Archive

Archive for June 17, 2011

BMW M5, prestigiosa auto sportiva

This slideshow requires JavaScript.

La prestigiosa casa automobilistica BMW presenta ufficialmente la nuova e tanto attesa BMW M5, anticipata in molti particolari dalla BMW Concept M5, presentata qualche mese fa al salone dell’automobile di Shangai.
Questa nuova sportiva mostrerà subito la sua innata sportività grazie al possente propulsore V8 da 4,4 litri TwinPower Turbo con 560 cavalli, che gli assicurerà una ripresa da 0 a 100 km/h in soli 4,4 secondi con una velocità massima autolimitata di 250 km/h.
Il tutto sarà abbinato al preciso cambio a doppia frizione M-DCT 7 rapporti con paddles al volante, che gli permetterà un controllo ed una programmazione paragonabile alle sportive da pista.
Molte personalizzazioni anche per quanto riguarda l’assetto, grazie soprattutto ai molti controlli elettronici presenti; i cerchi saranno da 19 pollici con pneumatici 265/40 nell’anteriore e 295/40 nel posteriore, per una guidabilità senza compromessi.
Gli interni, invece, saranno molto simili ai modelli di vecchia generazione, da cui cambieranno soltanto piccole rifiniture e l’aggiunta di nuovi comfort e sistemi multimediali che tenderanno ad aumentare notevolmente l’abitabilità.
Per altre informazioni su questa nuova opera automobilistica, basta visitare il sito bmw.it

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Trinity di Cartier, portachiavi elegante in oro giallo e rosa

Un elegante portachiavi della maison Cartier con finiture in oro giallo e rosa. Si tratta di un pezzo della collezione Trinity de Cartier, realizzato a partire da una base in acciaio inossidabile, composta dall’unione di 3 corpi circolari, con al centro l’incisione del logo che rappresenta la prestigiosa maison Cartier.
Il portachiavi Trinity de Cartier è lungo 80 mm e largo 34 mm e, come prima citato, si presenta con finiture in oro rosa e giallo, raffigurando così l’effetto “tre ori” tipico della collezione Trinity de Cartier.
E possibile acquistare il portachiavi Trinity de Cartier, in una boutique autorizzata, al prezzo di 300 euro.

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Man, Lux-Woman Tags:

Ferrari, scacchiera di lusso in fibra di carbonio

Per tutti gli appassionati del cavallino rampante, ecco arrivare una nuova opera ispirata dal design e dai materiali delle automobili Ferrari.
Stiamo parlando della nuova scacchiera di lusso in vendita sul Ferrari Store online; un raffinato set da gioco per scacchi e dama, interamente rivestito da fibra di carbonio e arricchito da una cornice in smalto rosso con sopra il celebre logo della scuderia; le pedine sono in fibra di vetro, così da assicurare la massima resistenza.
La scacchiera in questione, completa di tutti gli accessori, è realizzata a mano dai talentuosi artigiani di casa Ferrari ed è attualmente in vendita sul Ferrari Store online al prezzo di 1.450 euro.
Per altre informazioni e per l’acquisto, basta visitare il sito store.ferrari.com

Fonte: GoLook.it

Categories: Collectibles Tags:

“Magnum Marine Rendez Vous 2011”, 45° anniversario Magnum Marine tra Ischia e Capri

This slideshow requires JavaScript.

MAGNUM RENDEZ VOUS 2011 — 45° anniversario MAGNUM MARINE TRA ISCHIA E CAPRI insieme agli armatori del Mediterraneo

Sponsor evento Sartoria KITON
Si è concluso domenica 5 giugno il “Magnum Marine Rendez Vous 2011” – il grande raduno europeo di armatori Magnum organizzato in occasione dei 45 anni del cantiere di Miami. Ben 20 gli yacht intervenuti, dai piccoli e velocissimi Magnum 27 passando da vari 53 e 63 fino al potentissimo ed imponente Magnum 80. Gli armatori più appassionati hanno potuto persino “sfidarsi” in una prova rally da Capri ad Ischia…oltre al relax un pizzico di adrenalina in tipico stile Magnum. Un evento che ha celebrato anche il Mediterraneo: le acque ideali per questi open che da sempre coniugano il grande lusso, la sicurezza e la comodità a prestazioni mozzafiato.

Lo splendido scenario delle isole di Ischia e Capri, perle dell’arcipelago Campano. Sono state lo sfondo ideale per festeggiare i tanti successi di un cantiere che rappresenta l’icona della nautica da diporto dall’anima più sportiva e corsaiola. Un cantiere fondato a Miami nel 1966 dal compianto e leggendario Don Aronow, dal 1976 è stato acquisito dalla famiglia Theodoli che ancora oggi ne mantiene la proprietà.

Magnum Marine ancora campione del Mondo con Giancarlo Cangiano

L’evento è stato fortemente voluta da Katrin Theodoli – Presidente e proprietaria del cantiere – che ha individuato in Giancarlo Cangiano, 2 volte campione mondiale di motonautica P1, armatore di ben due Magnum, e nella sua struttura OSG Racing, il partner organizzativo ideale per questo evento esclusivo.

Una 3 giorni per vivere la passione Magnum Marine 

Il programma ha previsto un tour itinerante presso i luoghi più incantevoli di Ischia e Capri. I trasferimenti sono stati certamente il momento più spettacolare ed adrenalinico con l’incredibile colpo d’occhio della flotta di 20 scafi Magnum unita in navigazione. L’evento ha ricevuto il prestigioso patrocinio della UIM, la Federazione Mondiale Motonautica, grazie hai successi iridati ottenuti da Magnum Marine e per ciò che ha rappresentato nella storia della motonautica internazionale.

Luoghi da sogno per barche da sogno

Fantastiche location per i tanti happening previsti: Marina Cala degli Aragonesi di Ischia è la base dell’evento a cui si aggiunge Marina Piccola a Capri. Location che sono state anche il background della produzione di foto e video esclusivi. Materiali che certamente entrano di diritto nella storia di questo cantiere e che saranno raccolti nell’ “45 years Anniversary Book” prossimo all’uscita. Una tre giorni durante la quale l’aspetto culinario ha giocato – come prevedibile – un fattore fondamentale. Sabato 4 giugno, la flotta si è potuta ormeggiare sotto i Faraglioni di Capri per gustare uno spettacolare ed inusuale “brunch on board coi sapori del Mediterraneo” a Capri curato dello chef Domenico del ristorante Torre Saracena. Di grande scenografia la cena di gala tenuta presso la Club House del marina Cala degli Aragonesi, a base di tutte le prelibatezze napoletane più amate.

Magnum, un’icona del nostro tempo insieme ad alcuni simboli dell’Italia nel mondo 

Possedere un Magnum non è solo poter godere di una della barche più apprezzate e conosciute al mondo ma anche motivo di orgoglio e soprattutto saper di far parte di una ristretta elite di armatori.

Categories: Lux-News Tags: , , ,

Zoom Zoom Zoom, yacht di lusso dai cantieri navali Trinity

This slideshow requires JavaScript.

Zoom Zoom Zoom è il nome del curioso yacht di lusso, costruito nel 2005 dai cantieri navali Trinity, che attualmente si trova nelle Antille Olandesi.
Il meraviglioso yacht si presenta con una lunghezza di 49 metri ed una larghezza 8,5 metri, sostenuta interamente da una robusta struttura in alluminio.
Una volta all’interno, si viene accolti da un grande salone, collegato alla zona pranzo, che dà accesso a tutte le cabine.
Per ciò che concerne gli arredamenti, lo sguardo viene subito attratto dai legni di grande pregio che, insieme ai pellami di qualità in color crema, riesce a creare delle atmosfere classiche e raffinate.
Zoom Zoom Zoom è spinto da 2 motori Caterpillar da 3386 cavalli ciascuno, che riescono a garantire una velocità massima di 25 nodi ed una velocità di crociera di 20 nodi.
Lo yacht è in vendita sul sito jameslist.com al prezzo di circa 25 milioni di dollari.

Fonte: GoLook.it

Categories: Veiculi Tags:

Luciano Barachini, sandali e cavallucci marini di cristallo

This slideshow requires JavaScript.

Si tratta proprio dei famosi sandali Barachini con il cavalluccio marino, purtroppo nelle foto non si notano i riflessi di luce emessi dai cristalli, sono davvero molto brillanti, bellissimi.

Il tacco è decisamente comodo, ancora non li ho indossati per una giornata intera ma so che non mi daranno problemi; hanno anche un leggero platform, dettaglio che li rende perfetti anche per le spose che non vogliono rinunciare ad un bel sandalo pur non essendo delle amanti del del tacco a stiletto.

Ho apprezzato molto il giro di cinturini che abbracciano il tallone per chiudersi  sulla caviglia, lo trovo molto femminile, ma ovviamente ho apprezzato ancora di più il brillante regalo: altro che anelli e diamanti, io voglio solo tante scarpe da sogno!

Fonte: Shoeplay

Categories: Life-Woman Tags:

Parrot AR.Drone Challenges, confrontarsi con i migliori

AR.Drone Challenges: Confrontati con i migliori!

Los Angeles, E3 Expo, 7 giugno, 2011 – Le “AR.Drone Challenges” sono composte da 3 sfide dedicate ai piloti di AR.Drone nel contesto di una competizione internazionale* che avrà luogo il 24 giugno e che terminerà il 14 agosto 2011.

Dopo essersi registrati sul sito www.ardrone.com, i partecipanti verranno invitati a scontrarsi nel corso di “video-competizioni” che Parrot avrà postato a intervalli sul sito. I piloti dovranno quindi riprodurre le 3 sfide, filmare i propri exploit e postare i video su un sito o una piattaforma di condivisione a loro scelta prima del 14 agosto 2011.

Dopo il 14 agosto, la giuria di Parrot decreterà i 14 finalisti che parteciperanno alla finale organizzata il 1° ottobre a Parigi.

Calendario 2011

  • 24 giugno: prima sfida
  • 8 luglio: seconda sfida
  • 22 luglio: terza sfida
  • 14 agosto: termine della competizione
  • 26 agosto: annuncio dei 14 finalisti
  • 1 ottobre: finale a Parigi

*La gara è aperta esclusivamente ai maggiori di 18 anni. Il regolamento è disponibile su www.ardrone.com

Per maggiori informazioni, visita il sito www.parrot.com

Categories: Life-News Tags:

Carlo Philip Arthur George Mountbatten-Windsor, principe di Galles

Carlo, principe di Galles, al secolo Charles Philip Arthur George Mountbatten-Windsor (Londra, 14 novembre 1948), è il figlio maggiore della regina Elisabetta II e del principe Filippo, duca di Edimburgo.

Detiene il titolo di principe di Galles dal 1958, e il suo titolo completo è Sua Altezza Reale il Principe del Galles, eccetto in Scozia dove è conosciuto come Sua Altezza Reale il principe Carlo, duca di Rothesay. Il titolo Duca di Cornovaglia è spesso utilizzato dal principe nelle relazioni con la Cornovaglia. Ricopre il grado militare di Contrammiraglio della Marina Reale Britannica e, a titolo onorifico, quello di Maggiore Generale della Household Brigade.

Carlo è erede al trono di sedici stati sovrani: il Regno Unito e quindici ex membri dell’Impero britannico, conosciuti con il nome di Commonwealth. La successione alla madre con il titolo di Capo del Commonwealth non sarà comunque automatica. Se Carlo salirà al trono, sarà il primo monarca britannico a discendere dalla regina Vittoria attraverso due linee di successione: da parte di madre, attraverso Edoardo VII, Giorgio VII e Giorgio VI, e inoltre da parte di padre attraverso la nonna, principessa Alice di Battenberg, nipote della regina Vittoria.

Il Principe di Galles è noto per le sue opere di beneficenza. Carlo ha anche una fitta agenda di doveri reali, e inoltre sta assumendo sempre più impegni in luogo degli anziani genitori. Il principe è anche noto per i matrimoni con la defunta principessa Diana e con Camilla, duchessa di Cornovaglia.

Infanzia e gioventù

Il principe Carlo nacque a Buckingham Palace il 14 novembre 1948 e fu battezzato con il nome di Charles Philip Arthur George. Quando sua madre l’odierna regina del Regno Unito Elisabetta II ascese al trono nel 1952, Carlo divenne automaticamente principe ereditario e Duca di Cornovaglia come stabilì un decreto di re Edoardo III del 1337. Il principe fu creato principe di Galles e conte di Chester il 26 luglio 1958. Sebbene l’investitura di un principe di Galles sia un evento che si svolge solo in presenza del parlamento, e non tutti i principi ereditari inglesi si attennero a questa tradizione, la celebrazione dell’investitura del principe Carlo divenne un evento mediatico e un affare di Stato. L’avvenimento ebbe luogo in Galles nel castello di Caernarfon il 1º luglio 1969.

Educazione

Carlo ha portato avanti i suoi studi nella scuola Gordonstoun in Scozia e successivamente al Trinity College di Cambridge. Con il fine di imparare il  gallese, Carlo l’ha studiato al Galles College di Aberystwyth. Egli è il primo principe nato in Inghilterra che si è impegnato seriamente per imparare il gallese (anche se ormai poco usato).

Nel 1958 ha ricevuto il titolo di principe del Galles.

Primo matrimonio

Il 29 luglio 1981 si è sposato nella cattedrale di San Paolo di Londra con Lady Diana Spencer, una giovane maestra d’asilo figlia del conte Spencer. Lady Diana apparteneva ad una ricca ed antica famiglia inglese e la sua bisnonna materna, Lady Ruth Fermoy fu una dama di compagnia ed amica intima della Regina Madre.

Durante il matrimonio, la nuova principessa del Galles si trasformò in una vera stella mediatica, seguita dai giornali e imitata da molte donne per il suo stile ricco di classe e eleganza.

Il 9 dicembre 1992 il matrimonio volse al termine, con un annuncio di separazione ufficiale dell’allora Primo Ministro John Major alla Camera dei Comuni, e terminò con il divorzio il 28 agosto 1996. Pur avendo ottenuto il divorzio, Diana non rinunciò a vivere a Kensington Palace e continuò a svolgere opere pubbliche di carità. La coppia ha avuto due figli: William (21 giugno 1982) e Henry (15 settembre 1984).

Il 31 agosto 1997 Diana morì in un incidente automobilistico a Parigi. Il ruolo di padre solitario ha donato popolarità al principe Carlo, popolarità che aveva perso all’inizio degli anni novanta in seguito alla crisi matrimoniale.

Secondo matrimonio

La relazione del principe Carlo con Camilla Parker-Bowles è iniziata molti anni fa ed è continuata anche durante il matrimonio tra Carlo e Diana. Dopo la morte di Diana, Camilla è diventata la compagna non ufficiale di Carlo in molte apparizioni pubbliche. Questa circostanza ha generato numerose polemiche sulla possibilità di un matrimonio fra l’erede al trono e una donna con la quale ha mantenuto una relazione mentre entrambi erano sposati. Con il passare del tempo sia l’opinione pubblica che la Chiesa si sono convinti che il matrimonio potesse essere celebrato.

Il 9 aprile 2005, Carlo si è unito in nozze con Camilla in seguito ad una cerimonia civile celebrata nel palazzo comunale della cittadina inglese di Windsor. Il matrimonio, previsto per il giorno 8, è stato spostato di un giorno a causa dei funerali di papa Giovanni Paolo II. Il principe Carlo è il primo membro della casa reale britannica che ha contratto un matrimonio civile. Con il matrimonio Camilla ha ricevuto il titolo di Duchessa di Cornovaglia, se e quando Carlo diventerà re ella riceverà il titolo di Sua Altezza Reale la Principessa Consorte.

Titoli

Carlo ha inoltre i titoli di Principe di Galles, Principe di Scozia, Duca di Cornovaglia, Duca di Rothesay, Conte di Carrick, Conte di Chester, Barone di Renfrew e Signore delle Isole.

Secondo fonti vicine al principe, egli, se e quando ascenderà al trono, non avrebbe intenzione di regnare con il nome di Carlo (III), preferendogli invece Giorgio (VII). In ambiente reale il nome Carlo è considerato sfortunato: Carlo I Stuart fu l’unico sovrano britannico giustiziato, e suo figlio Carlo II visse in esilio. Il nome Giorgio è invece un omaggio al nonno Giorgio VI, che fu assai popolare nel paese. La questione del nome, comunque, non è stata discussa ufficialmente.

Fonte: Wikipedia

Castello di Petrata, dimora di charme in Umbria

June 17, 2011 1 comment

This slideshow requires JavaScript.

Un’antica fortezza trecentesca con vista panoramica su Assisi e sulla verde vallata vicina. È il Castello di Petrata, una country house in Umbria ristrutturata in tempi recenti e arredata con eleganza. Ad abbracciare la dimora di charme c’è un parco di 20 ettari: tra la primavera e l’estate questo spazio diventa un tripudio di colori e di fragranze di erbe aromatiche, fiori di lavanda e piante secolari. Angoli romantici nascosti dai frutteti, dietro a piccoli boschi e uliveti sono rifugi deliziosi per chi cerca il relax nella natura. Nella stagione calda, è bello sdraiarsi sotto il sole, nel solarium in erba naturale e pavimentazione in cotto accanto alla piscina, il tutto affacciato su Assisi e su questo incredibile spicchio d’Umbria. Nessun suono disturba la quiete della campagna, eccetto il fruscio dolce del vento che dondola le fronde degli alberi.

In questa oasi di verde e pace, il Castello di Petrata accoglie i suoi ospiti con un’ospitalità di alta classe: 2 Suite, 5 Junior Suite e 16 Camere Standard, ognuna diversa dall’altra, tutte arredate con preziosi mobili d’epoca in caldo legno naturale e tessuti preziosi, le testate dei letti in ferro battuto, travi e capriate in legno e pietra a vista. Ogni sistemazione offre una vista incredibile sulla campagna umbra; da alcune, si può ammirare il panorama su Assisi e sulla vallata umbra; da altre, la vista arriva fino a Perugia e al Parco del Monte Subasio. La sapiente ristrutturazione del castello ha saputo conservare intatto ogni elemento architettonico originale, tutti integrati alla perfezione con ogni possibile comfort e nuova tecnologia. Alcune unità abitative sono consigliate per le vacanze in famiglia con bambini, grazie ai loro ampi spazi e alle due zone letto con altrettanti bagni.

Il Castello di Petrata è una meta ricercata per le sue proposte wellness. Il centro benessere della country house ha sauna, bagno turco, sala relax, kneipp e percorsi emozionali. Di particolare impatto suggestivo il percorso kneipp, con ciottoli di fiume nelle due vasche, effetti di luce e ombre. I percorsi e i trattamenti benessere risvegliano i sensi, a cominciare dall’olfatto, grazie alle magiche virtù delle essenze disciolte nell’acqua della jacuzzi, nel vapore dell’hammam, nel cestello della sauna e ai profumi della zona relax. L’udito beneficia delle note soavi della musica diffusa in ogni ambiente, mentre la vista sarà appagata dalla proiezioni di immagini speciali e dai trattamenti cromoterapici. In ogni momento, potrete scegliere fra un’ampia gamma di massaggi e trattamenti per riconciliare la vostra mente con i ritmi lenti della campagna: lo stress sarà subito un ricordo remoto.

Dopo il relax per il corpo e la mente, è bene concedere qualcosa anche alla gola. Lo chef del ristorante ospitato all’interno della country house prepara ogni giorno paste fresche, sughi e condimenti realizzati dopo un’attenta scelta e lavorazione dei migliori ingredienti del territorio. Una cantina di selezionate etichette umbre e nazionali, prelibati antipasti, salumi e formaggi di Norcia, tagliatelle, ravioli e gnocchi fatti in casa, carni cotte alla griglia o nel forno a legna sono solo alcune delle proposte della cucina, ogni giorno arricchita da pietanze vegetariane, per chi non vuole rinunciare ad una dieta sana ed equilibrata anche in vacanza. Pranzi e cene si gustano in un ambiente dal fascino rustico, ingentilito da lievi tocchi di eleganza, che non guastano mai: travi in legno a vista, pavimenti in cotto, graziosi tavoli rotondi per romantiche cene a lume di candela. In estate è possibile pranzare e cenare all’aperto, di fronte al panorama offerto dalla Basilica di San Francesco e dalla campagna umbra, mentre il sole tramonta regalando note di uniche di colore.

La country house, grazie alla sua straordinaria location, si rivela particolarmente adatta per ricevimenti di matrimonio – curati da un wedding planner – feste e meeting di lavoro: il lavoro attento e l’esperienza dello staff garantiscono sempre la perfetta riuscita di ogni evento.

Casa giapponese dallo studio giapponese Yamamori

This slideshow requires JavaScript.

Gli edifici spesso nascono dalle caratteristiche del lotto dove sorgeranno, la casa di cui parlo oggi segue questo principio generatore.Infatti la vista sul mare ha condizionato le aperture che permettono una vista diretta sull’acqua; mentre l’altro fronte, che si affaccia sulle abitazioni limitrofe, si chiude a proteggere gli spazi interni e a rimarcare la privacy dell’abitazione.Per essere una casa giapponese le aperture sull’esterno sono molto accentuate, ma questo avviene solo grazie al giardino di pertinenza che permette di evitare un’introspezione diretta sugli ambienti interni.Questi ultimi sono trattati, dallo studio giapponese Yamamori, in maniera molto lineare e semplice dove solo i dislivelli segnano il cambio di funzione.

Fonte: Linea Di Sezione

Categories: Domus Architecture Tags: