Archive

Archive for March 27, 2012

Harry Winston Histoire de Tourbillon 2 [Limited Edition]

A collection of rare timepieces launched in 2009, Histoire de Tourbillon embodies Harry Winston’s visionary spirit and determination to explore new dimensions. The collection combines technical sophistication and fine design in a daring and distinctive manner, expressing an original vision of horological history and asserting a new signature style. This year, for its second edition, the House of Harry Winston is paying tribute to the undisputed star of complications with an exclusive new timepiece issued in a 20-piece limited series. Featuring an ingenious construction that makes light of established conventions and includes a bi-axial flying tourbillon, Histoire de Tourbillon 2 offers its very own interpretation of time measurement. An avant-garde interpretation in which technology serves design and confirms the pioneering spirit of Harry Winston.
In tune with the inimitable Harry Winston style, Histoire de Tourbillon 2 transforms creative freedom into a full-fledged vocation. The brand’s signature excentered look is expressed in a resolutely atypical manner that pushes the boundaries of conception and design. From the tourbillon coupled with running seconds at 9 o’clock, to the hours with day/night indication at 2 o’clock and the minutes at 6 o’clock, all the displays are isolated in independent offset subdials. Each has its own field of expression in a case that is cleverly partitioned to form several different levels. Eight sapphire crystals (five on the dial side of which three for the time indications, and three on the case-back) punctuate the case like windows to a futuristic world in which technology forges the passing of time. The strength and intensity emanating from the watch are reinforced by a monumental white gold structure measuring 48.5 mm in diameter.
Powered by a mechanical hand-wound movement exclusively developed for Harry Winston, Histoire de Tourbillon 2 showcases the supreme complication in a setting worthy of its stature. The intricate structure of the amazing bi-axial flying tourbillon immediately catches the eye. Embodying a daunting conceptual challenge characterized by the absence of an upper bridge, the tourbillon is held on the side of the movement only, so that its point of fixation remains invisible. Suspended in mid-air, it radiates the hypnotic magic of a perfectly controlled balancing game: as if released from the mechanism driving it, it appears to be floating in complete freedom. Hovering over the watch protected by its sapphire crystal dome, this watchmaking feat plays its role within a spacious and spectacular stage-setting. Designers have worked with perspective, height and sloping angles in creating the stunning tourbillon carriage with its fascinating sense of depth.
The technical complexity does not stop there: the bi-axial flying tourbillon combines two concentric carriages and gains added precision by enabling the regulating organ to perform multidimensional rotations. The striking visual effect is created by an outer carriage completing one full turn in 120 seconds and housing an internal carriage – holding the balance, balance-spring and escapement – that revolves in just 40 seconds. The circular-grained, polished and shotpeened finishes, hand-crafted in keeping with the noblest fine watchmaking traditions, highlight the tourbillon components in an extraordinary contrast between light and dark shades. Moreover, behind the stunning vision of this aerial ballet lies excellent rating precision, enhanced not only by the constant shifting of positions, but also by the lightness and resistance of the external titanium carriage.
Distinguished by a three-level bezel, in itself an outstanding accomplishment in terms of guaranteeing water resistance, the case meticulously compartmentalizes the various timekeeping indications. While the tourbillon plays the starring role, the hours and minutes appear in their respective subdials at 2 and 6 o’clock and feature a bold, ultra-contemporary design. Underscored by a beveled inner bezel ring, they are swept over by orange-accented hands standing out clearly against the opaline black dial background. Further enhancing readability, the day/night indications can be told apart by their color: orange for day, and blue for night. Finally, two additional dial apertures set the finishing touch to the decidedly masculine aesthetic of this model with a straight-line guilloché motif. Superlative design meets cutting-edge technology in this supremely elegant model radiating perfect visual equilibrium despite the excentered displays.
Designed for devotees of contemporary Haute Horlogerie that is firmly anchored in the 21st century and geared towards innovation, Histoire de Tourbillon 2 asserts a unique style: that of a precious work of art to be experienced on a daily basis; and that of a high-tech instrument that does not merely measure time, but actually lives it with vibrant energy and confidence.
Movement – Mechanical hand-wound movement. Bi-axial flying tourbillon. Flying external carriage in titanium: full rotation in 120 seconds. Internal carriage: inclined at a 10-degree angle, full rotation in 40 seconds. Circular-grained, polished and shotpeened hand-finished decorations. 95 components. Power Reserve – 50 hours.
Functions – Excentered hour display at 2 o’clock. Excentered disk-type minutes display at 6 o’clock. Disk-type seconds display at 9 o’clock on the tourbillon. Orange indications for day and blue for night at 2 o’clock.
Case – 48.5 mm. Polished white gold, satin finished and shotpeened.
Dial – Opaline black. Straight-line guilloché motif at 12 and 4 o’clock.
Glass – 5 sapphire crystals on the dial side of which three for the time indication. 3 sapphire crystals on the case-back.
Water resistance – 30 meters (3 ATM).
Strap – Matt black alligator leather.
Source: Harry Winston

Fonte: Luxury & Fine Timepieces – Facebook

Advertisements
Categories: Lux-Man Tags:

My Sommelier, applicazione per buon intenditori di vino da Besanopoli per l’ASPI

March 27, 2012 Leave a comment

Qual’è il vino giusto per ogni piatto? Beh, cosa dire, per i palati più fini ci sarebbe sempre bisogno di un sommelier, ma questo non è sempre disponibile.
Da oggi, però, grazie alla nuova applicazione multipiattaforma My Sommelier, dal proprio smartphone si potrà avere sempre a disposizione la consulenza di un sommelier professionista, in grado di consigliare qual’è il vino giusto da abbinare alle pietanze adatte, così da stimolare il piacere del gusto più raffinato.
L’applicazione My Sommelier è già disponibile su iPhone e Android, ma presto sarà anche disponibile su altre piattaforme diffuse come Windows Phone, Bada e Blackberry. Grazie alla progettazione di un sofisticato algoritmo, l’app è in grado di consigliare il vino giusto per ogni piatto secondo gli studi tecnico-scientifici portati avanti dall’ASPI, l’Associazione della Sommellerie Professionale Italiana.
L’uso dell’applicazione My Sommelier, peraltro, è altamente facile: basta selezionare una delle 2000 pietanze messe a disposizione per venire a conoscenza del vino adatto da abbinare. È possibile anche mixare più pietanze e scegliere il vino che più si addice per il giusto approccio sensoriale.
Se invece si ricercano informazioni partendo dai vini, è possibile eseguire una ricerca libera all’interno dell’applicazione, che indicherà tutte le informazioni possibili ed immaginabili sia sul gusto che sulla provenienza, indicando anche le varie cantine di produzione tramite delle schede molto precise e dettagliate.
Per i più esigenti, infine, My Sommelier può anche consigliare il calice adatto per ogni tipo di vino che si ha il piacere di degustare.

Fonte: GoLook.it

Prada, nuova apertura per la storica boutique di Londra

Prada apre nuovamente a Londra rinnovando completamente l’architettura e l’immagine della storica boutique in Old Bond Street. Il progetto é curato dall’architetto Roberto Baciocchi, il quale progetta uno spazio suddiviso su tre livelli, occupante una superficie totale di 1900 metri quadrati, ospitante le collezioni maschili e femminili dell’abbigliamento e degli accessori.
La facciata si apre con una grande vetrina imponente sulla prestigiosa strada: lastre in marmo eleganti in nero Marquina incorniciano le vetrine e gli ingressi, delineando un accentuato profilo geometrico perfettamente integrato con la geometria prevalente del palazzo storico nel quale lo store trova ubicazione. I due ingressi si aprono su ambienti interni distinti sottolinenando così l’universo femminile e maschile, interpretati secondo il concept del marchio con gli elementi della nuova immagine stabilita del brand.
Lo spazio dedicato alla donna si apre su una sequenza prospettica di portali realizzati in marmo nero e specchi, sui lati spiccano gli spazi dedicati all’esposizione degli accessori. La pavimentazione é realizzata in marmo bianco e nero provvisto di venature dal gusto sontuoso, ma si deforma improvvisamente plasmando quasi in uno stile optical generando linee di fuga esaltanti i punti focali dell’esposizione.
Alcune teche espositive realizzate in cristallo e metallo palladio dall’impronta preziosa rappresentano una nuova ed originale interpretazione della storica ‘buca’. I nuovi banchi espositivi progettati per gli accessori e la pelletteria sono valorizzati dai colori accesi del saffiano; rossi, verdi e blu accentuano e ne riempiono l’ambiente. La lussuosa sequenza di portali termina nello spazio adiacente alle calzature femminili, identificata da una tenda in tela verde, dalle pareti e dal velluto verde intenso dei divani “Clover Leaf”, progettati da Verner Panton e riprodotti esclusivamente per l’arredamento della boutique.
Lo spazio dedicato all’uomo, che al piano terra prevede l’esposizione degli accessori, viene evidenziato dal pavimento realizzato in doghe sottili di marmo St. Laurent, mentre l’ambiente si sviluppa in lunghezza caratterizzato da due fronti: il primo rivestito in legno scuro e il secondo in encausto arancione brillante.
I due universi, quello maschile e  quello femminile, proseguono al piano superiore dislocati in percorsi distinti. Una portentosa scala in marmo nero Marquina, inserita in un volume di metallo e dalla presenza scultorea, conduce verso l’area dedicata alla donna, che si estende in una serie di stanze ben definite da ampie superfici esaltate dalla tenda verde e dai rivestimenti in marmo nero, richiamanti la composizione geometrica della facciata esterna, mentre l’ambiente si presenta accogliente e di elevato contenuto seduttivo grazie  ai divani in velluto verde in apparente contrasto con il plexiglass degli espositori, dei lucernari e dei tavoli espositivi.
L’accesso all’area dedicata all’uomo é consentito da una scala provvista di uno mobile scaffale espositivo a tutta altezza disposta sul fondo. La pavimentazione é realizzata a doghe, le pareti sono rivestite in legno di ebano e i divani sono in pelle di struzzo arancione, nell’insieme rappresentano pienamente l’atmosfera maschile mentre l’arredo, i banchi in metallo palladio e cristallo con display colorati e le teche ne completano e delineano i contorni.
Il piano interrato, nel quale si accede mediante due scale, introduce un ambiente elegante e molto sofisticato corredato di pareti in encausto colore arancione, presso cui sono esposti accessori esclusivi, pelletteria raffinata e tutto il set per i viaggi. Notevole l’area riservata al Made- to-Measure, non che quella adiacente riservata agli ospiti speciali: in questo speciale ambiente l’arredamento é inserito in un contesto parietale lussuoso rivestito in velluto verde progettato escllusivamente per infondere un’atmosfera intima, ricercata e seducente.

Marius Creati

Ferretti CL 112′ Next, yacht di lusso dal cantieri Gruppo Ferretti

March 27, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Il prestigioso Gruppo Ferretti, ha appena varato una nuova imbarcazione di lusso nel cantiere del gruppo ad Ancona, il maxi yacht di lusso CL 112’ Next.
Si tratta di un’imbarcazione planante lunga 34 metri; per il varo, erano presenti ovviamente anche gli armatori dello yacht, ovvero i rappresentanti della società cinese di real estate Xanadu South China Sea.
La destinazione del nuovo CL 112’ Next, sarà infatti molto particolare: farà da attrazione per gli ospiti presso il lussuosissimo complesso immobiliare e turistico di Xanadu South China Sea che presto sorgerà sull’isola di Hainan.
Il Ferretti CL 112′ Next è una vera è propria dimora di lusso galleggiante, con 7 metri di larghezza e dunque con ambienti ampi e areati, arredati in modo elegante e lussuoso sia all’interno che all’esterno. Il grande yacht, inoltre, dispone di sistemi di entertainment di ultima generazione e di un sistema di controllo altamente all’avanguardia, con computer di bordo in grado di elencare statistiche nel dettaglio e informazioni di ogni genere.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Lacoste, nuova capsule collection per le Olimpiadi Londra 2012

This slideshow requires JavaScript.

Lacoste presenta una nuova capsule collection 2012 schierandosi nuovamente a fianco dello sport  in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012. Sedici le nazioni rappresentative dell’evento. Tre le nuove t-shirt dedicate  disponibili nei punti vendita Lacoste a partire dalla metà di aprile:
– Polo Croco Flag, bianca e provvista dal coccodrillo icona del marchio da colore originale che riprende i colori della bandiera di ciascun paese partecipante;
– Polo Flag, multicolore che si veste dello stendardo di una delle sedici nazioni prescelte;
– Polo Limited Edition, t-shirt  disseminata dalle bandiere dei 16 paesi prescelti e presentata in un cofanetto in plexiglas;
Inoltre le per tifose da menzionare le due ulteriori proposte: una shopper in pvc munita della stampa delle bandierine ed una borsa aereo con motivo croco flag.

Marius Creati

Categories: Life-Man, Life-Woman Tags: , ,

Dubai, nuovo Teatro dell’Opera e un Museo d’arte all’ombra del Burj Khalifa

March 27, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Quest’oggi, il facoltoso governo dell’Emirato, ha annunciato la ripresa del suo piano di espansione con nuove costruzioni di grande impatto, in grado di attirare l’attenzione dei più esigenti e, forse, anche di ottenere nuovi primati in ambito mondiale.
All’ombra del maestoso grattacielo Burj Khalifa, infatti, sorgeranno presto un nuovo Teatro dell’Opera ed un grande Museo d’arte contemporanea.
Ad anticipare queste due nuove strutture, è stato stesso l’emiro arabo Sheikh Mohammed bin Rashid al-Maktoum, che ha annunciato di voler costruire nuovi punti d’interessi in grado di rafforzare la vita culturale degli abitanti dell’emirato.
Questi due nuovi complessi, infatti, sono stati inseriti con un’alta priorità nel più grande progetto di espansione e consolidazione del paese, che per anni ha fatto si che sorgessero imponenti edifici di lusso.
Ora che si sono calmate le acque ed è ripartito il progetto, il tutto è stato inquadrato sotto un’altra ottica molto interessante, che tenderà a rafforzare l’interesse anche di altri tipi di personaggi verso la facoltosa città di Dubai.

Fonte: GoLook.it

Categories: Concept, Domus Cultura Tags: ,

Mini Cooper S Rauno Aaltonen, nuova versione dedicata al celebre campione

March 27, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

La casa automobilistica Mini, dedica una Cooper S al campione vincitore del Rally di Montecarlo nel 1967 proprio su un’auto Mini, il celebre Rauno Aaltonen.
Questa particolare Mini Cooper S si presenta con modifiche solo di natura estetica: si parte dai cerchi 17 pollici di colore bianco, per poi arrivare sulla parte frontale della carrozzeria, dove sono installati due gruppi ottici ovali a livello della calandra. Sono presenti anche molte decalcomanie, con strisce laterali appena sopra le minigonne ed una fascia bianca sul cofano anteriore, che peraltro presenta una vistosa presa d’aria al centro.
Molti ritocchi sono stati fatti anche all’interno dell’abitacolo, dove spicca la particolare finitura del volante; anche la plancia, la parte del tachimetro e i sedili, presentano particolari in pelle rossa.
Chi acquisterà una Mini Cooper S Rauno Aaltonen, potrà partecipare gratuitamente ad un corso di guida sul ghiaccio nella scuola di rally di proprietà di Rauno e suo figlio Tino Aaltonen; al momento, però, non è ancora stato rivelato il prezzo e se l’auto sarà venduta anche sul mercato italiano.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags: ,