Archive

Archive for November, 2011

Jeff Dunham, mago della risata

November 30, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Altra domenica altra giornata all’insegna della risata! Oggi vi parleremo di una leggenda della comicità, Jeff Dunham, uno dei comici più amati negli USA, ma anche uno dei più esperti ventriloqui al mondo. Un vero e proprio mago della risata, unico nel suo genere, un esempio per tutti gli aspiranti comici di cui vi parleremo in questo articolo.
Chi é Jeff Dunham?
Come vi avevo anticipato, Jeff Dunham è uno dei più popolari comici negli Stati Uniti, divenuto famoso per la sua bravura nell’arte della ventriloquia che unisce a un umorismo unico, caratterizzato da battute spassosissime neanche troppo spinte, e all’abilità di improvvisare interagendo con il pubblico.
Grazie a molti anni di esperienza, la ventriloquia di Dunham appare così naturale e dinamica che improvvisamente vi sembrerà di vedere un vero pupazzo vivente e una persona che chiacchierano, tant’è vero che spesso Jeff presta la sua voce a più di un pupazzo durante la stessa scena.
Stand-up Comedy
In particolare, Jeff è un comico “stand-up”, ossia che non si avvale di battute e barzellette già conosciute, ma si presenta ogni volta con testi freschi e originali basati sulle osservazioni della vita quotidiana e sulla situazione sociale e politica del proprio paese.
Gli spettacoli di Dunham consistono in una conversazione che ha luogo tra lui stesso e uno dei suoi famosissimi pupazzi, alcuni rappresentanti i tipici stereotipi americani e altri personaggi del tutto fantasiosi e con caratteri sempre diversi fra loro. La bravura di Dunham risiede anche nella sua capacità di cambiare incredibilmente tonalità di voce ogni volta che deve cambiare pupazzo (dovreste sentirlo mentre parla con due pupazzi allo stesso tempo).
I pupazzi di Jeff Dunham
Riguardo ai pupazzi, veri protagonisti degli show di Jeff Dunham, questi vi faranno morire dal ridere per il modo in cui Jeff li fa parlare, ma anche per il loro aspetto, molto caricato e, a volte, esagerato. Vediamo quali sono i pupazzi più conosciuti usati dal comico:

  • Achmed the Dead Terrorist, è molto probabilmente il pupazzo più amato dai fan di Dunham. Achmed è un kamikaze morto per “detonazione precoce”, di lui rimane solo uno scheletro che porta il pizzetto e un turbante; è molto permaloso e dall’animo vendicativo. Si diverte a fare battute di cattivo gusto sulla guerra in Iraq e a minacciare Jeff e lo stesso pubblico con la sua solita frase “Silence! I kill you!”.
  • Peanut, una scimmia rosa molto fastidiosa che non esita a dire tutto quello che gli passa per la testa. Spesso si diverte a irritare Jeff e a prendere in giro gli altri pupazzi, come il povero Josè Jalapeño. Vi farà scoppiare dal ridere con le sue risate e le sue imitazioni.
  • Josè Jalapeño On A Stick, come avrete già intuito dal nome, è un Jalapeño (peperone molto piccante) parlante infilato su un bastone e indossa (indovinate un po’…) un sombrero. Josè Jalapeño è il primo pupazzo costruito da Jeff e uno dei primi ad aver debuttato durante gli spettacoli del comico. Ogni sua battuta viene conclusa con un “On a stick!”.
  • Walter, è il tipico veterano dalla guerra del Vietnam scontroso e menefreghista, unico per le sue battute pungenti. Cosa odia di più al mondo? Sua moglie, con cui è sposato da ben 46 anni.
  • Melvin, un supereroe con un grande superpotere: vedere attraverso i vestiti. Viene spesso riconosciuto per il suo grande naso, infatti afferma che il suo rivale è Pinocchio.
  • Bubba J, il tipico stereotipo del redneck, ovvero una caricatura di quegli americani che abitano nella zona meridionale degli USA. In merito a tale stereotipo, Bubba J afferma di vivere in un camper e i suoi hobby preferiti sono bere la birra e guardare le corse di Nascar alla TV.

Questi sono i pupazzi più usati da Jeff Dunham, tutti acclamati dal pubblico e ciascuno unico per carattere e aspetto.

Pasquale Fusco
Fonte: Skimbu

Categories: Portraits Tags:

Il Gatto con gli Stivali, primo negozio a Roma di calzature e accessori vegani

November 30, 2011 Leave a comment

Il Gatto con gli Stivali è il primo negozio a Roma di calzature e accessori esclusivamente realizzati senza componenti animali. L’attività nasce con l’intento di offrire ai consumatori vegetariani/vegani uno spazio in cui effettuare gli acquisti nella certezza di veder rispettati i propri principi etici, ma desidera altresì costituire per tutti una proposta in più per scegliere in modo innovativo cosa indossare e ricercare, senza rinunce, un equilibrio più sostenibile nel rapporto uomo-animale-ambiente.
Gli articoli commercializzati sono realizzati in microfibra, un tessuto sintetico ad elevata tecnologia, filato attraverso microfori praticati con il laser, estremamente sottile e resistente, e poi compattato con un procedimento che produce una membrana porosa. Il materiale che ne risulta è traspirante e resistente, morbido e dotato di buona impermeabilità, colorabile in fase di produzione e sagomabile per le varie applicazioni.
Le aziende fornitrici (italiane, inglesi, americane) garantiscono l’assenza completa dell’utilizzo di componenti animali in ogni fase della lavorazione ed in tutta la linea produttiva, realizzata interamente in Italia, nell’Unione Europea o in aziende estere che adottano per il personale contratti di lavoro equosolidali.
La gamma delle proposte è piuttosto basic ma abbastanza ampia sia per l’uomo che per la donna, andando dalle scarpe classiche e per l’ufficio, alle sneakers, a diversi modelli e stili per il tempo libero. Le calzature, grazie alle caratteristiche dei materiali di realizzazione, sono comode e resistenti, lavabili e lucidabili, traspiranti e completamente anallergiche. Gli accessori, guanti, borse, cinture, portafogli sempre in microfibra, sono anch’essi realizzati in diversi colori e misure.

Denny Rose, omaggio alla femminilità nella nuova collezione inverno 2011 2012

November 30, 2011 Leave a comment

Il paesaggio cambia… si copre di stelle, lustrini, pizzi firmati Denny Rose.
L’inverno Denny Rose propone una donna moderna, elegante, stravagante, avvolta negli abiti della nuova collezione Inverno 2011/12. Un omaggio alla femminilità, al tuo essere donna, un tocco di colore in questo bianco Natale.

Fonte: BlogModa

Categories: Life-News Tags:

Amr Corp e American Airlines, procedura istanza di fallimento

November 30, 2011 Leave a comment

American Airlines e la sua società madre Amr Corp hanno fatto richiesta di accedere alla procedura di protezione dai creditori dopo il fallimento all’inizio di questo mese del tentativo di accordo con i piloti per ridurre il costo del lavoro.
Amr era stato l’unico tra i maggiori vettori aerei americani ad evitare il ricorso alla procedura fallimentare nell’ultimo decennio, una mossa usata negli anni scorsi dai principali concorrenti per ristrutturare gli accordi lavorativi e tagliare i costi.
Questo ha lasciato Amr, terza compagnia aerea dietro United Continental e Delta Air lines, con i costi del lavoro più alti del settore.
La compagnia ha anche spiegato di aver subito l’aumento del prezzo dei carburanti, che hanno fatto schizzare i costi di oltre il 40% nel terzo trimestre rispetto all’anno precedente.
All’interno della richiesta di protezione prevista dal Chapter 11, presentata in un tribunale di New York, la compagnia ha elencato asset per un valore di 24,72 miliardi di dollari a fronte di passività per 29,55 miliardi di dollari. La società ha dichiarato, inoltre, di avere liquidità per 4,1 miliardi di dollari.
Sia American Airlines che American Eagles durante la procedura fallimentare dovrebbero continuare a garantire voli regolari.
Nel pre-borsa il titolo Amr perde oltre il 60% a 64 centesimi.

Fonte: Reuters Italia

Categories: Life-News Tags: ,

Mandarina Duck, inaugurazione store a Milano

November 30, 2011 Leave a comment

Sarà aperto il prossimo 14 dicembre a Milano il nuovo store di Mandarina Duck. La boutique sarà in Via Pietro Verri 8 – angolo San Pietro all’Orto – e per l’occasione sarà possibile esplorare il nuovo mondo del mrachio.

Fonte: Vivianamusumeciblog’s

Categories: Life-News Tags: ,

‘Peggy’, omaggio a Peggy Guggenheim da Serapian

November 29, 2011 Leave a comment

Ha tutti i crismi per diventare una it bag. Si chiama Peggy e prende il nome dall’esperta di arte, ma soprattutto grandissima collezionista, mecenate e scopritrice di talenti Peggy Guggenheim. Il nome è un tributo che è stato dato in occasione dell’apertura del monomarca Serapian a Venezia lo scorso 15 novembre. E’ una limited edition dedicata alla donna che con la sua cultura e con il suo estro riuscì a trasformare il suo salotto-museo in un edificio da sogno, Palazzo Venier dei Leoni, tutt’oggi esistente e ospitante una delle fondazioni di arte contemporanea più importanti d’Italia e del mondo. La borsa è in morbidissima nappa color oro con trama a intreccio ed è disponibile nei monomarca del brand.Non solo: in occasione dell’inaugurazione del nuovo monomarca, Serapian ha annunciato che prenderà parte a un importante progetto di recupero legato all’arte. In particolare si tratta del restauro di due pale del Tintoretto e una terza dell’artista Leandro Bassano, che si trovano presso la Basilica di San Giorgio Maggiore. In collaborazione con il Comitato Italiano per Venezia, che opera nell’ambito del Programma UNESCO – Comitati Privati Internazionali per la Salvaguardia di Venezia, e la Soprintendenza per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il polo museale della città di Venezia e dei comuni della Gronda lagunare , SERAPIAN ha infatti deciso di sostenere e finanziare un intervento conservativo volta a restituire a questi straordinari dipinti la loro corretta lettura e presentazione estetica. L’intervento durerà circa sei mesi.

Fonte: Vivianamusumeciblog’s

The Ultimate Château Lafite-Rothschild Package, private collection by Ceo Collective

November 29, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Because you understand that Château Lafite-Rothschild is more than just fine wine.
Château Lafite-Rothschild is the warm sunlight and cool rain that falls on the vineyard. It is the eyes of the winemaker reflecting tradition, skill and always humility. It is the label that is not merely an identification, but is a work of art.
In wine is truth and there is no greater truth than the consummate crafting, the legacy and the mastery that is Château Lafite-Rothschild.

The Collection
For your private collection or that of someone you deeply cherish, the Ultimate Château Lafite-Rothschild Collection includes 103 carefully selected vintages. Of these wines, there is every great Château Lafite-Rothschild vintage produced between 1900 and 2005 for a total of ninety-seven vintages of the highest quality.
Six of these vintages are rare Imperials representing the years: 1959, 1982, 1986, 1996, 2000 and 2003; all have been rated a perfect 100 points. Additionally, there are six pre-1900 vintages of verified provenance dating back to 1873.
Housed in a custom crafted cabinet, handmade by Viscount David Linley of Linley bespoke furniture London, the Ultimate Château Lafite-Rothschild Collection is artistry contained within artistry.
Commissioned by The Antique Wine Company as a distinctive and exclusive storage unit, this special cabinet constructed with exotic wood inlays and detailed filigree patterns recreates the Lafite-Rothschild label against a pattern of grapevine and leaves inset on the cabinet’s top.
Designed expressly for storing wine, the cabinet contains four temperature and humidity controlled storage chambers that keep the precious vintages safe, stable and under optimal conditions.
The wine cabinet stands more than four feet tall, is greater than ten feet wide and is more than two and half feet deep.
In vino veritas. The Ultimate Château Lafite-Rothschild Collection … tradition, mastery and deep and abiding truth.

Fonte: Ceo Collective