Archive

Archive for May 24, 2011

Bosch, trapano con cristalli Swarovski

Pensato per un pubblico esclusivamente femminile, il nuovo trapano Bosch impreziosito con cristalli Swarovski ha già attirato l’attenzione di molte donne.
Si tratta dell’ultima novità del colosso Bosch; un nuovo trapano pour femme, impreziosito con 470 cristalli Swarovski incastonati a mano, per un effetto unico ed esclusivo.
Il trapano in questione, ovviamente, non sarà usato per svitare / avvitare, ma sarà un pezzo da collezione per tutti gli amanti del marchio.
Sarà prodotto in soli 2.000 esemplari numerati ed il suo prezzo non è stato ancora rivelato.
Per altre informazioni basta visitare il sito bosch.it

Fonte: GoLook.it

Categories: Behaviour, Lux-Visions Tags: ,

Jackson Clements Burrows, dimora di lusso in Australia

This slideshow requires JavaScript.

Una splendida dimora di lusso, situata in Australia, frutto del genio degli architetti dello studio di design Jackson Clements Burrows.
Il tutto è stato concepito in maniera brillante, riservando delle raffinate atmosfere agli ampi volumi offerti dalla struttura.
L’intera villa è caratterizzato da arredamenti ed architetture in stile contemporaneo, così da offrire il massimo dell’innovatività agli ospiti, con colori vivaci ed un gradevole gioco di luci.
L’ambiente interno è stato costruito con l’intento di offrire il massimo del comfort, con ampi spazi e grandi saloni dedicati alla villa sociale; il tutto si abbina perfettamente all’universo esterno, caratterizzato da una grande piscina panoramica ed un immenso prato verde.
Per altre informazioni sulla villa in questione, basta visitare il sito jcba.com.au

Fonte: GoLook.it

Prada, nuova boutique a Singapore

Prada apre una nuova boutique a Singapore, presso il Paragon Building., in uno spazio progettato dall’architetto Roberto Baciocchi, il quale si estende su una superficie di circa 850 metri quadrati ospitante le collezioni di abbigliamento, borse e accessori uomo di entrambi i sessi.

Rimarchevole è l’ampio ingresso esterno che si affaccia su Orchard Road. Il basamento é realizzato con un rivestimento in marmo nero Marquinia che esalta  voluminosamente l’entrata, risaltando le vetrine e i light-box, mentre la parte superiore si correda di ampi pannelli alveolari in vetro retro-illuminati, dove gli effetti di luce colorata cambiano ad intervalli regolari, tra i quali trovano ubicazione due grandi light-box su ciascun lato e una scenografica vetrina centrale.

L’immagine dell’ambiente interno cambia radicalmente aspetto, rivoluzionando tutti gli elementi distintivi del marchio dando sfogo all’innovazione. Le pareti rivestite in tela verde e le apposite nicchie adibite a esposizione sono illuminate da sofisticati ed eleganti specchi vagamente fumé stiacciati sul fondo e piani d’appoggio in pelle zaffiamo color cera.

L’area maschile presenta elementi classici, tra i quali mobili in legno di palissandro, e finiture in acciaio lucido, divani in velluto castorino e banchi per l’esposizione con piani in pelle saffiano color nero.

L’area femminile alterna lo spazio tra fondali in specchio e allestimenti a tenda in pelle chiara, che pongono in risalto gli articoli presenti. Una serie di salotti minuti dispongono la presentazione degli accessori provvisti di divani morbidi e teche in acciaio lucido e cristallo.

by Marius Creati

The Box Nightclub and Cabaret arriva a Londra

The Box Nightclub and Cabaret arriva a Londra. E’ un angolo spigoloso collocato nel quartiere di Soho. Dicono che la vita sia un cabaret, ma non hanno mai fatto menzione su quanto tutto ciò farebbe arrossire.

Simon Hammerstein, di origine britannica e nipote del celebre Oscar Hammerstein, titolare del parodistico teatro, porta il suo club oscuro e assolutamente osé, contraddistinto dai suoi divanetti in velluto cremisi e l’élite dispiegata al suo ingresso – ormai un cult nel centro di Manhattan – nel famoso quartiere londinese, stuzzicando la fantasia e la curiosità dei presenti senza alcuna pietà.

Originariamente nato in Inghilterra come sorta di intrattenimento, questo genere teatrale venne importato negli Stati Uniti d’America, molto apprezzato dalle classi meno abbienti, noto infatti con lo pseudonimo di “les follie de pauvres”, é divenuto nel corso del tempo un  diletto costoso accessibile almeno in parte.

Ufficialmente le sue porte si sono aperte soltanto da pochi mesi, ma le prenotazioni ritrattano le contestazioni. La formalità si cinge nel mistero, ma i cocktails sono serviti continuamente e gli spettacoli eccitanti si protraggono fino alle prime ore del mattino.

Atti eleganti combinano il tradizionale freak show con quasi ogni altro genere grazioso presentato da manuale, dal vaudeville al burlesque fino al cabaret. Ciascuna serata propone mosse provocanti, corpi nudi e atti di natura sessuale. Si può anche ballare se si preferisce. Ma si può semplicemente restare indietro e guardare.

Estremamente elegante e à la page assume i connotati di un luogo super raffinato e vizioso, divertente ed esclusivo, nel quale sia possibile varcare la soglia della quotidianità per catapultarsi in un mondo permissivo alquanto parallelo.

Tra le celebrities già viste al suo interno troviamo Emma Watson, Harry Mountbatten-Windsor, Jude Law, Kate Moss, Keira Knightley, Kevin Petersen, Nicklas Bendtner, Rachel Weisz e innumerevoli businessmen, persone di spettacolo, sportivi famosi e vip in generale… http://www.www.theboxnyc.com

by Marius Creati

Audi A5 by Shampar, lusso e Swarovski

1440 ore di lavoro per trasformare una Audi A5 in un oggetto di grande brillantezza; questa l’idea avuta dal tuner Shampar, che ha presentato la sua preziosa opera automobilistica al Moscow Tuning Show.
Ben 450.000 cristalli Swarovski raggruppati in particolari costellazioni, infatti, hanno attirato l’attenzione dei visitatori durante l’intera manifestazione.
Shampar ha rivelato che, questo speciale tuning, è stato concepito per offrire ai facoltosi amatori di automobili di lusso, un modello non toccato per quanto riguarda la propulsione o l’aerodinamicità, bensì una particolare automobile da esporre nel garage e mostrare agli amici o ai parenti, facendola ammirare per tutta la sua esclusività.
Le costellazioni di cristalli che tempestano l’intera carrozzeria, sono tutte in stile floreale e, in alcuni punti, è presente la firma Shampar.
Il costo della nuova Audi A5 in Swarovski by Shampar è di circa 214 mila dollari.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags: , ,

Motion Scan, evoluzione del Motion Capture

Recentemente, i videogiocatori italiani hanno accolto con gioia l’arrivo di un nuovo e fantastico videogioco, sto parlando di L.A. Noire, sviluppato dall’australiana Team Bondi e prodotto dalla leggendaria Rockstar Games. In questo thriller poliziesco vestiremo i panni del detective Cole Phelps, alle prese con la dura vita da vigilante nella Los Angeles degli anni 40′.

Ma cos’ha di speciale questo gioco? Qualcosa che altri titoli degni di nota non hanno e che lo rendono unico: il Motion Scan, una tecnologia destinata a emergere nel mondo dei videogames e non solo, scopriamola insieme in questo articolo.

Da Motion Capture a MotionScan

Oramai la tecnica del Motion Capture viene adottata in molti campi, ma in particolare in quello cinematografico e videoludico e abbiamo avuto modo di scoprirlo guardando l’ultimo capolavoro di James Cameron, Avatar, e con il gioco Heavy Rain, altro thriller interattivo il cui finale dipenderà dalle nostre scelte prese durante il corso degli eventi.

Con il Motion Capture, i movimenti degli attori vengono “catturati” e trasportati sullo schermo, per essere successivamente elaborati al computer e inseriti nella composizione attraverso la fase di retargeting. Invece, per catturare le espressioni facciali degli attori, il volto di questi veniva ricoperto da marcatori, che vengono adottati come punti di riferimento per la più attenta analisi dei movimenti facciali.

Oggi però la tecnologia ha fatto passi da gigante e il Motion Scan ne è la prova più evidente. Grazie a questa tecnica, apparentemente complessa e artificiosa, registrare le più piccole espressioni del volto sarà più semplice e il risultato è eccezionale, addirittura migliore di quanto visto in precedenza!

Cos’è il MotionScan


La tecnica del Motion Scan è stata adottata per la prima volta in L.A. Noire, grazie a Depth Analysis, compagnia sorella di Team Bondi. Grazie all’uso di 32 telecamere particolari ad alta definizione, ogni singola espressione del video dell’attore viene registrata e, successivamente, digitalizzata.

Uno dei più grandi vantaggi dell’adozione di questa tecnica è la perfetta sincronizzazione del movimento labbiale con la voce dell’attore, naturalmente il videogioco in questione dev’essere necessariamente in lingua originale, con l’aggiunta di sottotitoli per la pubblicazione all’estero. Il risultato finale sarà molto realistico, mai visto prima d’ora in un videogioco.

L’uso del Motion Scan in L.A. Noire

Ma il Motion Scan non è stato utilizzato da Team Bondi solamente per fini estetici, ma soprattutto per rendere il suo titolo il migliore nel suo genere, in assoluto. Essendo un poliziesco, dove gli interrogatori giocano un ruolo di primo piano all’interno della storia, il nostro caro detective deve interpretare il comportamento degli indagati e scoprire se questi stanno mentendo o dicendo la verità.

Avete mai visto la serie Lie To Me? Il protagonista riesce a risolvere casi irrisolti grazie alle sue grandi abilità nel riconoscere le verità e le menzogne nel volto delle persone. L.A. Noire agisce allo stesso modo: dovremo prestare particolare attenzione al comportamento degli interrogati, la nostra più piccola distrazione ci farà solo cadere in errore.

Cosa ne pensano gli altri produttori di videogiochi

Prima di L.A. Noire, pochissimi videogiochi potevano offrire una buona resa delle interpretazioni facciali degli attori che hanno prestato il proprio volto ai personaggi del gioco stesso. I migliori sono stati Heavy Rain e Alan Wake, i cui ideatori sono stati anche i primi a dire la loro sul Motion Scan.

Ecco cosa ne pensa David Cage, produttore esecutivo di Heavy Rain.

“Penso si tratti di un’interessante soluzione per il momento. Ma è anche un vicolo cieco. E’ quello che sento. La loro tecnica è estremamente costosa e non saranno mai in grado di scansionare il corpo e la faccia allo stesso tempo. Penso che L.A. Noire si presenti bene, ma credo che non andranno più in là di dove sono.”

Queste sono le parole di Cage, che risalgono però a diversi mesi fa, chissà se oggi, dopo aver provato L.A. Noire, sia ancora convinto del fatto che Team Bondi non sarebbe riuscita nel suo intento. Altro commento arriva dagli studi Remedy, produttori del thriller psicologico Alan Wake.

Stando alle dichiarazioni di alcuni membri interni allo staff, Alan Wake 2 vanterà di una tecnologia simile al Motion Scan, ma più avanzata e, quindi, superiore. L’interpretazione facciale dell’attore viene catturata con 64 telecamere in alta definizione che lo circondano, ottenendo una perfetta riproduzione con un margine di errore di circa mezzo mm.

Secondo quanto riportato da EDGE, noto portale di videogames, che ha potuto assistere di persona ad una dimostrazione di tale tecnologia, il risultato ottenuto è strabiliante. Si parla addirittura di una simulazione del flusso sanguigno sottocutaneo, ma questa tecnologia non è ancora pronta a fare il suo debutto, non ci resta che attendere l’E3 2011 e sperare in una presentazione del sequel di Alan Wake.

Pareri personali, Pro e Contro


Sto giocando solo da poche ore ad L.A. Noire su PlayStation3, ma posso già affermare che il Motion Scan è qualcosa di incredibile e che ha permesso agli sviluppatori di portare il gioco a livelli di realismo mai raggiunti prima d’ora. Il risultato sembra addirittura pareggiare, se non superare, quello di film come Avatar, dove i volti dei Na’Vi sono molto espressivi grazie alle tecnologie adottate.

Uno dei vantaggi del Motion Scan che più mi ha affascinato è l’ottima sincronizzazione con le voci dei personaggi nel videogioco. Mi sono sempre lamentato della latenza di sincronizzazione con il labbiale in molti videogiochi doppiati in italiano, per questo motivo ho sempre preferito i giochi in lingua originale.

Ma dopo questo Pro bisogna segnalare anche un piccolo Contro: nei giochi in lingua originale vengono inseriti i sottotitoli, di conseguenza dovremo leggere e contemporaneamente vedere le animazioni in-game. Nelle scene di interrogatorio, dovremo fare attenzione alle espressioni facciali dell’indagato, ma allo stesso tempo ci toccherà leggere i sottotitoli per capire cosa dice. Questo risulta leggermente fastidioso, a meno che non si abbia un’ottima conoscenza dell’inglese evitando così la lettura dei sottotitoli.

Ma al di là del Motion Scan e il suo utilizzo in questo gioco, L.A. Noire si presenta come un ottimo videogame, capace di coinvolgerci come pochi grazie alla trama profonda e matura e alle interpretazioni degli attori che hanno prestato il proprio volto e la propria voce al titolo. Un’altra perla di Rockstar, un titolo che merita di essere giocato almeno una volta.

E chissà come verrà utilizzato il Motion Scan in futuro… Sicuramente sarà ancora migliore, come ci ha assicurato Remedy, e potrà emergere anche ad Hollywood un giorno!

Fonte: Skimbu

Lifewave IceWave, cerotti per il sollievo dei dolori e dei disagi senza farmaci

Sollievo rapido dal dolore

Lifewave IceWave esercita un effetto benefico nell’alleviare i dolori in modo rapido e naturale. Con LifeWave IceWave é possibile vivere una vita piú serena. Prova l’effetto onde di ghiaccio dei cerotti LifeWave IceWave.
Il suo effetto onde di ghiaccio è consigliato sopratutto per infiammazioni o lesioni gravi come per esempio lesioni sportive quali distorsioni, contusioni, tendiniti, lussazioni, lividi e in caso di gonfiore.

Facile utilizzo

Applicazione semplice per il sollievo dal dolore. Basta applicare un cerotto marrone nel punto in cui c’é dolore.

Applicazione semplice per un sollievo piú rapido ed efficace dal dolore. Basta applicare il cerotto bianco IceWave al centro del torace (sterno) ed il cerotto marrone chiaro IceWave in corrispondenza della sede del dolore. L’applicazione può durare fino a 12 ore.

Applicazioni specifiche per un sollievo ancora piú rapido ed efficace dai dolori. Lifewave ha elaborato alcuni protocolli per avere dei benefici sempre maggiori quando si usano i cerotti IceWave.

Le informazioni sono disponibili nelll’opuscolo IceWave oppure richiedi maggiori informazioni.

Fonte: Lifewave

Categories: Cosmesi Tags:

Playboy, intero archivio di immagini e testi nel web

Il fatto che l’azienda Playboy abbia passato brutti momenti, è da considerare appunto come un brutto periodo, ormai passato.

Proprio da pochi giorni, infatti, precisamente da ieri pomeriggio, sul sito ufficiale di Playboy è stato caricato l’intero archivio di riviste, pubblicate dal 1953 ad oggi.

Il tutto è veramente completo; immagini, testi, paginoni centrali e perfino le pubblicità, permetteranno di poter visionare tutti i numeri della propria rivista preferita online e, per gli abbonati, questo servizio sarà disponibile anche su iPad.
Oltre ai 57 anni di pubblicazioni caricati sul web, inoltre, Playboy ha annunciato che, molto presto, saranno caricati, su commissione, dei video che spazieranno nel campo dell’arte, dalla moda al design, dai media alla tecnologia, preannunciando una grande crescita per l’azienda.

Fonte: GoLook-Technology.it

Categories: Life-News Tags: