eccellente e prestigioso, e per stupire amici e parenti in occasione di momenti speciali.
Magnamater sarà in distribuzione da metà ottobre nel canale Ho.Re.Ca e nei migliori punti vendita selezionati della GDO al prezzo consigliato di € 14,90.
Fratelli Branca Distillerie s.r.l (www.branca.it), azienda a totale capitale privato controllato dalla famiglia Branca, è un’affermata realtà imprenditoriale italiana, leader nel settore spirits dal 1845. La società è presente in più di 160 Paesi e compete con successo, in Italia e all’estero, con società multinazionali. Il portafoglio prodotti che fanno capo alla società sono brand affermati nei segmenti di mercato di riferimento quali: Fernet-Branca, Brandy Stravecchio
Branca, Brancamenta, Caffè e Sambuca Borghetti, Grappe Candolini, la linea del monovitigno Sensèa, i rinomati vermut Antica Formula, Punt e Mes, i vermut classici Carpano, vini e olio Villa Branca, spumante Bellarco. Tutti prodotti famosi sia per la loro storia che per la loro eccellente qualità.
La produzione è concentrata in Italia (Fratelli Branca Distillerie, Milano, Via Resegone) e in Argentina (Fratelli Branca Destilerias S.A., Tortuguitas/Buenos Aires) dove la società con Fernet-Branca è leader assoluta del mercato. Presidente di Fratelli Branca Distillerie s.r.l. è Niccolò Branca.

Categories: Liquori Tags:

Cleopatra Moscato Oro, distillato di Jacopo Poli

December 29, 2012 Leave a comment

cleopatra

Cleopatra, alchimista dell’Antico Egitto, creò il primo alambicco della storia con cui distillare il più prezioso dei metalli, l’oro, e lo chiamò Crysopea, (dal greco chrysos, oro e poirò, fare). Nel XXI secolo nelle Distillerie Poli, dopo anni di ricerche, rinasce una nuova Crysopea, il più innovativo alambicco a bagnomaria sotto vuoto oggi in funzione, con cui è stato distillato la prezioso Moscato Oro racchiuso in questa bottiglia. La nuova Crysopea di Poli chiude così un cerchio simbolico, raffigurato dal drago Uroboros che si morde la coda. Rispetto ad altri impianti a bagnomaria tradizionali operanti in Italia, i distillati ottenuti con Crysopea risultano sensibilmente migliorati per: – incremento della nota floreale terpenica – forte diminuzione delle impurità di testa – sensibile diminuzione degli esteri – riduzione dell’alcool metilico. L’applicazione del vuoto al processo di distillazione fu tentata già verso la fine dell’800 ma si dovettero attendere molti decenni perché ne venisse fatto un uso produttivo e non solo sperimentale, in considerazione delle notevoli difficoltà tecniche connesse al rischio di implosione dell’alambicco e alla condensazione dei vapori. Il principale vantaggio della distillazione sotto vuoto consiste nell’abbassamento del punto di ebollizione dell’alcool e dei vari composti volatili presenti nella vinaccia. Questo permette di ottenere un distillato connotato da delicati aromi fruttati e floreali che, essendo tremolabili, normalmente vengono persi a causa delle temperature presenti all’interno di una caldaia. Cleopatra Moscato Oro è ottenuta da vinacce freschissime di Moscato proveniente da Vo’, nei Colli Euganei. Si connota per un’estrema finezza e una pulizia aromatica che raramente si riscontra in un distillato. Un breve soggiorno in barili di rovere ne completa la struttura.
A Cleopatra l’alchimista questo distillato dedichiamo.
Si consiglia di servire in un bicchiere a tulipano, alla temperatura di 10/15 °C.

Fonte: MondoRaro

Categories: Liquori Tags:

ZemGear, scarpe da corsa minimal ninja

December 29, 2012 Leave a comment

zemgear

Correte verso la giusta direzione con queste scarpe da corsa veramente uniche e comode. La mentalità minimalista arriva anche alle scarpe con le ZemGear, appunto, le scarpe “minimal”. Pesano appena di più di una calza, ma hanno la funzionalità di una scarpa. Un design che si adatta al piede, bande di gomma per una miglior stabilità e suola in phylon. Acquista le ZemGear 360 Ninja da corsa. Belle o no? Questione di gusti.

Fonte: Tasc

Categories: Life-Man Tags:

Xbox 360, console da gioco rivestito in oro 24 carati in edizione limitata

December 28, 2012 Leave a comment

xbox-360-oro

Per chi proprio non vuole accontentarsi di una normale console da gioco, i ragazzi di Computer Choppers hanno concepito una Xbox 360 in edizione limitata ricoperta da uno strato d’oro 24 carati.
La console in questione, che in versione base costa intorno ai 5.000 dollari, è accompagnata inoltre da un controller wireless anch’esso in oro 24 carati. Come optional, è possibile ordinare un secondo controller e richiedere la personalizzazione con l’aggiunta di particolari costellazioni di cristalli Swarovski; in questo caso, ovviamente, il prezzo lievita di molto.
Per il resto, a questo esclusiva Xbox 360 personalizzata da Computer Choppers non è stata fatta alcuna modifica hardware o software, come confermano anche i suoi designers.
Per altre informazioni e per richiedere un preventivo della propria console personalizzata, basta visitare il sito computer-choppers.com

Fonte: GoLook.it

Categories: High Tech Tags:

Fope Gioielli, nuova collaborazione con il Premio Internazionale Arte Laguna

December 28, 2012 Leave a comment

FopeArteLaguna4

FOPE GIOIELLI AL PREMIO INTERNAZIONALE ARTE LAGUNA 2013
Anche quest’anno, Fope Gioielli riconferma la collaborazione con il Premio Internazionale Arte Laguna. 
L’edizione 2013 della prestigiosa manifestazione si terrà il prossimo marzo a Venezia e prevede l’assegnazione di premi in denaro, l’allestimento di una collettiva all’Arsenale di Venezia, un’esposizione speciale presso l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica, diverse mostre in gallerie d’arte e la pubblicazione del catalogo ufficiale.
A testimonianza del rilievo attestato ad Arte Laguna nell’ambito della promozione e valorizzazione dell’Arte Contemporanea, il Premio ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana ed è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero degli Esteri, Regione del Veneto, Comune di Venezia, Università Cà Foscari di Venezia ed Istituto Europeo di Design.
All’interno della manifestazione Fope sostiene Business for Art, il premio speciale associato alla sezione dedicata all’arte virtuale, istituita lo scorso anno proprio grazie a un’idea dell’azienda vicentina. La sezione comprende opere interamente realizzate al computer, progetti di grafica e animazioni 3D, installazioni virtuali, opere realizzate con applicazioni per smartphone o tablet e produzioni net art. Oltre al premio, l’artista vincitore riceverà un riconoscimento in denaro e potrà candidarsi alla realizzazione di un progetto artistico in collaborazione con Fope Gioielli. La novità di quest’anno riguarda la collaborazione recentemente avviata con il Telecom Italia Future Centre, la cui sede veneziana, a Rialto, ospiterà le opere finaliste della sezione arte virtuale.
www.fope.com 
 

Marocco, ripresa del turismo di lusso per il 2013

December 28, 2012 Leave a comment

palaismarra

L’ABTA, l’associazione che raggruppa i principali tours operators britannici, ha predetto una ripresa dell’attività turistica nel segmento lusso anche per il Marocco. Questa considerazione è frutto di un sondaggio mirato al ceto alto e indica che i consumatori dei mercati emettitori sono dotati di budget consistenti, risultati dalla forte tendenza al risparmio nel 2011 e 2012, risparmio generato non per necessità ma dallo  stress fortemente presente nel sociale.  Il 70% degli intervistati ha ammesso che sono alla ricerca di offerte con qualità molto alta oltre a tutta una serie di richieste in servizidall’alto valore aggiunto che credono indispensabili. Il 68% conta sui Tours Operators per ottenere un massimo di garanzie sulla qualità dei servizi che acquistano. Alla domanda sulle destinazioni preferite hanno risposto con una lista di paesi che hanno nei loro ranghi destinazioni turistiche di lusso:U.S.A.,  Spagna, Grecia e la Francia formano, secondo gli intervistati, i top 4 mondiali, ma appaiono altri paesi nel pianeta viaggi deluxe dal potenziale di sviluppo alto e sotto osservazione per l’anno 2013: Marocco, Brasile, Birmania, Croazia, Equador, Etiopia, Finlandia/Lapponia, Nuova Zelanda, Russia, Slovacchia e Turchia.

Paolo Pautasso

Fonte: My Amazighen

Categories: Life-News Tags:

OPS!, bracciale Lux Gold Attraction in edizione limitata

December 28, 2012 Leave a comment

Bracciale-OPS

Ironici, colorati, con uno sguardo sempre rivolto al design e alle nuove tendenze, i bracciali diOPS!, che hanno infiammato l’estate appena trascorsa, si rivelano un ottimo regalo da mettere sotto l’albero. L’ultima tendenza è il modello in edizione limitata della serie Lux Gold Attraction. Solo 30.000 mila pezzi per un gioiello dal costo contenuto (44,00 euro) e dallo stile irriverente, ma elegante. Il bracciale, che strizza l’occhio a quello iconico con charm extralarge di Tiffany & co, innovandolo nei contenuti, già promette il tutto esaurito. Catena in resina dal finish color oro e cuore pendente con venature animalier,  il mix perfetto per fare colpo durante le feste.  Testimonial del lancio la IT-girl e blogger Eleonora Carisi (joujouvilleroy.com), fashion-idol dallo stile urban-chic inconfondibile. Se siete in cerca di un dono speciale per la vostra migliore amica, e vostra madre non ne può più di creme e libri di cucina, il bracciale di OPS! potrebbe fare al caso vostro. Se voi non sarete tra le fortunate che ne riceveranno uno, non disperate: quello in oro, infatti, è solo il primo di una preziosa trilogia di modelli esclusivi che OPS! ha pensato per voi.

Fonte: VM-Mag

Categories: Life-Woman Tags:

Condé Nast, lancio delle Interactive Replica di GQ e Wired per iPad Apple

December 28, 2012 1 comment

Gq-746x1024

Condé Nast rivoluziona il mercato italiano delle applicazioni editoriali e lancia le Interactive Replica di GQ e Wired per iPad. Moderne e di nuova concezione, le app ridefiniscono il concetto di lettura di magazine. Innovazione, interattività, coinvolgimento del lettore: da oggi i magazine GQ e Wired non solo da leggere, ma da “vivere” in mobilità. I nuovi strumenti digitali permettono infatti di esplorare i due magazine con una profondità nuova, rendendo l’esperienza di lettura unica e ancora più significativa e creando un legame quasi individuale fra il lettore e la rivista. Le fotografie prendono vita sullo schermo, i filmati ad alta definizione scorrono fluidamente ad un semplice “tap” del lettore, l’interfaccia permette approfondimenti e informazioni esclusive, l’integrazione con i social network rende l’esperienza un vero e proprio momento di condivisione. La scelta di Wired e Gq come apripista di questo nuovo modo di concepire le applicazioni editoriali è legata alla loro intrinseca natura di “trend makers” nei rispettivi ambiti. L’interfaccia grafica è stata organizzata in maniera semplice e intuitiva e i contenuti non ripropongono pedissequamente quelli del cartaceo, ma li integrano e approfondiscono con materiali esclusivi, nuove informazioni e immediata interazione. Al servizio fotografico si integra il backstage, all’intervista scritta segue un video che presenta l’incontro tra il giornalista e l’intervistato. I contenuti diventano “ipertesti” e interattivi permettendo al lettore di partecipare attivamente passando così da lettore a protagonista. Nelle copie interattive di GQ e di Wired, completezza e coinvolgimento sono le due parole chiave che caratterizzano anche la presenza pubblicitaria, interamente ripensata grazie alle nuove opportunità offerte dal digitale. (Daniela Compassi)

Fonte: VM-Mag

Categories: Tech-News Tags: ,

Whirlpool, ridurre sprechi alimentari tipici dei pasti delle festività

December 28, 2012 Leave a comment

2398_PLeywebCenoni di Natale e Capodanno, come salvare 1,2 miliardi di euro riciclando gli avanzi
Da Whirlpool alcune semplici e gustose ricette al microonde per ridurre gli sprechi alimentari tipici dei pasti delle festività.
Poco meno di un terzo dei cibi in tavola nei cenoni finisce nella spazzatura; un quantitativo che, tradotto in costi, vale circa un miliardo e 200 milioni di euro su una spesa che Coldiretti ha stimato in 4,3 miliardi tra Natale, Santo Stefano e  Capodanno; se i numeri dello spreco alimentare costituiscono una costante per tutto l’anno (i dati Fao sul 2011 parlano di poco meno di 1600 euro a famiglia su una spesa annuale di  5700 euro; lo spreco alimentare “vale” il 2,4% del PIL a prezzi di mercato nel 2011 pari a circa 40 miliardi di euro), questi toccano il picco proprio in occasione delle festività, quando le tavole sono più riccamente imbandite di cibi. Quattro sono le cause: gli acquisti sovradimensionati, la cattiva conservazione dei cibi, gli scarti eccessivi nella preparazione dei piatti e la cattiva o inesistente gestione degli avanzi. E proprio a quest’ultimo aspetto è possibile rimediare valorizzando quanto rimasto sulla tavola con ricette semplici e gustose. Oltre alle solite polpette e insalate vi è anche la curiosità dello “spread”. “Esiste uno spread che fa bene all’economia domestica e che nulla ha a che spartire con il significato del termine che si è imposto in questi mesi –spiega Pierre Yves Ley,  Media relations manager Whirlpool EMEA, 46enne specialista di comunicazione aziendale e appassionato di cucina e costume alimentare-. Infatti, la prima accezione del verbo inglese to spread è spalmare; quindi, in cucina lo spread è un pâté, una pasta “spalmabile” che si ottiene lavorando alcuni alimenti, che nel caso dei cenoni potrebbero essere i nobili sopravanzi di salmone o il ripieno del tacchino”. L’utilizzo degli avanzi non è soltanto un rimedio quando la tendenza a esagerare con i cibi si accentua, ma una buona pratica da mettere in atto in chiave di risparmio delle risorse; un tema di sempre maggiore attualità tanto che il 2014 sarà appunto l’anno europeo contro gli sprechi alimentari. «L’argomento mobilita già gli attori del Food stream –spiega Ley–, e fra questi Whirlpool che, come azienda leader di elettrodomestici, è parte di un cluster tecnologico che ha partecipato con uno specifico progetto al bando MIUR e che nel proprio Food Science Institute di Cassinetta di Biandronno (Varese) studia tecnologie per ottimizzare la conservazione e la cottura domestiche dei cibi».
Per tornare al recupero degli avanzi, “nulla di nuovo sotto il sole, se è vero come è vero che un vecchio detto francese definisce la cucina come «l’arte di accomodare gli avanzi” -aggiunge Ley, che, nel 2011, in un convegno sulla sostenibilità organizzato da Whirlpool al museo della scienza e della tecnica di Milano, compose e fece servire agli oltre cento ospiti un menu interamente riciclato. Infatti, tra i  primi ristoranti, aperti nel ‘700, vi erano dette trattorie dal nome del trattore, la figura che “trattava” la vendita degli avanzi dei pasti dei nobili, quindi non si inventa nulla se diamo ai cibi nuova vita trasformandoli nell’aspetto».
Ecco alcune ricette per valorizzare gli avanzi dei cenoni, cominciando dallo spread, storicamente parente stretto delle mousse e degli eterei paté tanto cari a Maria Antonietta: mentre i primi trattori riciclavano i banchetti di Versailles, infatti, la regina lanciava la moda delle eleganti e soffici mousse. Gli intenti erano ovviamente ben diversi; mentre i primi intendevano evitare lo spreco di tanta grazia e abbondanza, la sovrana rifiutava le volgari esigenze fisiologiche, come quella di masticare, e inventava i primi cibi intellettuali e concettuali. Un cenno anche alle polpette, legate per definizione al concetto di avanzi: la loro vendita in strada fu vietata, nella Parigi di Maria Antonietta, per motivi igienici e di salute pubblica, in quanto ambulanti senza scrupoli avevano preso a riciclare in quel modo carni improponibili e pericolose, se non addirittura di inconfessabili origini. Nel caso del cenone riciclato, il buon maestro di casa sarà garante della genuinità delle sue polpette e degli altri piatti ricavati dagli avanzi seguendo alcuni semplici accorgimenti per mantenere integri e soprattutto “sicuri” gli ingredienti. Innanzitutto è necessario preservarli in modo corretto fino al momento di dar loro una nuova vita gastronomica, ovvero proteggerli quanto prima dall’ossidazione con l’aiuto di pellicole, e refrigerarli immediatamente.
Spread di salmone affumicato: tritare o sfilacciare finemente il salmone, lavorare aggiungendo formaggio spalmabile (in quantità doppia rispetto al salmone), aggiungere succo di limone, paprika dolce, tabasco e aneto tritato.
Spread di ripieno: lavorare il ripieno avanzato con una spatola e del burro o mascarpone (metà rispetto al ripieno) fino a ottenere la cremosità desiderata, aggiungere un goccio di marsala o cognac, passare in un setaccio metallico.
Entrambi gli intingoli sono da spalmare sul pane, ovviamente  avanzato e un po’ rappreso, opportunamente tostato
Tacchino “parmentier”, ideale per dare nuova gloria al tacchino, e anche alle carni lesse, e recuperare al contempo il purè avanzato. Preparare un soffritto con cipolla, carote e sedano: metterlo nel microonde per tre minuti con funzione crisp. Aggiungere la carne di tacchino, tritata, e far cuocere con la funzione Crisp per ulteriori 3 minuti. Imburrare una pirofila, stendervi carne tritata e soffritto, coprire con uno strato di purè al quale si saranno aggiunti, se
disponibili,  pezzetti di formaggio, noce moscata, spolverare il tutto con
parmigiano e guarnire con un fiocchetto di burro. Fare cuocere nel microonde a 750 W con funzione grill per 10 minuti.
Polpette di lenticchie: Prendere lenticchie ben rapprese, mescolare con formaggio grattugiato, un uovo, mollica ammollata nel latte, e noce moscata, si appallottola nel centro si posiziona un cubetto di cotechino e, volendo, della mostarda. Si dà forma oblunga un po’ appiattita. Si passa nell’uovo sbattuto e pan grattato si rosola nel piatto crisp tre minuti per parte.
Cotechino in crosta: spellare completamente il cotechino (ricostituirlo in caso sia a rondelle), spalmarlo con la senape e avvolgerlo dentro pasta sfoglia; spennellarlo con uovo sbattuto; metterlo in forno con la funzione crisp per 15 minuti.
Salatini con salumi e con formaggio: spalmare della pasta sfoglia con della senape, guarnire con affettati a pezzetti o sfilacciati. Per i salatini al formaggio, meglio evitare la senape e distribuire semplicemente sul disco di sfoglia, a pezzetti, il formaggio avanzato. Arrotolare, spalmare con dell’uovo sbattuto e cuocere nel microonde per 15 minuti con funzione crisp. Servire caldo a tranci o rotelle.
Verdure ripiene: tritare la carne di tacchino (si possono utilizzare anche il ripieno o gli avanzi di bollito), aggiungere mollica di pane ammollata nel latte, (possibile aggiungere anche del risotto avanzato e ben rappreso), formaggio grattugiato e un uovo. Chi lo gradisce apprezzerà anche mezzo spicchio d’aglio tritato aggiunto al composto. Farcire con questo preparato zucchine,  peperoni o altre verdure, fatte bollire in precedenza. Ottime anche le patate lesse avanzate, scavate per accogliere il ripieno. Cuocere a microonde con funzione crisp per 10 – 12 minuti .

Categories: Art de Vivre Tags: