Archive

Archive for March 21, 2013

Christie’s, incanto memorabile per il diamante più bello del mondo

March 21, 2013 Leave a comment

diamante-più-bello

Una gemma a forma di pera con un peso totale di 101,73 carati, in grado di incantare per la sua perfezione, sarà messa all’asta da Christie’s il prossimo 15 maggio a Ginevra.
Si tratta di un evento davvero unico, visto che, secondo quanto rivela la storia di questo favoloso diamante, che ha occupato per anni il posto di ”diamante più bello del mondo”, è la prima volta che finisce sul mercato.
Rahul Kadakia, manager della divisione gioielli di Christie’s negli USA, afferma che si tratta di una pietra dal valore inestimabile che, secondo quanto previsto dagli analisti della casa, riuscirà a raggiungere cifre mai viste prime, grazie anche alla grande affluenza di facoltosi collezionisti per l’evento messo in programma.
Il diamante, che potete ammirare in alto nella foto, è frutto di una scolpitura durata ben 21 mesi dalla sua estrazione dalle miniere di Jwaneng del Botswana. L’Istituto Americano di Gemmologia gli ha assegnato il grado di colore “D” e un livello di purezza “Flawless”.

Fonte: GoLook.it

Categories: Incanto Tags:

Celine Dion, enorme villa più costosa e lussuosa del Canada

March 21, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Non a caso è attualmente considerata come la villa più costosa e lussuosa del Canada; parliamo dell’enorme dimora della star Celine Dion, conosciuta in tutto il mondo per i suoi brani e la sua voce angelica.
Basta parlare dei suoi numeri per capire che si tratta di una villa fuori dal comune: si estende su una superficie totale di 8.500 metri quadrati ed è situata in un’isola privata di 20 acri a circa 15 minuti da Montreal. Un vero e proprio castello che, la talentuosa Celine Dion, ha voluto mettere sul mercato ad un prezzo di circa 30 milioni di dollari.
Il suo acquisto risale al 2001, quando Celine decise di trasferirsi nella sua nuova proprietà insieme alla sua famiglia; tirando le somme, la cantante per personalizzare questo suo ”castello”, la cui struttura è ispirata a quelli di origine francese costruiti in Normandia, ci ha speso la somma di ben 8 milioni di dollari.

Fonte: GoLook.it

Categories: Domus Lusso Tags: ,

Ne pas oublier…, prima essenza di Martino Midali

mIDALI-PARFUMS-682x1024

Nasce un’importante collaborazione artistica fra Martino Midali & Patrizia Lazzaretto, famosa firma olfattiva torinese, del marchio 10100. Lazzaretto ha creato, infatti, seguendo le note care allo stilista, una fragranza dedicata al marchio che prende il nome di  “Ne pas oublier…”, ovvero non dimenticare. E il profumo, grazie alla sua audacia e alla sua forza avvolgente è letteralmente indimenticabile.  Una scia vaporosa di iris, sandalo e lampone per essere in piena armonia tra corpo e mente. Anche il flacone nella sua verticalità trasparente gioca un ruolo importante: la bottiglia infatti ricorda le soluzioni chimiche usate un tempo in farmacia. E il packaging, invece è rappresentato da un abitino in  jersey chiuso da un filo di fettuccia, cucito ed annodato artigianalmente uno ad uno. Un packaging non colore, sui toni dei grigi ton sur ton ispirati alla collezione été 2013. Unico accento colorato, la sottolineatura per distinguere le due fragranze, una viola e l’altra verde acido. L’essenza sarà in vendita sia nelle boutique sia sullo shoponline martinomidali.com.

Fonte: VM-Mag

Allegria, nuovo yacht di lusso dai cantieri navali Hakvoort Shipyard

March 21, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Costruito nel lontano 2004 nei cantieri navali olandesi Hakvoort, questo yacht di lusso è riuscito subito ad entrare nella classifica dei più lussuosi e desiderati al mondo.
L’imbarcazione in questione ha infatti una lunghezza di 46,5 metri e si distingue dai panfili tradizionali per le sue dotazioni di bordo, che lo rendono un vero e proprio albergo di lusso galleggiante.
Come si può intuire dal titolo dell’articolo, il nome di questo yacht di lusso è Allegria e, nonostante sia stato varato circa 9 anni fa, il proprietario attuale ha deciso di rimetterlo sul mercato per la cifra di 30 milioni di dollari, avendolo pagato circa 5 milioni in più.
Lo yacht di lusso Allegria è spinto da due potentissimi motori Caterpillar che, nonostante le sue dimensioni, gli permettono di raggiungere una velocità massima di 15 nodi; i posti letto sono 10, divisi in camere doppie, ma a bordo c’è spazio per oltre 15 persone.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Cosme Decorte, trattamento notte per la pelle

March 21, 2013 Leave a comment

cosme-decorte-repair-cream-600x600

La vostra pelle è segnata da piccole rughe e impurità ma durante il giorno non avete tempo da dedicare a creme e maschere di bellezza? Da oggi non ci sono più scuse: da Cosme Decorte, brand specializzato in prodotti anti-age, arriva Repair Cream, un trattamento notte che va applicato prima di coricarsi e che dona nuova energia alla pelle. Risultato? Guardarsi allo specchio alla mattina non sarà più uno shock, perché il viso apparirà da subito più riposato e idratato.
A rendere efficace questa emulsione per pelli secche e normali sono alcuni ingredienti chiave contenuti nella sua speciale formula. Primo fra tutti il Trealosio, uno zucchero estratto da organismi che vivono in condizioni estreme, come la selaginella, una pianta tipica del deserto. La sua funzione principale è quella di idratare in profondità, combattendo così l’aridità cutanea che colpisce molti soggetti.
Un altro ingrediente fondamentale è il Violet CPX, miscela di attivi estratti da piante e frutti dal colore viola intenso. Questo mix svolge un’importante funzione antiossidante e rimpolpante, che permette alla pelle di ritrovare la sua originaria bellezza e giovinezza.
Repair Cream appartiene alla linea AQMW, collaudata gamma di prodotti all’avanguardia nell’ambito skin-care capaci di sollecitare la spontanea trasformazione e rigenerazione dell’epidermide.
L’intera collezione è distribuita in esclusiva per l’Italia da Beautimport ed è disponibile nelle seguenti profumerie: Mazzolari (C.so Monforte 2, Milano) e Castelli (Via Frattina 18 e Via Condotti 22, Roma).

Fonte: Olfatto Matto

Categories: Cosmesi Tags:

Giorgio Armani, nuova boutique ad Hong Kong

This slideshow requires JavaScript.

Nuova apertura per la maison Armani in Canton Road, Tsi Sha Tsui, ad Hong Kong lo scorso 14 marzo. Si tratta di un punto vendita che si estende su oltre 959 mq disposti su due piani. Al piano terra sarà esposta la collezione prêt-à-porter uomo e donna, con accessori, scarpe, borse e piccola pelletteria. Il secondo piano è invece dedito a una selezione più ampia di modelli prêt-à-porter e a un’ulteriore offerta di calzature per uomo e donna. Roberta Armaniha accolto 400 ospiti per l’inaugurazione della boutique. Tra gli ospiti erano presenti: Zhang Zi Yi, Choi Si Won, Sandra Ng, Zhang Zi Lin, la modella internazionale He Sui e la socialite Pansy Ho. In occasione del party è stata esposta la preview della mostra “Eccentrico”, rimasta aperta al pubblico solo dal 14 al 17 marzo esponendo 51 abiti delle collezioni Giorgio Armani e Giorgio Armani Privè. Nella mostra sono stati inclusi più di 300 accessori tra cui gioielli, scarpe, borse e cappelli. Gli ospiti poi sono stati accolti in una cena esclusiva presso lo SKY100 Hong Kong Observation Deck.  In occasione della mostra “Eccentrico” è stata presentata un’esposizione della collezione di orologi in edizione limitata dedicati al 2012, anno del Dragone. Il design della boutique si caratterizza per  i muri e i soffitti in marmorino,  i pavimenti ini pietra silk georgette. I progetti degli interni sono ad opera di Giorgio Armani in collaborazione con il suo team di architetti. Completano l’arredo i tavoli in teak con top in cristallo nero e dettagli in bambù in acciaio a specchio. Lo spazio è molto luminoso ed evoca un moderno bosco di bambù, fusione tra artigianalità e cura per i dettagli. Il retail di Armani si estende ad Hong Kong con: 2 boutique Giorgio Armani, 6 Emporio Armani, 3 Armani Jeans, 5 Armani Junior, 7 Armani Collezioni, 12 A/X Armani Exchange, 1 Armani/Dolci e 1 Armani/Casa.

Fonte: VM-Mag

Categories: Boutiques Tags: ,

Gastronomia, chef star sempre più divi delle celebrities

This slideshow requires JavaScript.

Food GLI CHEF PIU’ DIVI DELLE STAR
Il cibo è un espressione culturale poiché, come sosteneva l’antropologo Claude Lévi-Strauss, non è buono quello che è buono da mangiare, ma è buono quello che è buono da pensare. Il che significa che cibo e pensiero sono tra loro legati e che il primo non viene accettato se il secondo non ne sancisce l’accettabilità da un punto di vista culturale.
L’individuo ha sviluppato nel tempo una crescente consapevolezza alimentare (che si sposa anche a una crescente attenzione alla salute e quindi a ciò che si mangia), dispone di un patrimonio di conoscenze ricco e articolato sugli alimenti, un sapere che coinvolge tutta la filiera alimentare dalla raccolta delle materie prime allo smaltimento dei rifiuti. Il cibo ha dunque smesso da tempo di essere percepito quale semplice strumento di sostentamento: sempre di più gli vengono riconosciute le diverse forme di cui si veste di volta in volta e quindi cibo spettacolo, simbolo, cura, socialità, comunicazione. In particolare, la spettacolarizzazione del cibo ha contribuito alla caratterizzazione in senso mitico della figura dello chef che è di fatto divenuto una star. La trasformazione dei cuochi in chef, degli chef in imprenditori e di questi in star, come giustamente sottolinea la nota giornalista enogastronomica Fiammetta Fadda (nonché giudice nella trasmissione televisiva di La7d “Cuochi e fiamme”), inizia nel 1972 con la nascita della nouvelle cuisine e del piatto firmato, come quadro, dal suo autore. Grazie dunque, lo ripetiamo, alla identificazione della figura dello chef con quella dell’artista, dell’imprenditore e del divo cresce il fascino di questa professione presso i giovani a tal punto che in dieci anni, tra il 2002 e il 2012, le sole scuole alberghiere statali sono passate da 223 a 348, e gli iscritti da 117.000 a 158.000. E del resto gli sbocchi professionali sono numerosi e “concreti”. Si moltiplicano al di là di master, accademie esclusive e corsi di laurea, anche i “semplici” corsi di cucina frequentati non tanto per consolidare o migliorare le proprie abilità domestiche, ma come mezzo per esprimere se stessi, per il desiderio/piacere di creare,  per acquisire la capacità di trasformare gli ingredienti in un’opera premiante tanto per la vista quanto per il palato. Indubbiamente la tv ha giocato in questo un ruolo non da poco. Si pensi, ad esempio, a “Masterchef” il cui successo ha fatto di un talent show un fenomeno di costume e dei suoi protagonisti, i giudici (Bruno BarbieriCarlo Cracco e Joe Bastianich), acclamate star da prendere a modello per una scelta di vita.

In particolare, Carlo Cracco è divenuto uno degli uomini più inseguiti dai giornali di gossip finendo su diverse copertine (tra cui quella scabrosa per GQ http://magazine.excite.it/carlo-cracco-e-la-modella-svestita-su-gq-critiche-incomprensibili-N131998.html) e trasformandosi dunque, a tutti gli effetti, in un personaggio mediatico di grande attrazione al pari dei calciatori. Sì perché all’estetica del cibo ormai sovente si accompagna la bellezza dello chef altro esempio, in tal senso, Alessandro Borghese alto e bruno conduttore di trasmissioni successo su Sky e La 7. (a cura di Mariangela Polesana)

Fonte: VM-Mag