Archive

Archive for December 20, 2011

Galactic Suite Space Resort, albergo spaziale

December 20, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

No, non è un modo di dire. La Galactic Suite Space Resort – sviluppata da Galactic Suite – è una mini stazione spaziale orbitante tra l’atmosfera e le fasce di van Allen (tra i 160 e i 2000 km di altitudine), progettata per ospitare passeggeri privati, i cosiddetti turisti spaziali. Obiettivo della missione: rendere il turismo spaziale una cosa accessibile a tutti.
La Galactic Suite
La Galactic Suite è una compagnia aerea fondata a Barcellona nel 2007 da Xavier Claramunt, con il compito di creare e sviluppare soluzioni per migliorare l’esperienza del turismo spaziale. Ad oggi, l’azienda è coinvolta nella progettazione, sviluppo e promozione del progetto Galactic Suite Experience. La compagnia sta sviluppando il primo hotel spaziale con moduli abitativi orbitanti alla Terra, in grado di accogliere in futuro i turisti spaziali. Per fare ciò, l’azienda ha riunito un team interdisciplinare composto da ingegneri, architetti, designer industriali, economisti e avvocati che hanno contribuito a rendere questo progetto una realtà.
Galactic Suite Space Resort
La Galactic Suite Space Resort, come accennato nella introduzione, è una mini stazione spaziale orbitante nella bassa orbita terrestre (LEO) in grado di ospitare persone a bordo. Inizialmente sarà dotata di due moduli, in grado di ospitare 2 passeggeri ed un membro dell’equipaggio. Successivamente, verranno aggiunti 3 moduli per un totale di 6 persone (quattro passeggeri e due membri dell’equipaggio). Tutti i moduli disporranno di atmosfera artificiale, controllo termico e sistemi di controllo per la produzione di energia, quest’ultima necessaria per il funzionamento della stazione.
L’hotel si troverà ad una altitudine di 450 km per un rapido accesso e per proteggerla dalle radiazioni cosmiche delle fasce di van Allen. I passeggeri resteranno in orbita per un periodo che va da 4 a 6 giorni, compiendo un giro intorno al Pianeta Blu in soli 90 minuti, e quindi godere di 16 albe e tramonti al giorno.
Galactic Suite Space Ship
Il raggiungimento della stazione sarà possibile grazie alla Galactic Suite Space Ship, una navetta in grado di trasportare 4 passeggeri e 2 membri dell’equipaggio. La navetta partirà dal Galactic Suite Space Port, uno spazio-porto che si troverà su un’isola tropicale dei Caraibi. I motori e i serbatoi saranno situati nella parte posteriore della fusoliera, mentre, la sezione frontale, ospiterà i passeggeri e l’equipaggio in posti configurabili, che saranno ritirati una volta che la nave sarà in orbita, per sfruttare al meglio lo spazio proposto. La navicella assicurerà 2 viaggi al mese per il trasporto di passeggeri o per mettere in orbita satelliti commerciali.
Galactic Suite Space Port
Il Galactic Suite Space Port sarà il posto dal quale partiranno le navicelle della stessa compagnia. È situato su un’isola tropicale dei Caraibi e si svilupperà su una superficie totale di 100.000 m2. Sarà costituito da tutti i servizi necessari per il decollo, l’atterraggio e la manutenzione dei veicoli. La costruzione si ispira al paesaggio circostante e sarà edificata secondo i più rigidi criteri di sostenibilità ambientale. All’interno sarà possibile trovare tutte le strutture di formazione, una centrifuga umana, una piscina, palestre, sale conferenze, una biblioteca e un’infermeria.
Conclusioni
Questo, insieme al progetto di Virgin Galactic, è il primo passo verso la conquista dello spazio. Perché, se già in questo decennio siamo arrivati a questo punto, figuriamoci nel prossimo cosa sarà in grado di fare l’uomo con l’aiuto della tecnologia. Ma non mi dilungo troppo perché, come si dice in questi casi, chi vivrà vedrà.

Paolo Falcone

Fonte: Skimbu

D8 GTO, nuova lightweight due posti da Donkervoort

December 20, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

D8 GTO è il nome di questa nuova lightweight due posti presentata dal costruttore automobilistico olandese Donkervoort.
Si tratta di un esemplare con una massa di appena 700 chili, spinta da un motore 5 cilindri 2.5 TFSI di provenienza Audi in grado di sprigionare la potenza massima di 400 cavalli.
Il motore TFSI, proveniente come già accennato dalla RS3 di casa Audi, grazie ad un alleggerimento di 30 chili riesce ad avere una coppia di 450 Nm a partire dai 1.600 giri.
La Donkervoort D8 GTO non è altro che l’evoluzione della D8 GT, che venne presentata lo scorso 18 dicembre dalla casa. Con lei, infatti, condivide circa il 30% dei componenti, utilizzando però un telaio tubolare in acciaio ed una scocca in fibra di carbonio per alleggerire il peso totale.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

The Men’s Wearhouse e Vera Wang, partnership per il lancio di smoking Black by Vera Wang

December 20, 2011 Leave a comment

The Men’s Wearhouse e Vera Wang hanno concluso un accordo di partnership esclusiva per il lancio della nuova collezione di smoking Black by Vera Wang. Disegnata dall’icona del fashion Vera Wang, e disponibile esclusivamente da The Men’s Wearhouse, uno dei principali retailer americani di moda maschile, la Black by Vera Wang collection sarà una collezione con smoking di grande qualità, ma con un prezzo accessibile.
Al lancio, che avverrà probabilmente a fine primavera 2012, saranno disponibili due modelli uno grigio e uno nero al prezzo di 219,99 dollari che verranno prodotti dalla Flow Formalwear, azienda specializzata in smoking già fornitrice per Calvin Klein e Ralph Lauren. “Per più di 20 anni, ho condiviso la mia visione della moda con le donne di tutto il mondo – ha dichiarato la Wang – quindi è eccitante avere ora l’opportunità di condividere tutto questo anche con l’universo maschile”.

Fonte: Pambianconews

Ermanno Scervino, prima boutique a Bucarest

December 20, 2011 Leave a comment

Il Gruppo Ermanno Scervino non rallenta l’espansione all’estero ed inaugura in questi giorni la prima boutique a Bucarest, portando a trentasette i monobrand aperti nei Continenti. “La presenza diretta nella capitale rumena rientra in un progetto strategico che pone al centro della nostra attenzione l’ampliamento verso nuovi Paesi”, afferma Toni Scervino amministratore unico del Gruppo. “Rappresenta una vetrina importante sui mercati dell’Europa Centrale e dell’Est e un dialogo con l’Europa del futuro”. Nonostante la difficile situazione congiunturale internazionale, la Ermanno Scervino ha registrato anche quest’anno un aumento sull’andamento delle vendite all’estero con una quota export pari al 60% distribuita tra Cina, Giappone, Europa dell’Est . Ubicata nella centralissima Galleria dello storico edificio Jw Marriott, vicino al Parlamento, il nuovo store segue un concept basato sulla ricerca di una “sofistica essenzialità”, cornice ideale per accogliere i preziosi capi couture Ermanno Scervino e presupposto per enfatizzare gli elementi di alto artigianato fiorentino. Un camino in pietra, sedute in capitonné di cavallino e noce, poltrone in mongolia, realizzati da “maestri toscani”, ricordano alla clientela la cultura della terra della Maison inserendoli in un contesto contemporaneo. Così, elementi moderni – acciaio, cemento, vetri, specchi – si alternano a materie naturali – pelle, cuoio, legno, stucchi – in un sottofondo di neutri opachi, pavimenti in resina e pareti in calce spatolata a mano. Due ampie vetrine, animate da pedane e da nicchie, accolgono gli abiti e gli accessori delle collezioni donna e uomo Ermanno Scervino.

Fonte: Crisalide Press

Categories: Boutiques Tags: ,

Mieko, linea bijoux ispirati a Diabolik per il prossimo San Valentino

December 20, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

San Valentino la festa degli innamorati , della coppia affiatata, dell’amore e della complicità come quella che traspare nella coppia Diabolik ed Eva Kant e che Mieko ha riportato su i bijoux della linea Diabolik.
Bangles , orecchini e collane create con il riutilizzo dei fumetti che le edicole non hanno venduto. Ed ecco i fogli dei fumetti di Diabolik vetrificati diventare originali bijoux , tutti diversi, tutti unici come l’amore.

Fonte: BlogModa

Categories: Life-Woman Tags: , ,

De Siena, décolleté pelle lucida rosso ciliegia glitter per il prossimo Natale

December 20, 2011 Leave a comment

Mai come in questi giorni sembra opportuno strafare con scarpe un pò pazze, magari colorate o glitterate. O magari colorate e glitterate, come queste decolletè in pelle lucida rosso ciliegia, firmate De Siena.

La punta tonda sdrammatizza l’effetto di tacco e plateau, luminosi in quanto interamente ricoperti di tessuto glitterato dorato: pazze ma non troppo, potrebbero essere il portafortuna perfetto per la notte di San Silvestro; a che serve l’intimo rosso (che, in quanto tale, dovrebbe rimanere nascosto) se possiamo mostrare al mondo un paio di scarpe così, per giunta in edizione limitata?

Fonte: Shoeplay

Categories: Life-Woman Tags:

Michael Jackson, stupefacente incanto per i cinquecento l’arredo di Carolwood Drive a Los Angeles da Julien’s Auctions

December 20, 2011 Leave a comment

Cinquecento pezzi battuti all’asta, per quasi un milione di dollari: fan di Michael Jackson e collezionisti, giunti sabato in California da tutto il mondo, hanno fatto incetta degli oggetti che hanno arredato la casa in cui il 25 giugno 2009 e’ morto il Re del Pop, la ricca villa al numero 100 di Carolwood Drive, a Los Angeles, presa in affitto dal cantante a 100 mila dollari al mese.
Pur non trattandosi degli oggetti di una vita, ma solo di quelli trovati nell’ultima casa abitata dalla popstar, il successo della vendita ha superato le aspettative. Il ricavato e’ infatti circa il triplo la stima iniziale di 200-400.000 dollari. ”E’ arrivata gente da tutto il mondo, dal Giappone, dal Sud America, solo per essere qui all’asta”, ha detto il direttore della casa d’aste Julien, Noland Martin, sorpreso dalla reazione del pubblico.
Una panchina sulla quale Michael Jackson aveva disegnato pupazzi di neve danzanti e’ stata aggiudicata per 4480 dollari. Uno specchio e’ stato battuto, con un fragoroso applauso in sala, per 18.750dollari, il doppio del prezzo stimato in partenza dal banditore Darren Julien, che ha presieduto l’asta. Questo oggetto ha un significato particolare, in quanto il Re del Pop aveva scritto a pennarello sullo specchio ‘Train, perfection March April Full out May’, probabilmente un riferimento alle prove per “ThisIs It”, tour che era sarebbe dovuto cominciare da Londra nel luglio 2009 e mai partito perche’ la popstar mori’ a giugno di quell’anno. Sono stati venduti anche un orologio del Settecento francese (per9.375 dollari) e una riproduzione di una Venere di Tiziano ad olio (11.250 dollari).
E poi la lavagna su cui i figli di Jackson – Prince, Paris e Blanket – avevano scritto un messaggio affettuoso. Anche questa e’ stata venduta, per 5.000 dollari. E’ stato invece rimosso dalla vendita, su richiesta della famiglia Jackson, il letto – in stile vittoriano – in cui il cantante e’ morto.

Enrica Di Battista

Fonte: Ansa