Archive

Archive for March 22, 2012

Serie I, automobili del futuro imminente da BMW

March 22, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Ogni tanto possiamo dire qualche buona notizia. Chi non conosce la Toyota Prius? La macchinai ibrida che negli ultimi anni è diventata l’ibrida più venduta al mondo, che forse noi conosciamo per la sua silenziosità? Per non parlare della Toyota Auris o della nuovissima Nissan Leaf, completamente elettrica. Il dopo-petrolio per le auto è veramente elettrico? Forse sì, e tra pochi anni vedremo le prime macchine elettriche anche da marchi piuttosto prestigiosi, come la BMW, che sta lavorando e promuovendo molto la sua prossima serie I…
E ora arrivano i tedeschi…
C’è da ammetterlo, in fatto di automobili i tedeschi sono decisamente i migliori. Audi e BMW sono le macchine più affidabili e desiderate dagli italiani e non solo. È vero, Toyota e Nissan sono state le prime a presentare valide alternative al petrolio come fonte di energia per le automobili. Ma ancora sono pochi i consumatori convinti che l’elettricità possa veramente sostituire tutti i vantaggi che abbiamo con la benzina. Ora però stanno arrivano le tedesche, la BMW entro il 2014 infatti metterà in commercio la serie I, una serie totalmente elettrica con moltissime nuove tecnologie. Voglio subito ribadire che non parleremo dei soliti prototipi avveniristici, ma di progetti concreti di cui si parla ormai da anni e che sicuramente vedranno la luce molto presto, in particolare BMW pensa di poter commercializzare la BMW i3 (la seconda nella foto sotto) e la BMW i8 (la prima).
Il concetto della serie I
Le automobili BMW della nuova serie I non sono semplici macchine che funzionano completamente con energia elettrica, ma presentano molte altre novità e tecnologie appositamente create per una macchina elettrica. Mentre infatti le altre proposte giapponesi erano più macchine a benzina trasformate in macchine ibride/elettriche, la BMW ha deciso di partire con un progetto completamente nuovo e disegnare una macchina tenendo conto che la sua fonte energia non è così vantaggiosa come la benzina.
Le carrozzerie della serie I sono completamente in carbonio composito, più leggero e resistente dell’acciaio per ridurre il consumo. Così come gli interni fatti di materiali resistenti e leggerissimi e autoportanti permettono di avere una macchina più spaziosa ma allo stesso tempo più piccola e leggera. Le macchine della serie I avranno tutte un design altamente aerodinamico per garantire un’autonomia ancora maggiore.
Allo stesso tempo BMW ha mantenuto la filosofia sostenibile anche nella produzione delle macchine. Il nuovo centro produttivo di Lipsia in Germania costruito grazie ad un investimento di 400 milioni di euro, alimentato da pannelli solari e turbine eoliche, permetterà di produrre la BMW i3 e i8 a partire dal 2013. Questo centro produttivo comprende vari stabilimenti, uno per la produzione delle carrozzerie, uno per la produzione delle fibre di carbonio, un altro per la plastica degli interni.
Qualche dato di fatto
Abbiamo visto solo alcuni modi con cui BMW è riuscita a ideare da 0 una macchina elettrica ideale con più autonomia del previsto attraverso un design più aerodinamico e l’utilizzo di materiali più leggeri. Ci sono altre tecnologie introdotte da BMW che puoi scoprire in questa pagina. E allora, quanta autonomia possono garantire le automobili della serie i?
La BMW i3 (sopra) è la macchina elettrica da città della serie i. In fatto di potenza raggiunge tranquillamente molte delle utilitarie a benzina: raggiunge i 100 km/h in meno di 8 secondi ed è dotata di un motore elettrico da 170 cavalli e 125kW. BMW i3 è in grado di raggiungere una velocità massima di 150 km/h. Ancora non si hanno dati certi sull’autonomia, ma sicuramente sarà sufficiente per soddisfarci. Non dimentichiamoci infatti che ricaricare una batteria di una macchina elettrica costa molto meno che fare un pieno di benzina e si può fare comodamente dal proprio garage di casa. Inoltre sarà comunque possibile acquistare come optional un piccolo e silenzioso motore a combustione che permetterà di ricaricare la batteria nel caso essa raggiunga un livello critico. Il prezzo? Per ora si parla di un prezzo abbastanza normale, si parte dai 25.000 €, ma chiaramente non è ancora ufficiale.
La BMW i8 ha decisamente un design più accattivante della BMW i3. Si tratta infatti dell’auto sportiva della serie I. Integra tutte le tecnologie della BMW i3, quindi carrozzerie in carbonio, motore elettrico, interni in plastica riciclata ecc. Il motore è chiaramente più potente, si tratta di un motore da 164 kW/220 cavalli in grado di raggiungere i 100 km/h in cinque secondi, la velocità massima è di 250 km/h.  Stavolta abbiamo dei dati sull’autonomia, la BMW i8 è in grado di percorrere 35 km con la batteria, ricaricabile in due ore. Una novità interessante della BMW i8 riguarda i fari. Mentre la BMW i3 presentava fari a LED, la BMW i8 possiede dei fari a laser, potenti mille volte di più che i fari a led e in grado di consumare ancora meno energia.
Conclusioni
Questo articolo ha voluto riassumere le parti principali della nuova filosofia BMW. Si tratta di una filosofia che ha richiesto un investimento enorme (in totale possiamo arrivare anche a 800 milioni di euro, se non un miliardo) però sta dando i suoi risultati. Il risultato è la produzione delle prime macchine elettriche con idee innovative per migliorare l’autonomia, fino ad ora il punto debole delle macchine elettriche.

Alberto Ziveri

Fonte: Skimbu

Advertisements
Categories: Concept, Veiculi Tags:

Dolce&Gabbana, splendida cintura in pony e Swarovsky

March 22, 2012 Leave a comment

Cintura in pony stampa leopardo e dettagli in vitello, multi-catena gioiello con sfere Swarovsky, fibbia a rullo in galvanica color oro chiaro.

Categories: Lux-Woman Tags: ,

EA7 Emporio Armani, sponsor Official Outfitter del Team Italia a Londra

March 22, 2012 Leave a comment

EA7 EMPORIO ARMANI OFFICIAL OUTFITTER OF ITALIAN TEAM
The sense of being – Il senso di esserci
In occasione della sponsorizzazione che vede EA7 Emporio Armani in qualità di Official Outfitter del Team Italia impegnato alle Olimpiadi e Paraolimpiadi di Londra, abbiamo il piacere di svelare la nuova campagna EA7 Emporio Armani.
L’impegno che nasce dalla passione e si nutre di determinazione è alla base di EA7, la linea completa di Emporio Armani nata nel 2004, dedicata allo sport e alla performance. Una collezione pensata come espressione completa della persona: impegno ed etica del duro lavoro, sacrificio e metodo per ottenere il massimo risultato. EA7 Emporio Armani è l’unione di tecnica e stile: una celebrazione dello sport con l’anima, mai meccanico. Sono questi i valori in cui crede Giorgio Armani.
La campagna che uscirà nel mese di aprile è dedicata a sette diverse discipline: pallanuoto, boxe, pallavolo, scherma, salto in alto, nuoto, ginnastica ritmica.
Protagonisti della campagna sono gli atleti, il cui coinvolgimento è stato naturale, per continuità di intenti e di spirito. Gli scatti, in un iconico bianco e nero, sottolineano la sportività nel suo carattere mitico: la sfida ai limiti come modo per crescere e maturare, perché la prestazione più alta è nulla senza la determinazione e la forte personalità. Esserci è più importante che vincere e per esserci bisogna mettercela tutta, portando in campo tutto il proprio valore.
Tra gli atleti coinvolti in questo progetto totale, emotivo e agonistico: Matteo Aicardi, Paola Croce, Andrea Cassarà, Antonietta Di Martino, Luca Dotto, Anzhelika Savrayuk.
Segui Armani su Facebook per le ultime novità su ‘The sense of being’.

Categories: Life-News Tags: ,

Volupté Sheer Candy, rossetto brillante da Yves Saint Laurent

March 22, 2012 Leave a comment

Labbra golose firmate Yves Saint Laurent. Vestite di un colore leggero e brillante, protette da vitamine antiossidanti, le labbra diventano fresche sensuali.
La dolcezza non e’ piu’ un peccato. Lasciati guidare dal piacere del gusto sensuale con applicandolo direttamente sulle tue labbra.

Categories: Cosmesi Tags:

Christie’s, incanto prestigioso per gioielli Art Deco e oggetti d’arte di Huguette Marcelle Clark

March 22, 2012 Leave a comment

Tra poche settimane, precisamente il 17 aprile, Christie’s terrà un evento a New York dove metterà all’asta una prestigiosa collezione di gioielli Art Deco.
La collezione sarà anche affiancata ad un gran numero di oggetti d’arte, tutto questo appartenuto a Huguette M. Clark, figlia del senatore degli Stati Uniti William A. Clark, deceduta nel 2011 all’età di 104 anni.
Le stime totali delle vendite parlano di una cifra che va tra i 9 e i 12 milioni di dollari, ma il lotto che colpisce di più è peraltro quello che caratterizza l’80% del totale del ricavato dell’asta.
Parliamo di un anello di diamanti rosa il cui valore è compreso tra i 6 e gli 8 milioni di dollari. Questo pezzo è, dunque, l’assoluto protagonista di questo evento, anche se gli altri pezzi non sono certo di poco conto. Si parla, infatti, di numerose opere provenienti da casa Cartier e dall’azienda Tiffany & Co.

Fonte: GoLook.it

Rouge Pur Couture Vernis à Lèvres, inchiostro per le labbra da Yves Saint Laurent

March 22, 2012 Leave a comment

L’intensità e il comfort di un rossetto? La brillantezza di un gloss? La tenuta di uno smalto?  No ai compromessi : da oggi puoi avere tutto.
Vivi il glamour del colore puro che si fonde con le tue labbra grazie ad una texture unica. Brillantezza e tenuta estreme. Una rivoluzione nel maquillage delle labbra.

Categories: Cosmesi Tags:

Diamond Laptop Sleeve, custodia per notebook in diamanti da CoverBee

March 22, 2012 Leave a comment

La nota azienda olandese CoverBee, ha da poco lanciato sul mercato un prodotto davvero insolito e alquanto folle sotto alcuni aspetti, specialmente sotto quello del prezzo.
Parliamo della nuova Diamond Laptop Sleeve, una custodia per notebook in poche parole unica al mondo, e non parliamo solo della linea estetica. Questa nuova custodia, infatti, si caratterizza per la presenza di ben 8.800 diamanti incastonati sulla sua superficie, composta peraltro da una pregiata pelliccia di zibellino nero proveniente direttamente dalla Siberia. Per gli amanti degli animali, il CEO di CoverBee, Peter van Soldt, afferma che per quest’ultima sono stati usati soltanto zibellini morti per cause naturali.
Come si può intuire dall’articolo, poi, anche il costo è davvero notevole e per pochissimi “fortunati”: si parla di un prezzo di 11 milioni di dollari, ovvero più di ogni aggeggio tecnologico vero e proprio con la più sofisticata parte hardware esistente attualmente.
Per chi volesse acquistare questa cover, chiedere altre informazioni specifiche o altro, è possibile farlo su coverbee.com

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Visions Tags: