Archive

Archive for May 11, 2010

Sephora, flagship di Milano con luci green e spazi ludici

This slideshow requires JavaScript.

Dopo 5 anni dedicati esclusivamente al restyling dei punti di vendita già esistenti, Sephora riprende lo sviluppo di rete in Italia e inaugura il flagship store di corso Vittorio Emanuele a Milano.
Lo store rappresenta, infatti, l’avvio di una politica di investimento che vedrà nel 2010 l’apertura di sei flagship store sul territorio nazionale tra i quali quelli di Roma (via del Tritone) e Torino (stazione di Porta Nuova). Distribuito su una superficie di oltre 1.200 mq, il flagship milanese si articola su tre piani completamente dedicati al mondo del beauty con un’offerta che spazia dallo store brand Sephora alle marche di make up. Nell’insieme l’esposizione risulta massificata soprattutto al livello 0 dove i prodotti Sephora non emergono.
Più interessante, invece, il livello -1 che propone prodotti skincare con una profonda segmentazione lungo un percorso più arioso e meno articolato. Il mezzanino, sospeso sull’area make up, si appresta, invece, a ospitare mostre d’arte, pop up store e temporary spa. Da notare l’implementazione di luci led. Si tratta di un primo passo verso una green vision da coadiuvare con altri interventi per un punto di vendita maggiormente sostenibile.
Il vero magnete
Al piano -1 trovano spazio le fragranze, i prodotti per il trattamento e il brow bar Benefit. Con un assortimento che abbraccia i target femminile e maschile, il piano, che si estende su 700 mq, è tra i tre livelli quello più interessante da un punto di vista sia della presentazione sia dell’offerta grazie all’evidente segmentazione.
Come in un salone di bellezza 
Lungo il percorso una serie di laboratori si innescano con l’offerta di prodotti. Sedute e specchi sono un must.
Fast fashion beauty
In prossimità delle casse un totem propone prodotti last minute. All’insegna del claim “Bella in un attimo”, l’espositore si prefigge di accelerare gli acquisti d’impulso facendo leva sul fast fashion beauty.
Una convivenza forzata
L’offerta make up è composta dallo store brand Sephora e da marche del mondo beauty. Una convivenza stretta che al piano terra stride in un ambiente alquanto caotico. Se al mondo Sephora è dedicato un lungo lineare, gli altri brand sono presenti, invece, in isole dedicate dove la marca ha un appeal maggiore rispetto a quella dell’insegna.
Esclusività di brand e servizi
Molti i servizi proposti a partire dal brow bar (per le sopracciglia) al beauty bar, dal glitter bar alla scuola di make up for ever, al lash bar (per le ciglia) al make up point. Ai quali si aggiunge una serie di prodotti esclusivi presenti solo nei punti di vendita Sephora quali Benefit, BareMinerals, Make up for ever, Cargo, Too Faced e Urban Decay.
I profumi dalla A alla Z
Sempre al livello -1 per le fragranze è stato usato l’ordine alfabetico identificando per ciascuna lettera il brand di riferimento.
A scuola da Sephora
In esclusiva per l’Italia, lo store di corso Vittorio Emanuele propone Make up school for ever, il marchio di make up professionale appartenente al gruppo Lvmh. Un corner dove le clienti potranno apprendere, come in una scuola, le tecniche di realizzazione di un make up anche senza appuntamento.
Protagonisti sul palco
Entrando nel flagship store il visitatore viene accolto da un’area promozionale che proietta in primo piano un brand cosmetico alla stregua di un attore sul palcoscenico. Da qui probabilmente la scelta di chiamare la zona on stage.

Anna Bertolini

 

 

 

 

Categories: Parfumerie Tags: ,

Suite Elle Decoration, quando le strisce firmano lo stile di Jean Paul Gaultier

This slideshow requires JavaScript.

Dopo i designers Christian Lacroix e Martin Margiela, la terza edizione di Elle Decoration Suite ospita lo stile inconfondibile del famoso stilista di moda Jean Paul Gaultier, il quale ha presentato per questa edizione le sue caratteristiche strisce alla marinara, tipiche del suo marchio, quale oggetto spettacolare di interior design e con un’istallazione presentata in un appartamento ubicato proprio di fronte alla famosissima Torre Eiffel.

“I vestiti sono il mio lavoro, e siccome conosco soltanto come vestire, ho vestito questa Suite Elle Decoration nella Cité dell’Architettura e del Patrimonio con vari tocchi che già danno grazia alle mie collezioni. In primo luogo é il tocco marino. Strisce navali sono dispiegate e deformate sui muri, sono drappeggiate e arricciate su tutto l’arredamento, un po’ di morfologia marina nel salotto che scompare nella tela bianca.

Poi arriva il tocco verde. La natura apre le sue porte! Le piante sono invitate, il giardino è stampato sulle pareti! L’edera tesse sul divano; il lichene cresce sulle sedie intrecciate all’ombra di un albero, e il muschio, come velluto verde, tappezza la pietra, mentre le piante cadono in intervalli, nascoste in una rete.

Il tocco nudo, la pelle satinata. Il tessuto si sviluppa sulle pareti della camera da letto e forma un velo di polvere sul soffitto. L’abito corsetto di una bambola da luna park diventa una gigante trapunta da letto. In questa stanza, lingerie, un merletto che tesse a rete sul tappeto si specchia nei vetri delle finestre.

Per un tocco di riflessione, la terrazza! Parigi e la Torre Eiffel risuonano e si moltiplicano in diverse sfaccettature come diamanti, gioielli e accessori per il cielo e le nuvole, che giocano a scacchi su di uno specchio sul pavimento, copre il rivestimento scintillante di un cemento grigio. I vestiti sono passati da uno stato all’altro come ci si sposta da una stanza all’altra”.

Jean Paul Gaultier

In esposizione a Parigi tra il prossimo 8 maggio e il 2 ottobre 2010, presso il Palais de Chaillot.

by Marius Creati

fonte: http://www.citechaillot.fr