Archive

Archive for March 3, 2012

Mini Countryman John Cooper Works, debutto della versione sportiva al Salone di Ginevra

March 3, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Mini rilascia le immagini ufficiali della grintosa Mini Countryman John Cooper Works da 210 cavalli. Debutto fissato al Salone di Ginevra 2012 per la rivale di Audi Q5 S, Audi Q5 RS e BMW X1 con il 2.0 TwinTurbo da 245 cavalli
Mini Countryman JCW al Salone di Ginevra 2012
La casa automobilistica Mini presenta al Salone di Ginevra 2012 la versione sportiva John Cooper Works del SUV compatto Mini Countryman. A pochi giorni dal debutto ecco le prime foto ufficiali di questa nuova versione ad alte prestazioni, caratterizzata dal nuovo spoiler frontale, dalla fascia posteriore modificata nel design e dalle minigonne laterali aerodinamiche. Le prime informazioni di questa versione con strisce rosse e badge John Cooper Works della Mini Countryman riportano l’adozione di un nuovo sistema di scarico sportivo e di un assetto abbassato di 10mm, oltre che alla presenza di nuovi cerchi in lega da 18″.
Mini Countryman John Cooper Works: SUV sportivo da 215 cavalli
La Mini Countryman in edizione sportiva era già avvistata tempo addietro, quando la versione più sportiva ed in linea con lo spirito del marchio inglese affrontava i primi giri in pista. Dotata di un inedito kit aerodinamico, si rivela ora nella sua versione finale con un aspetto ancor più aggressivo ed accattivante. La vettura guadagna molto in grinta, grazie ad appendici aerodinamiche particolarmente avvolgenti ed estese. Dopo lo scoop della Mini Countryman a sette posti, si affaccia sul mercato un’altra variante del gioiello anglo-tedesco.
Un nuovo “cuore” da 215 cavalli per la Mini Countryman in allestimento John Cooper Works
La spinta proviene da un motore a 4 cilindri 1.6 turbo che sviluppa 215 e 280 Nm, che arrivano a 300 Nm con l’overboost. Il propulsore è connesso al sistema di trazione integrale ALL4 che permette alla vettura di accelerare da 0 a 100 km/h in 7 secondi, per arrivare ad una velocità massima di 225 km/h
I consumi medi nel ciclo combinato si attestano sui 7.2 L/100km. Nessun dettaglio riguardante il prezzo per questa Mini Countryman JWC che debutterà sul mercato europeo a inizio autunno.

Fonte: Infomotori

Categories: Veiculi Tags: ,

Barracuda 27, yacht di lusso dai cantieri Barracuda Yachts

March 3, 2012 Leave a comment


BARRACUDA YACHTS PRESENTA BARRACUDA 27
http://www.barracudayachts.com
Il concept di Barracuda 27  è opera del designer Triestino Alberto Mancini  titolare dello studio Amyachtdesign. Questo runabout è la naturale evoluzione – in dimensioni ridotte – del Barracuda 42 (lanciato a fine 2010, che sarà presentato alla stampa, in acqua a fine giungo 2012)  di cui mantiene l’inconfondibile proporzione di stile tra la coperta  con parabrezza unito allo sky-light e lo scafo dalle linee pulite ed eleganti con richiamo vintage e velico. Barracuda 27 sarà presentato la prossima estate 2012.
Barracuda 27  date le dimensioni ridotte – lunghezza pari a 8,20 mt –  ha la facilità di essere carrellabile dando quindi libertà assoluta all’armatore per il fatto di essere omologabile come natante. In aggiunta é ideale anche come tender per yacht di più grandi dimensioni.
Gli interni
Sotto coperta si è riuscito a ricavare lo spazio per un letto doppio che estendendosi fino al celino integra una vera e propria chaise longue dalla quale si può godere di un ampia vetrata rialzata che filtra la luce esterna e dona una ergonomia e un’altezza uniche, inimmaginabili su imbarcazioni di queste  dimensioni. L’abbinamento di soffice pelle trapuntata e teak rendono l’ambiente molto gradevole. Un comodo vano armadio con frigo bar e  wc a scomparsa danno la possibilità di poter utilizzare il Barracuda 27 non solo per vivere una giornata di mare, ma addirittura per una mini crociera da vivere in coppia.
Gli esterni
Il bimini top è a scomparsa e, disponendosi al di sotto del prendisole, risulta perfettamente funzionale lasciando inalterata la pulizia di linee di coperta e pozzetto.  La perfetta simmetria del cruscotto con il posto di governo a destra e portaoggetti a sinistra ne enfatizza l’anima elegante ed estremamente sportiva. Il design dei sedili guida e passeggero con fissaggio laterale permette maggior spazio calpestabile e un gioco di luce indiretta che illumina il paiolo del pozzetto. Il materiale della cuscineria esterna e la colorazione scafo saranno totalmente customizzabili da parte del cliente basandosi su una vastissima scelta di campioni e materiali studiata ad hoc per ottimizzare gli abbinamenti e soddisfare le richieste degli armatori.
Highlights tecnici e performance da brivido
Dal punto di vista tecnico sono stati eseguiti studi che tipicamente si effettuano su imbarcazioni di più grande dimensione. Barracuda 27 è realizzato in Composito avanzato con resina vinilestere. La carena è stata ottimizzata numericamente dallo studio di ingegneria Navalhead  con le più evolute tecniche di fluidodinamica computazionale (CFD). E’ stata testata presso i laboratori della vasca navale di Trieste con risultati ottimi che ne hanno confermato le elevate performance in termini di velocità massima, comfort e tenuta di mare; risultati ottenuti anche grazie ad un accurato studio impiantistico e strutturale dello Studio Tecnico Navale Biselli che ne ha alleggerito il peso complessivo.
Le motorizzazioni proposte sono due: una con motore singolo Volvo D4 da 300 cv con piede poppiero per una velocità massima di 40 nodi con peso a medio carico di 2,8t, ed un altra motorizzazione per i più esigenti composta di 2 motori Volvo D3 da 220 cv sempre con piede poppiero che consentono una velocità massima a medio carico di 44 nodi.
– seguono dettagli tecnici – 
Scheda tecnica Barracuda 27
Lunghezza fuori tutto 8,20 m
Lunghezza al galleggiamento: 7,35 mt
Larghezza  fuori tutto 2,50 m
Peso 2,8 t medio carico
Altezza massima per il trasporto: 1,94 mt
Immersione (sotto i piedi): 780 mm
Costruzione: Composito avanzato realizzato con resina vinilestere
Sistemazioni interne: 1 cabina open-space (2 posti letto)
2 motorizzazioni disponibili:
1 motore VolvoPenta  D4 da 300 cv  Vel max 40 nodi
2 motori VolvoPenta D3 da 220 cv  Vel Max   44 nodi
Omologazione ISO-CE cat.C
Una prova prima dell’acquisto? Il charter!
NOLEGGIA IL BARRACUDA 42 e BARRACUDA 27 in Sardegna
http://www.free-charter.com

Furla

March 3, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

EVENTO 24 FEBBRAIO 2012, MILANO
Grande partecipazione di stampa, vip e socialites durante l’evento di Furla venerdì 24 febbraio a Milano in occasione della presentazione della collezione autunno-inverno 2012 2013, accompagnata dalla performance-installazione dell’artista Sissi.
Una passerella non convenzionale, con modelle di cui non appariva il volto e che sfilavano indossando le borse ironiche, fantasiose e divertenti della nuova collezione, in una esplosione di vitalità dai colori neon quali il giallo, arancio e il fucsia, al rosso lipstick, verde, viola e sparkling.
A vedere l’insolita sfilata ha partecipato fino ad ora tarda un pubblico internazionale ed eterogeneo, tra cui Bryan Boy, Susie Lau, Ingrid Chua, Chiara Ferragni, Filippa Lagerback, Elio Fiorucci, Giovanni Gastel, Marta Brivio Sforza, Scilla Ruffo di Calabria, Ildo Damiano, Carla Gozzi, Teresa Missoni, Guido Taroni, Giovanni Tremonti, Ron Frash presidente di Saks e top managemet, e il Cav. Mario Boselli presidente della camera della moda italiana con Giulia Pirovano direttore generale.

Categories: Catwalks Tags:

El Vaquero, nuovo concept store in prossimità di Montecatini Terme

March 3, 2012 Leave a comment

Situato nelle campagne Toscane, a pochi chilometri da Montecatini Terme, all’interno dell’agriturismo “Amici del colle” della famiglia Giuntoli, il nuovo Concept Store El Vaquero nasce dall’esigenza di un contatto diretto di Valerio Giuntoli con i clienti che indossano le sue creazioni.
La volontà è quella di instaurare un rapporto con i clienti cercando di raccogliere direttamente dal pubblico impressioni ed idee che sono un valore prezioso per capire i gusti e i desideri del momento.
All’interno dello store è possibile trovare i modelli storici El Vaquero in un apposito corner dedicato alle stagioni passate, e da fine Marzo sarà possibile ammirare anche la collezione P/E 2012.
Lo stile è ispirato all’immagine del brand El Vaquero,quindi versatile, mutevole ed arricchito dalla presenza di elementi che rimandano alla vecchia campagna toscana. La versatilità sarà il punto di forza dello store, anche grazie alla presenza di speciali espositori mobili che con giochi di “vedo e non vedo” incarneranno alla perfezione lo stile El Vaquero che da sempre è conosciuto per la sua voglia di rinnovare e stupire.
In questa bellissima cornice si terranno una serie di Events e Parties, durante i quali si potranno unire shopping e ristorazione in un binomio di bellezza e benessere, battezzato dalla famiglia Giuntoli “Aperishopping”!
Cosa c’è di meglio del farsi coccolare in un atmosfera da sogno come quella delle colline toscane e familiare come quella della famiglia Giuntoli, dove è possibile gustare dell’ottimo cibo ed ora anche ammirare ed acquistare le prestigiose ed uniche calzature El Vaquero?

Fonte: BlogModa

Vic Matie’, osmosi nella collezione autunno inverno 2012-2013

March 3, 2012 Leave a comment

 

This slideshow requires JavaScript.

Più che una rincorsa della moda e dei suoi fin troppo forzati cambiamenti, il cammino di VIC MATIE’ rappresenta  piuttosto  un dialogo costante tra l’anima interiore del brand e tutto ciò che la circonda. La collezione a/i 2012/13 si sviluppa in un gioco di contrari: tra evoluzione e tradizione; tra un carattere per natura deciso e anticonvenzionale e un approccio femminile; tra originalità e fruibilità dell’oggetto; tra una storia che parte dal passato ed una costante tensione al futuro. “Osmosi“ come unione di elementi diversi che dialogando tra loro, danno origine a oggetti di design capaci di oltrepassare i confini territoriali e temporali; oggetti di ieri e di domani, che nascono dal nostro sapere e da mani italiane ma appartengono da sempre al mondo. Questo il concetto cardine della collezione: una fusione totale tra materiali e dettagli anche contrastanti che si accompagnano e, talvolta, si mescolano per rendere speciale ogni singolo pezzo della collezione. Così il cuoio, non più relegato solamente a suole e tacchi, invade le tomaie creando un continuum indistinto di materie;  la pelle si “espande“ fino a inglobare anche altri elementi della scarpa, come il tacco, e dà luogo a un volume unico in grado di unire le diverse parti. Suole iper aggressive  di gomma “tacchettata”, effetto carro armato, si fondono con un tacco a spillo e forme sinuose originando scarpe e tronchetti dal carattere aggressivo ma, allo stesso tempo, dall’allure ultra femminile. Allo stesso modo, materiali “caldi e dal tatto soffice“, come nabuk e lana cotta, sono accostati a gusci di metallo e a pelle stretch dalla finitura metallizzata o a piccoli ma lucenti dettagli di vernice.

Fonte: BlogModa

Categories: Life-News Tags: