Archive

Archive for June 26, 2012

DeWitt Twenty-8-Eight Tourbillon, classically audacious masterpiece in 18 carat white or rose gold

This slideshow requires JavaScript.

Twenty-8-Eight Tourbillon – 100% manufacture
With the Twenty-8-Eight Tourbillon, first released in 2010, DeWitt took a major step forward as the calibre DW8028 was its first entirely home-made Tourbillon movement. A landmark in the history of the brand showcasing yet again the depth of its know-how and its autonomy. This year, DeWitt is releasing its second 100% Manufacture movement with the DW8014.
A stunning automatic Tourbillon with a peripheral oscillating rotor, a dead-beat second, and a patented Automatic Sequential Winding (A.S.W.) system.
DW8028 – Solid and reliable
The DeWitt calibre DW8028 is a manually wound movement integrating a solid and reliable Tourbillon mechanism. Its construction is rather classical, using age-old and recognized technical parameters as a basis: 18’000 A/h, 72 hours power reserve. The movement is equipped with a Swiss anchor escapement with a variable-inertia balance and a spiral with a Breguet curve sequenced at 2.5 Hz.
The balance, as well as the escape wheel and the anchor are made of 18 carat yellow gold.
A signature plate for the master watchmaker
The Twenty-8-Eight Tourbillon fully complies with the very demanding finishing norms of the DeWitt Manufacture. Entirely hand-made, the finishing is here of a rare quality and can be observed through the sapphire crystal back. Meticulously angled, polished and satin-finished, the barrel and cage-bridges are finely decorated with Côtes de Genève. Also, two miniature “W” signatures are to be found on the crown and on the golden buckle.
A little plate, bearing the signature of the master watchmaker and placed on the barrel-bridge, further witnesses the pride and affection put into the creation of each timepiece. A direct connection is therefore established between the client and the watchmaker behind his work of art. Indeed, one particularity of DeWitt, so essential to the final quality achieved for the product, is that every watch is entirely assembled, adjusted and tested by a single master watchmaker, from A to Z.
Strenght and finesse – A design about duality
The dial of the Twenty-8-Eight Tourbillon is all about duality. On the upper part, a set of columns compose a very masculine and imposing Art Deco construction with a futuristic touch. It also sends us the image of the front of a powerful 1930’s steam engine. The lower part of the dial opens up into a large and beautiful circle symbolizing wholeness, the infinite nature of energy and female power.
However large the opening, the entrance into the heart of the beating movement is protected by a semi-transparent grille that only intrigues us more on what is happening inside.
The underlying pattern represented on the dial is a large radiating sunray that reaches right out to the sides. It is divided in two different colour zones as the Roman and Arabic numerals are placed on a Rhodium or Palladium circular applique that embraces the whole dial.
For a perfect balance and because the Twenty-8-Eight Tourbillon is all about duality, only two hands (hours and minutes) are positioned in the centre of the dial in the shape of swards. Two little “children” appliques, each bearing shiny rings, were finally placed at 3 and 9 o’clock.
Classically Audacious
The Twenty-8-Eight Tourbillon is a “classically audacious” masterpiece with a 43 mm round case made in 18 carat white or rose gold and presents particularly comfortable proportions. Offering a subtle combination of character and refinement, the design of the Twenty-8-Eight collection is sober and balanced. Presenting a slightly thinner case (10,28 mm) than the Academia collection as well as more discrete columns on its flanks, the Twenty-8-Eight collection gives a fascinating impression of lightness. The bezel is particularly interesting as its polished and satin-finished columns provide eye-catching reflections. Elegant and streamlined lugs achieve to complete the design with perfect proportions and offer a remarkable comfort of wearing. However, the strong DNA, so characteristic of DeWitt watches, remains fully recognizable.
Tonality Variations
Rose Gold & Black
A warm and welcoming atmosphere with a black-anthracite face that gracefully contrasts with a light, creamy-couloured circle applique in Palladium. Numerals, hands and central construction in rose gold.
White Gold & Mysterious Blue
More than any other, this variation is all about light and reflections. Not twice in the same day will it display the same blue! The centre displays a darker, “galvanic” blue, whereas the circle applique presents more turquoise, “rhodium” blue tonalities. Rhodium plated numerals and hands.
White Gold & Opaline Silver
A bright, summery variation that plays with silver tonalities. The centre, in a subtle silvery opaline colour is surrounded by a slightly more intense silver applique in Palladium. Numerals, hands and central construction are rhodium plated.
Movement – Calibre DW8028. Mechanical manually wound movement integrating a Tourbillon manufactured by DeWitt. Power reserve – 72 hours. Vibrations – 18’000 A/h. Balance – Variable-inertia balance. Spiral – Spiral with Breguet curve sequenced at 2.5 Hz. Escapement – 440 angle of lift. Jewelling – 19 jewels. Diameter – 14,6’’ (33 mm). Total height – 7,45 mm. Number of components – 185.
Functions – Hours, minutes.
Case – Round-shaped, adorned with DeWitt’s imperial columns pattern on the flanks. 18-carat white or rose gold. Diameter – 43 mm. Total thickness – 10,28 mm. Crown – 18-carat white or rose gold polished crown adorned with a ring made in blackened titanium featuring the “W” signature. Distance between lugs – 21 mm. Case back – Sapphire crystal, secured with screws.
Dial – Central construction composed of columns and opening up into a large circle embracing the Tourbillon movement. Semi-transparent grille reducing the opening. Large radiating sunray pattern divided in two colour tonalities. Rhodium or Palladium circular applique at the perimeter on which Roman and Arabic numerals are placed. Two “children” appliques at 3 and 9 o’clock.
Hands – Hours and Minutes: open-worked hands in the shape of two-edged swords.
Water-resistance – 30 meters.
Wristband – Alligator leather in different colour tonalities.
Buckle – 18-carat white or rose gold, triple blade folding clasp, polished, engraved “W” signature.
Source: DeWitt

Fonte: Luxury & Fine TimepiecesFacebook

Categories: Lux-Man Tags:

Osechi Ryori, pietanza giapponese di lusso per grandi occasioni

Osechi-ryori sono tradizionali piatti preparati per il giorno di capodanno, pietanze servite fredde all’interno di scatole speciali  chiamate jyubako che sono disposte a file una sopra l’altra fino a formare  4 o 5 ripiani. I grandi magazzini Takashimaya, per festeggiare  l’arrivo del loro 180esimo compleanno, hanno  realizzato un osechi-ryori unico  dove l’oro padroneggia sia nei cibi realizzati con oro 18 carati tutto commestibile ovviamente, sia  il jyubako disegnato  da uno degli orafi  più famosi in Giappone, Hoseki Okuyama, che per  l’occasione  ha inciso figure raffiguranti vigneti e uve. Le speciali jyubako hanno  la grandezza di 20cm per 20cm per  un peso complessivo di 3,3 kg con un costo assai unico nel suo genere  la cifra di 229.000 dollari. Nonostante gli unici tre esemplari al momento chi si porterà a casa questo tesoro?,  ad ottobre partiranno i primi ordini del lussuoso Osechi- ryori.

Emilio Di Iorio

Categories: Lux-Specialities Tags:

Stella McCartney, nuovo corner presso il celebre department store Harrods

June 26, 2012 Leave a comment

Stella McCartney afferma all’apertura del nuovo corner di 103 metri quadri ubicato all’interno del celebre department store: “Harrods, iconica istituzione londinese, è patria del lusso ed entrare con il mio brand da Harrods è un privilegio”. La boutique é situata al primo piano dell’edificio tra le collezioni dei più prestigiosi marchi internazionali, progettato da Raw Edges, il quale ha adottato una palette di colori naturali che variano dal quercia al noce con sfumature acero, intrisi di blu pallido e rosa. Attualmente i suoi diciassette flagship stores presiedono le più importanti città della moda: Hong Kong, Londra, Los Angeles, Milano, New York, Parigi, Tokyo.

Categories: Boutiques Tags: ,

Giuseppe Zanotti Design, nuova boutique a Venezia

June 26, 2012 Leave a comment

Giuseppe Zanotti Design inaugurata lo scorso 25 aprile la prima attesissima boutique a Venezia in un’atmosfera raffinata dal concept contemporaneo, una posizione decisamente strategica quella in Salizada San Moisé, la più importante via del lusso della città lagunare, progettata dall’architetto Gianluca Bonini di Nuovostudio, mediante un sapiente ed equilibrato connubio di materiali tradizionali, tra cui il legno laccato, il marmo, ed l’ottone ossidato e una grafica moderna. La modernità del bianco pseudo ottico e le acidature  mitigano il tradizionalismo dell’oro e dell’ottone, mentre la pavimentazione realizzata in marmo tagliato in lastre echeggia la cultura neoplasticista.
La presenza della boiserie parietale mette in risalto l’attenzione particolare e riservata che, in un’alternanza apparentemente di poco percepibile, esalta splendidi elementi verticali in legno laccato bianco dalle dimensioni e profondità diverse che creano sensazionali giochi di luce che a sua volta amplificano la percezione dello spazio. L’illuminazione é un dettaglio non trascurabile, che si correda delle luci al led adatte ad esaltare il prodotto, non che regalano all’ambiente un aspetto plastico e coinvolgente. Coreografia scenografica e concetto décor sperimentale sono un elemento di distinzione e insieme di comunicazione del brand.

Harrods, grande magazzino di lusso a Londra

June 26, 2012 Leave a comment

Harrods è un grande magazzino di lusso con oggetti, abbigliamento e servizio esclusivo. Si trova in una delle zone più ricche ed esclusive di Londra, Knightsbridge, nel quartiere di South Kensington (Royal Borough of Kensington and Chelsea). Mecca dorata del consumismo moderno, fa ormai parte delle icone che rappresentano Londra, e quindi è diventato una vera e propria meta turistica, al di là dello shopping.
Il suo slogan «dallo spillo all’elefante» indica l’estrema varietà di articoli che esso pone in vendita.
Origini e storia
Harrods iniziò le attività in Cable Street nell’East End di Londra, fondato da Charles Henry Harrod, un droghiere proveniente dall’Essex. Nel 1849 il magazzino venne trasferito nell’elegante quartiere di Knightsbridge, proprio di fronte ad Hyde Park.
Grazie al lungimirante lavoro di Charles Henry Harrod, il quale era già commerciante di prodotti alimentari e in particolare di tè e prodotti da forno, e a quello di suo figlio, gli affari nella ricca zona di Londra già a quel tempo prosperano, per merito della scelta di prodotti ad altissima qualità. Negli anni seguenti si è allargato inglobando i negozi vicini, fino alla costruzione dell’attuale edificio.
Nel 1985 Mohammed Al-Fayed ha rilevato il magazzino, pagandolo 300 milioni di sterline.
L’8 maggio 2010 Mohamed Al-Fayed ha venduto Harrods alla Qatar Holding per 1,5 miliardi di sterline (circa 1,7 miliardi di euro).
Edificio
Il palazzo di Harrods, la cui superficie è di oltre 93.000 m², è formato da 7 piani (di cui due interrati) ed è suddiviso in 300 reparti.
Gli interni sono ispirati all’Antico Egitto.
Tutti i piani sono collegati da 46 ascensori, che percorrono in un anno 80 000 chilometri (quasi due volte il giro del mondo) e da numerose scale mobili. I reparti che si trovano allo stesso piano sono collegati tra di loro tramite dei corridoi e dei percorsi delimitati. Le stanze sono molto grandi e decorate.
L’esterno viene illuminato da 11.300 lampadine e l’ingresso è dotato di 10 porte.
È dotato di 300 linee telefoniche, con tremila derivazioni interne che ricevono in media 12.000 chiamate ogni giorno.
Al pianterreno dell’edificio, vicino alle scale, si trova una statua di Dodi Al-Fayed e Lady Diana, sul cui piedistallo è posta la scritta “Innocent victims” (= vittime innocenti). Poco distante è stata posta una targa recante la scritta “In memoria di Diana, Principessa del Galles, e di Dodi Al-Fayed, uccisi il 31 agosto 1997“, sotto la quale è posto un libro sul quale i clienti possono lasciare una dedica.
L’attività commerciale
Harrods ha un unico punto vendita principale, a Londra e non ha succursali, se non 11 punti vendita in aeroporti asiatici ed europei.
I dipendenti sono 5.000, tra commessi, detective, vigili del fuoco e infermieri.
All’entrata è posto un cartello dove vengono indicate alcune norme di comportamento. Dato che la merce esposta in molti casi è di grande valore ci sono ovunque agenti di sicurezza che invitano in maniera molto decisa a rispettare le regole se si vuole restare nel magazzino.
Dodici milioni di clienti ogni anno acquistano nel negozio e ne escono con in mano le celebri buste verdi a scritte dorate.
Tra i prodotti in vendita anche linee esclusive ed oggetti di altissimo valore, come diamanti da 64,9 carati, i sandali più costosi del mondo (con 642 rubini -120 carati in totale- montati su platino), orologi d’oro tempestato di diamanti al prezzo di 600 000 euro.
Stagione dei saldi
Durante il periodo dei saldi, una gran folla si reca nel grande magazzino. La media giornaliera di visitatori, normalmente attorno raggiunge punte di 250.000 visitatori al giorno, alla ricerca di offerte vantaggiose (saldi fino al 75%).
Gli incassi del grande magazzino nella sola prima mezz’ora dall’apertura, cioè dalle 9:00 alle 9:30, sono stimati in oltre un milione di sterline.
L’apertura della stagione dei saldi è celebrata con un rito d’apertura costante tutti gli anni: una celebre madrina giunge, su una carrozza trainata da due cavalli neri, davanti alle 10 porte d’ingresso, dove è ricevuta dal proprietario in smoking nero. Per questa cerimonia, una volta Mohamed Al-Fayed, precedente proprietario, chiamò Sofia Loren.
Curiosità
Nel 1898 è stata installata qui una delle prime scale mobili del mondo.
La notorietà di Harrods è tristemente aumentata dopo il tragico incidente che portò alla morte di Lady Diana e Dodi Al-Fayed, il figlio del precedente proprietario di Harrods, Mohamed Al-Fayed. Nel piano interrato, proprio per onorare la memoria dei due giovani, è stato creato un reliquiario, l’Egyptian Monument. Sempre all’ultimo piano troviamo una statua di cera raffigurante Mohamed Al-Fayed, che lui stesso si fece realizzare dal museo delle cere Madame Tussaud’s.
In seguito alle accuse di Fayed all’establishment reale, nel 2000 Buckingham Palace ha cancellato Harrods dalla lista dei fornitori ufficiali.
Negli ultimi anni il tempio della moda è diventato il punto di riferimento per le azioni di marketing e promozione di alcune grandi aziende italiane. Basti pensare all’accordo chiuso con Fiera Milano spa, la più grande società di servizi d’Italia ed una delle più avanzate fiere nel mondo, grazie al quale sono stati promossi marchi come Ferrarelle, fiere come il Miwine ed intere regioni.
Ultima fra tutte l’esposizione dei prodotti artigianali siciliani realizzata dall’Assessorato all’Artigianato della Regione Siciliana, nelle vetrine di Harrods. I grandi magazzini londinesi fanno scuola anche nel marketing. Diventa un lusso anche essere esposti nel tempio del lusso.

Fonte: Wikipedia

Categories: Domus Lusso Tags: ,

Jolì, orologio undersized dell’estate di Liu Jo Luxury

June 26, 2012 Leave a comment

Undersized, colorato e dal gusto retrò. Voilà “Jolì”, l’orologio dell’Estate griffato Liu Jo Luxury
C’era una volta il prezioso orologio da polso della nonna. Quello per intenderci, piccolo, raffinato e luminosissimo, in oro bianco o giallo satinato con tanto di brilli, da sfoggiare solo nelle occasioni importanti. Ricordate? Qualche nipotina fortunata lo conserverà gelosamente in vista di tempi migliori… ma per tutte le altre che amano lo stile retrò, pur restando fedeli a un mood giovane e trendy, e soprattutto per chi non disdegna la praticità, Liu Jo Luxury, per l’Estate 2012 ha realizzato “Jolì”. Un delizioso orologio undersized con morbido ma resistente cinturino in silicone declinato in ben 11 colori moda, dal turchese all’arancio passando per il giallo, il fucsia e il verde oltre che negli intramontabili bianco e nero. Colorato anche il quadrante, mentre la lunetta, come tradizione del brand vuole sin dalle origini, è tempestata di cristalli white.
Insomma, un vero must per fashioniste di ogni età che anche in spiaggia, in barca o al più esclusivo degli happy hour non intendono rinunciare ad essere eleganti con brio, magari, sfoggiando contemporaneamente, sullo stesso polso, un bel “gruppetto” di colorati Jolì abbinabili senza problemi ad ogni outfit. Da mattina a notte fonda.

Categories: Life-Woman Tags:

“Tourist Privilege Card”, nuova carta dedicata a tutti i turisti amanti dello shopping in Malesia

June 26, 2012 Leave a comment

IN MALESIA ARRIVA LA “TOURIST PRIVILEGE CARD”
La nuova carta dedicata a tutti i turisti amanti dello shopping permette di usufruire di promozioni e offerte esclusive
L’Ente del Turismo della Malesia presenta la nuova “Tourist Privilege Card”, una carta speciale dedicata a tutti i turisti internazionali appassionati di shopping, già disponibile dal 14 giugno. La Malesia mostra così il suo lato trendy e apre le porte di 500 negozi che – parte del Bukit Bintang KLCC (BBKLCC) shopping district di Kuala Lumpur – hanno aderito all’iniziativa.
Lanciata dal ministro del turismo in occasione dell’inaugurazione della 1Malaysia Mega Sale Carnival, il festival dello shopping in corso dal 15 giugno al 2 settembre, la card offre privilegi unici anche in corrispondenza del 1Malaysian Mega Year End Sale Carnival, i saldi di fine anno in calendario dal 15 novembre al 2 gennaio 2013. Già paradiso dello shopping duty free, il quartiere di Bukit Bintang di Kuala Lumpur viene arricchito ulteriormente grazie a questa nuova iniziativa che attrarrà numerosi turisti fashion addicted. Situato al centro del Triangolo d’Oro della capitale, nel distretto si possono trovare 9 centri commerciali con 3.000 negozi, oltre a ristoranti, bar e mercati tipici, distinguendosi come una delle mete privilegiate per lo shopping in Malesia.
L’obiettivo principale dell’iniziativa è di far diventare la Malesia un paradiso internazionale dello shopping, attraverso la cooperazione tra i centri commerciali della zona, gli hotel, i negozi e i ristoranti. La strategia che verrà messa in atto prevede, tra le altre, l’organizzazione di eventi di qualità e l’implementazione delle infrastrutture presenti nell’area in collaborazione con le autorità locali.
“Questa iniziativa va ad incrementare ulteriormente le grandi risorse dell’economia malese,” ha commentato Mohd Faharuddin Hatmin, Direttore dell’Ente del Turismo della Malesia in Italia, “e rappresenta un incentivo ulteriore per lo sviluppo economico del paese che, oltre ad offrire scenari naturali meravigliosi, si offre anche come luogo ideale per lo svago urbano e lo shopping di marche di qualità e di prodotti locali”, conclude il Direttore.
La ‘Tourist Privilege Card’ è disponibile presso tutti i punti informazione dei negozi convenzionati. Sarà necessario presentare il proprio passaporto per ottenere la carta, utilizzabile immediatamente dal momento dell’attivazione.

Categories: Life-News Tags: