Archive

Archive for March 3, 2012

“One plus One”, progetto cinematografico di Giorgio Armani e Luca Guadagnino

March 3, 2012 Leave a comment

One plus One
Abbiamo il piacere di presentare One plus One, il progetto cinematografico – insieme opera filmica e racconto di moda – nato dalla collaborazione tra Giorgio Armani e il regista Luca Guadagnino.
Il film, della durata di tre minuti, è un’illustrazione in movimento della collezione Giorgio Armani primavera/estate 2012. Girato tra Mantova e Cremona, in quelle zone della Lombardia care allo stilista, narra di un girotondo d’amore, sospeso e inquieto, descritto dalla tensione tra lo spazio e la silhouette di una donna. Le architetture di bugnato, le linee nette ma morbide degli edifici, l’andamento delle superfici scandiscono un doppio movimento circolare. La storia è raccontata in maniera ellittica, lasciando che lo spettatore immagini. Il senso di vertigine e spiazzamento crea un ritmo in crescendo, e termina solo sul finale, quando il mistero si scioglie nella luce piena del sole.
Ispirandosi al cinema di Chantal Akerman, Luca Guadagnino coglie il senso di eleganza opalescente che pervade la collezione e lo trasforma in storia, scegliendo un linguaggio rarefatto e sofisticato. La colonna sonora, così come i movimenti di macchina, hanno un senso di cinematografia classica, mentre la fotografia di Yorick le Saux ricrea in maniera contemporanea i colori luminosi e pacati della pittura italiana rinascimentale. Le scene d’interni sono state girate nel Museo del Violino di Cremona, capolavoro dell’architettura razionalista lombarda finora mai usato come set cinematografico.
“La moda oggi deve aprirsi a nuovi linguaggi” dice Giorgio Armani. “Il cinema è la forma di espressione cui, da sempre, mi sento più vicino. Lavorando con Luca Guadagnino ho avuto la possibilità di trasformare l’atmosfera della mia collezione in una storia, ed è stata una esperienza stimolante.”
Luca Guadagnino, il regista che nel 2009 con il film ‘Io sono l’amore’ ha ottenuto la nomination ai Golden Globes e agli Oscar, ha dichiarato: “Ho formato il mio gusto anche sullo straordinario lavoro di Giorgio Armani. Essere stato in grado di ‘muovere’ i suoi abiti in questa storia di desiderio e suspance ha per me un significato speciale.”
Protagonisti del film sono Milou Van Groesen, Diego Fragoso e Viniccius Sales.

Advertisements

Michael Jordan, villa di lusso a Chicago

March 3, 2012 Leave a comment

Nove camere da letto, quindici bagni, cinque caminetti, una piscina, tre garage multi-auto, un campo da tennis e ovviamente un campo di pallacanestro. Cosa volere più dalla vita?
Beh, c’è poco da controbattere ma, a quanto pare, il campione di basket è riuscito a trovare di meglio, visto che ha appena messo in vendita questa sua villa di lusso di Chicago al prezzo di 29 milioni di dollari.
Come già accennato, si tratta di una dimora da sogno, che offre un’incantevole vista sul Lago Michigan in grado di deliziare anche i più esigenti con un panorama mozzafiato.

Fonte: GoLook.it

Categories: Domus Lusso Tags: ,

Badollet Tourbillon Stellaire, remembrance of galactic timepiece

This slideshow requires JavaScript.

Conveying the remembrance of time and imbued with dreams and an aura of mystery, meteorite fragments symbolise the ephemeral nature of time and humankind’s vision of eternity. Badollet has chosen to integrate this highly symbolic material within the Tourbillon Stellaire. The BAD1630 movement that drives this Instrument of Time is distinguished by its baseplate entirely made from meteorite and by the upper bridge of the tourbillon carriage set with extra-terrestrial olivines. This use of extra-terrestrial materials is unprecedented in the design of watch movements.
Description
This mechanical hand-wound movement, endowed with a 120-hour power reserve displayed on the caseback, indicates the hours and minutes by means of central hands, as well as a tourbillon that is visible through the openworked dial at 6 o’clock. Revealing the symbolic power of the infinitely small, the carriage of the flying tourbillon carrying the Badollet logo and weighing less than one gram is set in a free-spirited and random manner with various shapes of extra-terrestrial olivines, also extracted from meteorite fragments. The 44 mm-diameter case in 150 palladium-coated white gold of the Tourbillon Stellaire is fitted with a sapphire crystal caseback enabling one to admire the back of the exceptional movement as well as its power reserve. Water-resistant to 30 metres, this stunning model features a glareproofed sapphire crystal protecting an openworked dial with Roman numeral hour circle, revealing the various parts of the movement and its meteorite baseplate.
The caseback also provides a glimpse of the finely openworked and hand-drawn bridges, depicting galactic circles.
Produced in an edition that is limited by its very nature, the Tourbillon Stellaire comes fitted with a genuine crocodile leather strap, complete with a folding clasp in 150 palladium-coated white gold.
Meteorites
These extracts from extra-terrestrial matter, originating from the depths of the universe, have always exercised a powerful fascination over human beings, evoking the mysteries of the creation of the world. Believed to have formed four billion years ago, at the same time as the solar system, meteorites constitute an incredible source of potential knowledge, carrying within them memories of what the solar system was like before the planets were formed.
The Cape York meteorite
The baseplate of the BAD1630 movement was created from the Cape York meteorite, named after the place where it landed, in Melville bay to the west of Greenland. It is thought to have dropped form the sky 10,000 years ago, even before Greenland was inhabited. This meteorite, discovered during a perilous expedition headed by English explorer Sir John Ross in 1818, was particularly important in the daily life of the Inuits, who used it to make arrow heads, harpoons and knives.
Extra-terrestrial Olivines
Badollet has chosen to set the tourbillon carriage, not with the usual precious stones, but with sidereal gems: olivines, detected in the dust halos surrounding young stars, as well as in the dust coma of the Hale-Bopp comet. Earth-bound olivines, found in great abundance in volcanic rocks, are used in making jewellery.
While extra-terrestrial or “heavenly” olivines feature much the same composition as their much younger earthly sisters, they can nonetheless be identified by scientific analyses.
Badollet holds an official certificate certifying the “nonearthly” origin of the olivines used to adorn its Tourbillon Stellaire.
Galactic circles
Hundreds of millions of stars rotate around a common centre of gravity, thereby forming a galaxy. “Galactic circles”, represented by the bridges of the BAD1630 movement powering the Tourbillon Stellaire, is the name given to describe the path described by these stars as they pursue their rotation.
The Tourbillon Stellaire, a genuine watchmaking challenge Badollet’s choice of meteorite for the baseplate of its BAD1630 movement was not determined merely by its symbolic value, but also viewed as a chance to rise to a technical challenge. Meteorite is a material that is particularly hard to fashion, not only because its structure is extremely uneven, but also because it tends to become magnetically charged during machining. Badollet therefore had to develop some exceptional processes in order to accomplish the apparently impossible.
A unique timepiece
The Cape York meteorite is an octahedric type meteorite made up of more than 91% iron and having been exposed to cosmic rays for an estimated 93 million years. This high iron content is liable to modify the colour of the Tourbillon Stellaire movement, yet without affecting its smooth operation. This distinctive feature reinforces the unique nature of each timepiece, since none of them will look identical as time goes by.
Movement – BAD1630. Tourbillon type mechanical movement with Swiss lever escapement. Manual winding. Standard central analogue display of the hours and minutes. Baseplate made from meteorite material, upper bridges of the tourbilon carriage set with olivines, and bridges representing galactic circles. Tourbillon carriage visible at 6 o’clock on the dial side, with personalised Badollet bridge. Suspended-type tourbillon (without bars) performing one full rotation in one minute. Cage pivoting without ball-bearing mechanism. Power-reserve indication (IRM) on the caseback (bridge side). Number of lignes – 13 ¼. Frequency – 21,600 vph (3Hz). Power reserve – Approx. 120 hours.
Case – Back and bezel in 150 palladium-coated white god. Sapphire case middle. Sapphire crystal, glareproofed on both sides, ultra-hard treatment. Crown in 150 palladium-coated white gold, water-resistant when the crown is pulled out. External diameter – 44 m. Inter-horn width – 24 mm. Water-resistant to 30 metres.
Hands – Hours: Leap-type, rhodium-plated. Minutes : Leaf-type, rhodium-plated.
Strap – Saddle-stitched, entirely hand-sewn Black Safari alligator mississipiensis leather.
Clasp/Buckle – Folding clasp, 150 palladium-coated white gold.
Source: Badollet

Fonte: Luxury & Fine TimepiecesFacebook

Categories: Lux-Man Tags:

Royal Ranches Marrakech, crisi in corso

March 3, 2012 Leave a comment

7,5 miliardi DH d’investimenti, 3 Hôtels di lusso con 770 camere, un complesso equestre su 180 ettari, un ippodromo,  un percorso da golf su 187 ettari, 4.000 posti di lavoro creati….cifre da capogiro. Tutto questo doveva essere uno dei più grandi complessi turistici, residenziali ed equestre della regione ma è rimasto, sfortunatamente, allo stadio di semplice progetto da oltre sei anni. Il progetto faraonico doveva essere realizzato a Marrakech da un gruppo di investitori del Golfo, tra cui il celebre Gulf Finance House del Bahrein. Secondo i primi annunci fatti nel 2006 dal gruppo, le prime unità residenziali dovevano essere consegnate nel 2011. Ma è lampante constatare che la crisi è passata da queste parti. Inoltre, quasi nulla è uscito dai terreni.  Un ritado enorme che non comprometterà soltanto gli investitori ma anche altri patners, vedi le banche. Per questo progetto gli investitori del Bahrein hanno chiesto un prestito di oltre 850 milioni DH; credito accordato dal consorzio di tre banche marocchine che sono la BMCE Bank per 500 miliardi DH, il Crédit Agricole del Marocco per 206 miliardi DH e il Crédit du Maroc per 90 milioni DH. Secondo fonti bancarie della BMCE, sugli 850 milioni DH accordati oltre 400 milioni sono stati consumati dagli investitori che hanno inoltre apportato oltre 500 milioni DH di propri fondi.  Questi soldi sarebbero serviti a finalizzare, tra le altre cose, l’acquisto delle parcelle di terreno che ospiteranno il progetto. Secondo un banchiere che ha accompagnato il progetto, i responsabili del GFH sono in buona fede e sono sempre dell’idea di realizzare il loro progetto, che non è il solo in Marocco, fatto salvo che dovranno rivedere i loro bussines plan a causa della crisi iniziata nel 2008 e che ha toccato anche i paesi del Golfo. Ma altri particolari restano inquietanti. Il problema si pone anche con lo Stato che cedette alla società Royal Ranches Marrakech un fondo terriero statale. La parcella ceduta totalizza una superficie di 310 ettari che la società ha acquistato nel 2006 al prezzo irrisorio di 40 dh al mq (3 euro 80 centesimi). Questo prezzo rappresenta una partecipazione dello Stato al progetto, a condizione che fossero rispettati i tempi.  Infine, gli investitori  sono visibilmente in difficoltà vis-à-vis  alle prestazione marocchine. Per i primi lavori realizzati sul sito, due imprese erano state selezionate; queste imprese realizzarono alcuni lavori ma, ad oggi,non sono state ancora pagate. Oggi reclamano il loro credito davanti alla giustizia. Una chiede circa 40 milioni DH, è ha dato mandato ad un gabinetto di avvocati francesi, mentre la seconda ha chiesto ugualmente giustizia  con sanzioni precise verso la società come l’interdizione di uscita dal territorio marocchino.  Il Royal Ranches Marrakech non è l’unico progetto del Gulf Finance House. A Tangeri, GFH ha realizzato un progetto denominato Royal Cap Malabata. Secono le banche che hanno partecipato al finanziamento, il progetto di Tangeri è stato finalizzato e si è sviluppato molto meglio del progetto su Marrakech. Il progetto di Cap Malabata ha richiesto un investimento di 600 milioni di dollari e si estende su 127 ettari comprendendo diverse unità hôteliers totalizzando una capacità di 2.500 posti letto, oltre ad una componente residenziale, campi da golf, centri di shopping, talassoterapia e molto altro.  Vi ricordo che il gruppo firmò un accordo, nel 2006, in presenza di SAR Mohammed VI, accordo che prese il nome di Gateway Morocco, con un montante globale di oltre 1,4 miliardi di dollari.

Fonte: My Amazighen

Categories: Lux-News Tags:

Giorgio Armani, continua progetto Acqua for Life

March 3, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

T-shirts for Life
Continua, attraverso il progetto Acqua for Life, il sostegno di Giorgio Armani verso i paesi disagiati. Prosegue infatti in Ghana, e si estende quest’anno anche in Bolivia, l’impegno a favore di Green Cross International per portare acqua potabile dove non ce n’è e favorire così la scolarizzazione. Avendo ricevuto dozzine di disegni dai bambini delle comunità già aiutate, Giorgio Armani ha deciso di utilizzarli per realizzare una t-shirt, ottimista e vitale, in un’iconica combinazione di bianco e azzurro acqua. In vendita presso una serie selezionata di negozi Emporio Armani e su armani.com, disponibile nella versione uomo e donna, il 30% del prezzo sarà destinato a Green Cross International per finanziare il programma ‘Smart Water for Green Schools’.

Mercedes-Benz SL63 AMG, video della nuova opera automobilistica

March 3, 2012 Leave a comment

La prestigiosa casa automobilistica Mercedes-Benz ha rilasciato un nuovo video dove la protagonista è l’ultima arrivata della gamma AMG, la SL 63 R231.
Questa nuova opera automobilistica, che verrà presentata al prossimo salone di Ginevra, si presenterà con doti velocistiche aumentate ed una guidabilità molto migliorata rispetto alla generazione precedente; con un motore V8 da 5,5 litri, è in grado di sprigionare la potenza massima di 537 cavalli ed 800 Nm di coppia.
Il peso sarà di 25 kg in meno, ovvero di 1845 kg e, grazie all’abbinamento con il performante cambio a doppia frizione Speedshift MCT AMG a sette marce, lo scatto da 0 a 100 km/h avverà in soli 4,3 secondi.
Ancora nessuna informazione sulla velocità massima, sul prezzo e sulla data di lancio, anche se si prevede il suo arrivo per la fine del 2012.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Marocco, eventi da non perdere nel 2012

March 3, 2012 Leave a comment

MAROCCO: I FESTIVAL DA NON PERDERE NEL 2012
Cinema, gastronomia, musica e sport: i “must” dell’anno per scoprire il Marocco sotto 1000 prospettive
Il Marocco, oltre a paesaggi d’incanto e luoghi ricchi di storia, offre una moltitudine di eventi di ogni genere che permettono di scoprire l’anima più profonda attraverso danze, canti, competizioni sportive ed esibizioni, folklore e modernità.

SPORT
Rally Aïcha des Gazelles
17–31 Marzo, fra Parigi ad Essaouira
Fin dalla sua fondazione nel 1990, il Rally Aïcha des Gazelles celebra l’esaltazione dello spirito di determinazione dell’uomo. La sua particolarità consiste nell’essere l’unico rally rigorosamente al femminile e l’occasione richiama quindi donne di qualunque età e da ogni parte del mondo: le “gazzelle” hanno un’età compresa fra i 18 e i 65 anni e provengono da 33 diverse nazionalità che si incontrano nel deserto marocchino dove prendere parte ad una competizione all’insegna del rispetto delle comunità locali. http://www.rallyeaichadesgazelles.com
Trofeo Hassan II
22 – 25 marzo, Agadir
Agadir ospiterà la 39esima edizione del prestigioso trofeo Hassan II, che raduna i migliori golfisti al mondo sui green del Palais Royal Golf e del Golf de L’Océan. Istituito 40 anni fa dal Re Hassan II, l’omonimo trofeo garantisce uno spettacolo magnifico che regala emozione, tensione e sorprese in abbondanza. http://www.hassan2golftrophy.com
Marathon des Sables
6 – 16 aprile, Ouarzazate
Fin dalla sua istituzione nel 1986, la Marathon des Sables è conosciuta per essere una delle corse più impegnative al mondo a causa delle temperature che in questo periodo dell’anno nel sud del Marocco possono raggiungere i 50 gradi. La 27esima edizione radunerà più di 1000 partecipanti per una settimana di emozioni e successi. http://www.darbaroud.com
Race of Morroco
13 – 15 aprile, Marrakech
Il FIA World Touring Car Championship torna a Marrakech per la terza volta e porta con sé 20 ore di corsa non-stop, 120 auto ed altrettanti piloti. Delle vere e proprie star come Yvan Muller, Robert Huff e Mehdi Bennani prenderanno parte alla competizione e una serie di attrazioni inedite intratterranno gli spettatori. http://www.raceofmorocco.com

CULTURA
Biennale 2012
29 febbraio – 5 marzo, Marrakech
Aprirà le porte il 29 febbraio la quarta edizione della Biennale di Marrakech dal titolo “Surrender” che vedrà la partecipazione di artisti noti nel campo della letteratura, del cinema e delle arti creative.
Lanciata nel 2005, la Biennale di Marrakech è uno dei festival del Marocco che gode di fama internazionale, celebrando e promuovndo la cultura contemporanea e la creatività del Nord Africa.
Nel corso dei cinque giorni, artisti da più di 30 nazioni si riuniranno per presentare le loro creazioni. Alcune esposizioni saranno visibili fino al 3 giugno prossimo. http://www.marrakechbiennale.org/
Caftan 2012
Maggio, Marrakech
La prima edizione del Caftan, lanciata nel 1996, è stata possibile grazie all’iniziativa di Caractère e Femmes du Maroc, la principale rivista femminile del Marocco. Questa 16esima edizione sarà l’occasione per scoprire le nuove tendenze nel settore degli abiti femminili tradizionali. Il tema di quest’anno sarà per l’appunto “Caftani del Marocco”. Un evento di moda da non perdere!
Festival delle Rose 2012
Maggio, Ouarzazate
Il festival si svolge a Dadès, nei pressi di Ouarzazate, all’inizio della stagione primaverile quando il clima mite favorisce la raccolta delle rose. Il villaggio di El-Kelaa M’Gouna si accende in una vivace celebrazione interamente dedicata a questo fiore. Quest’anno il villaggio verrà ricoperto di petali di rosa ed esploderà di colori in onore della regina dei fiori, fra bouquet, danze, musica e parate floreali.
Festival della Commedia
6– 9 giugno, Marrakech
Dopo il successo indiscusso della prima edizione, Jamel Debbouze in compagnia dei più grandi nomi dello humour francese ed arabo tornerà ad animare le strade della città rossa con un programma davvero di primo piano. http://www.marrakechdurire.com
Spettacolo equestre Cheval d’El Jadida
Ottobre, El Jadida
Creato nel 2008, questo prestigioso spettacolo equestre invita a scoprire le più belle razze equine attraverso una serie di grandi eventi: competizioni, conferenze culturali e diverse esibizioni. Questo spettacolo diventa un’occasione imperdibile per incontrare altri appassionati e condividere momenti unici, in un ponte fra storia, sport e competizione. http://www.salonducheval.ma

MUSICA
Festival Mawazine
18 – 26 maggio, Rabat
L’undicesimo Festival Mawazine farà ancora una volta vibrare la capitale marocchina al suono delle musiche di tutto il mondo con concerti, esibizioni, gruppi musicali, danze e vari laboratori per un pubblico di più di 2 milioni di persone. Questo Festival riunisce delle vere e proprie leggende del pop, jazz e soul che giungono da tutto il mondo per condividere in Marocco attimi di fervore creativo. http://www.festivalmawazine.ma
Fès Festival delle Musiche Sacre del Mondo 
8 – 16 giugno, Fes
Il Festival musicale che amina ogni anno Fès è uno degli eventi più aspettati del calendario culturale di Fès. Una sinergia fra arte e spiritualità che quest’anno, in occasione della diciottesima edizione, darà vita al tema “re-incantare il mondo”, in onore del grande poeta persiano Omar Khayyam. http://www.fesfestival.com
Festival Gnaoua e World Music
21 – 24 giugno, Essaouira
A quasi 15 anni dalla sua prima edizione, il Gnaoua Festival attira ogni anno circa 400 mila persone che giungono in Marocco per assistere a quello che viene universalmente riconosciuto come uno dei più importanti festival musicali al mondo. Il festival ospita una grande varietà di artisti che coinvolge il pubblico eclettico del festival ai ritmi della musica Gnaoua, ormai simbolo della variegata eredità culturale degli Alizés. http://www.festival-gnaoua.net/festival_essaouira/pages/index.php
Festival TanJazz 2012
Settembre, Tangeri
Il più grande jazz festival del Marocco e momento saliente nel panorama musicale del Nord Africa, il TanJazz raccoglie artisti che provengono da circa dodici paesi al mondo. Per il tredicesimo anno consecutivo l’intera Tangeri vibrerà al suono del jazz: bar, hotel, pub, teatri, piazze… un must per gli amanti del genere! http://www.tanjazz.org

ARTE
Riad Art Expo
28 marzo – 1 aprile, Marrakech, Palais des Congrès
Riad Art Expo ha raggiunto le vette del mondo dell’arte e rappresenta ormai un punto di riferimento fondamentale per il Marocco: design, artigianato e creazioni uniche attendono circa 10 mila visitatori internazionali che durante l’ultima edizione hanno potuto incontrare più di 90 espositori. http://www.riadart-expo.com
Festival internazionale della gastronomia «Etoiles de Mougins»
14 – 16 settembre, Casablanca
Appuntamento importante nel mondo della gastronomia, Les étoiles de Mougins invita gli chef più rinomati della cucina francese e internazionale a Casablanca. Fin dalla sua istituzione nel 2006, l’attenzione e la partecipazione degli chef è stata un faro per il pubblico che ha potuto prendere parte a laboratori del gusto, dimostrazioni culinarie e conferenze. Il tutto con uno spirito di ospitalità e scambio creativo. http://blog.lesetoilesdemougins.com
Marrakech Art Fair
4 – 7 ottobre, Marrakech, Palazzo Es Saadi
La terza fiera annuale dell’arte avrà luogo al palazzo Es Saadi, mentre l’evento avrà risonanza internazionale è presenterà le ultime tendenze dell’arte moderna e contemporanea. Nel 2011 il festival ha ospitato 48 gallerie provenienti da New York, Mosca, ’Italia e Turchia ed ha stabilito un ponte artistico evidente con il Festival del Cinema grazie al conferimento di un ruolo di primo piano all’arte video ed alla fotografia.  http://www.marrakechartfair.com
Marrakech International Film Festival FIFM
Dicembre, Marrakech
Istituito nel 2000, il Festival internazionale del Cinema di Marrakech è il più importante evento dedicato alla settima arte in Marocco dove si sono svolte numerose produzioni internazionali. Per gli amati del cinema di tutto il mondo è un evento da non perdere sia per le pellicole presentate che per il parterre di personalità di spicco che richiama ogni anno. http://www.festivalmarrakech.info

Per maggiori informazioni sui festival e il turismo in Marocco:
http://www.visitmorocco.com
Credits:
Ente Nazionale per il Turismo del Marocco
Via Durini, 5 – 20122 Milano
Tel: 02.58303633
http://www.visitmorocco.com  –  http://www.marrakech.travel
info@turismomarocco.it
Informazioni sull’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco (ONMT)
L’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco è un istituto pubblico che cura l’attività di marketing per conto del Marocco quale destinazione turistica e si occupa di sviluppare attività strategiche volte alla promozione del Paese. L’Ente si propone di identificare mercati ad alto potenziale ed analizzarne le specificità al fine di cogliere il profilo, le preferenze e le abitudini d’acquisto dei potenziali turisti. Con questa attenzione ai mercati internazionali, l’Ente attua campagne pubblicitarie, iniziative stampa, public relations ed eventi per accrescere la conoscenza del Marocco quale brand e far sì che l’immagine del Paese raggiunga i vari target della popolazione. La sua azione, condotta in parallelo ed in stretta collaborazione con la distribuzione, è finalizzata a migliorare la quota di mercato mondiale detenuta dal Marocco nel segmento turistico. La sede centrale dell’Ente si trova a Rabat; i suoi 15 uffici rappresentativi sono distribuiti fra Europa, Nord America, Asia e Medio Oriente.
Per ulteriori informazioni: 
Ketchum – ufficio Stampa Ente Nazionale per il Turismo del Marocco 
Sara Gatti – tel. 02 624119.23 – sara.gatti@ketchum.it
Daniele Caso – tel. 02 624119.75 – daniele.caso@ketchum.it

Categories: MondoViaggi, Tempo Libero Tags: