Archive

Archive for January 23, 2012

Perrier-Jouët Blason Rosé, romanticismo allo stato puro per San Valentino

January 23, 2012 Leave a comment

SAN VALENTINO
Rendere contemporanea una tradizione, regalare una porzione di sogno, suscitare una gioia senza repliche.
Agli amori appena sbocciati, a tutti coloro capaci di instillare una goccia di eternità nella quotidianità, ecco un dono d’amore che inebria i sensi, originale e tailor made.
Perrier-Jouët Blason Rosé, definita recentemente dall’enologo Tom Stevenson “pura gioia”, è uno champagne legato in modo indissolubile al concetto di amore e passione: la storia della Maison è innanzitutto il frutto dell’unione tra Pierre Nicolas Perrier e Rose Adélaide Jouët.
Romanticismo allo stato puro: gli innamorati potranno scegliere di accompagnarla con un bouquet su misura.
Si sa che le forme mutanti del desiderio raccontano storie personali e suggeriscono poetiche diverse. Si sa che ogni coppia ha il suo fiore, ogni istante il suo simbolo: la passione delle rose rosse, la felicità ritrovata dei mughetti, la potenza afrodisiaca delle orchidee, il candore dei gigli.
Per San Valentino la Maison Perrier-Jouët propone Blason Rosé disponibile in abbinamento ad un mazzo di fiori sulla piattaforma e-commerce di Interflora.
Blason Rosé Perrier-Jouët Vino vellutato e sensuale di un rosa delicato con leggeri riflessi più intensi. Il perlage è vivo e generoso di grande persistenza. Il bouquet potente e fruttato con leggere note di violetta e petali di rosa.
In bocca si traduce in una sensazione ampia e generosa con eleganti aromi di lampone e fragola di bosco candita. Il finale è fresco e agrumato.
Composizione:
Chardonnay 25%
Pinot Noir 50%
Pinot Meunier 25%
La temperatura ideale è compresa fra 9° e 11°.
Prezzo consigliato al pubblico euro 55.
http://www.perrier-jouet.com

Dakhla, il deserto a fior d’acqua

January 23, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

All’estremità del Reame, a 30 km appena dal Tropico del Cancro (come l’Havana e le Hawai), a due passi dalla frontiera mauritana, coabitano due immensità che sembrano agli opposti ma che si amalgamano e si nutrono l’una dell’altra. Due mondi che si dividono nomadi e marinai, due orizzonti separati da un appendice di roccie e di sabbia. La penisola di Dakhla, territorio in parte vergine dalla bellezza fragile, è all’alba di un abbellimento turistico annunciato, nella sua baia paradisiaca là dove le sabbie sahariane incontrano l’Oceano Atlantico. Da queste nozze memorabili è sorto un luogo di stupefacente bellezza e diversità dove regna sia in estate che in inverno un clima unico e raro.  Resoconto di un viaggio.
Sulla punta meridionale della baia del Rio de Oro si stacca la silhouette dell’antica città di Villa Cisneros, fondata nel 1884. Oggi la capitale amministrativa ed economica della Regione Oued Eddahab – Lagouira non è più un posto di frontiera avanzato del Maghreb, scalo certificato di malfattori e gente di sporco commercio, in transito verso l’Africa subsahariana. Dopo la fine del Protettorato spagnolo nel 1976, Rabat ha largamente investito in questa terra sahraoui. La stabilità politica, i vantaggi fiscali, le Società e le infrastrutture moderne, hanno attirato investitori, popolazioni di pescatori, di nomadi, di contadini, di “immigrati” arrivati qui dal nord, sviluppando intense attività come il nuovo porto di pesca commerciale, attività legate al turismo e servizi. In pochi anni la piccola città orizzontale e bianca, dalle stradine piene di sabbia,è mutata, indossando l’abito della festa. Se dei quartieri interi, una corniche pedonale e delle grandi piazze hanno visto la luce, lo charme di certe strade spagnoleggianti  dimora indisturbato e magico, da sempre. Al crepuscolo la città si anima di gente festante, che tira tardi nella magica notte dei suoi quartieri by night affacciati sulla laguna. Il successo di questa Regione e di questa città è  imperativamente dovuto e composto da un ecosistema di una ricchezza e di uno splendore rari, che abbina il piacere dell’acqua ad un entroterra scenografico fatto di dune aride e superbe. Se la baia di Dakhla, che beneficia di condizioni climatiche ottime, con temperature che variano tra i 15 e i 25° durante tutto l’anno, puo’ promettere meraviglie ai suoi visitatori è per via del suo santuario ecologico classificato con diversi titoli: Zona umida d’importanza mondiale (Ramsar), Zona importante per la conservazione degli uccelli migratori (Zico), Sito di interesse biologico ed ecologico (Sibe). Una fauna e una avifauna eccezionale composta di aquile reali, falchi, anatre, iene striate, gazzelle, fennec, fenicotteri rosa, cormorani, per un totale di oltre 600.000 uccelli che ogni anno fanno scalo durante le loro lunghe migrazioni,  a cui si aggiungono delfini, balene, tartarughe marine, granchi violinisti, e una delle ultime colonie al mondo della foca monaca, che ha trovato rifugio nelle grotte a sud della penisola. Un miracolo di vita, in barba alla pressione demografica, che concilia gli appettiti dei promotori immobiliari, lo sviluppo economico, il progresso sociale, la crescita costante del turismo e il rispetto per l’ambiente.
Dakhla è situata sulla stessa latitudine delle Hawai ed è considerata dagli specialisti il secondo spot al mondo per la pratica degli sport d’acqua. Con un litorale immacolato, venti costanti dai 20 ai 35 nodi, un mare piatto e calmo sulla baia, la perla del Grande Sud è un terreno di gioco per il surf, il kitesurf, il windsurf, sports in voga che ogni anno danno luogo ad una prestigiosa competizione internazionale. Un sito ideale per gli amanti del bird-watching, dei mammiferi marini, della pesca sportiva. Senza dimenticare che come Casablanca, Agadir, Tarfaya o Novadhibou, l’antica Villa Cisneros fu negli anni ’20 una delle tappe mitiche dei pionieri dell’Aéropostal: piloti eroici che consegnavano i corrieri, mettendo a repentaglio la propria vita, da Tolosa a S.Louis del Senegal, sino all’America Latina. Se i SuperPuma hanno oggi sostituito le antiche Latécoère, gli splendori che Mermoz, Saint-Exupéry o Guillaumet hanno ammirato dai loro aerei sono rimasti quasi intatti.
Info pratiche: Dakhla è collegata via aerea con Casablanca (3 voli settimanali). In auto da Marrakech calcolate circa 10 ore di tragitto. http://www.royalairmaroc.com
Dove dormire: Hôtel Bab Al Bahar (Best Western) a partire da 100 euro a notte la camera doppia – 00212 528931440 – 00212 528931440 http://www.bab-al-bahar.com
Hôtel Riad Calipau Sahara a partire da 180 euro la doppia – Suite Royale con piscina privata di acqua di mare a 400 euro la notte – 00212 528898886 – 00212 528898886 http://www.calipau-sahara.com
A 30 km dal centro città Dakhla Attitude, 25 tende e 52 bungalow immersi nella natura. Prezzi a partire da 245 Euro alla settimana http://www.dakhla-attitude.com
Dove mangiare: Villa Dakhla – Una parigina del quartiere di Montparnasse, innamorata di queste terre ha aperto questo ristorante, unico per la sua nouvelle cusine con prodotti locali. Parmientier di cammello, millefoglie di orata con pomodorini ciliegia e basilico e le famose ostriche di Dakhla (6 per 5 euro).
La Maison du Thé – Locale lounge per degustare oltre 200 tipi di thé o mangiare in un locale assolutamente chic. Menù alla carta a partire da 200 dh.

Fonte: My Amazighen

Categories: MondoViaggi Tags:

Tresor L’Absolu Desir, l’essenza del desiderio da Lancôme

January 23, 2012 Leave a comment

Per la prima volta nella mia vita credo di aver detto tutto ciò che volevo scrivere nel post nel titolo: non voglio banalizzare la nuova fragranza di Lancome, che trovo molto calda e sensuale, ma questo è il classico caso in cui l’unica cosa da fare è spegnere il computer e andare in profumeria, per provare sulla pelle questa nuova versione di uno dei profumi più amati del mondo, Tresor. A scaldare l’essenza sono gli estratti di rosa, gelsomino, cedro e vaniglia, che fissano la fragranza sulla pelle, garantendo un’intensità crescente degli ingredienti che la compongono. Molto bella la bottiglia gioiello, ancora più incantevole l’immagine. In vendita in un unico formato da 45 ml, Tresor L’Absolu Desir costa circa 80 Euro.

Fonte: The Beauty Side Of Life

Categories: Cosmesi Tags:

David Beckham, in vendita la Rolls Royce Phantom Drophead Coupé del calciatore

January 23, 2012 Leave a comment

Dopo essere stata ritirata dal venditore stesso, torna di nuovo in vendita la rara Rolls Royce Phantom Drophead Coupè del calciatore David Beckham.
Questa notizia ha subito attirato l’attenzione dei collezionisti e degli appassionati più facoltosi, che vedono con questa vendita la possibilità di accaparrarsi un’opera automobilistica di grande valore appartenuta perlopiù ad un personaggio famoso.
L’auto si presenta con un look totalmente annerito e, dunque, con un aspetto poco elegante per gli amanti delle lussuose berline inglesi; fatto sta, che la sua personalizzazione potrebbe valere oro per i collezionisti, visto il calibro del personaggio a cui è intestata.
Ricordiamo che David Beckham, insieme a sua moglie, è un grande appassionato di auto sportive e di lusso, tanto che il suo garage è in continuo aggiornamento e, molti degli esemplari che lui non gradisce più dopo un certo periodo di tempo, finiscono spesso sul mercato per essere venduti ad una cifra sempre superiore a quella pagata per l’acquisto.

Fonte: GoLook.it

Categories: Behaviour Tags: ,

Roberto Coin, gioielli di lusso per celebrare l’anno del Drago

January 23, 2012 Leave a comment

Un successo davvero inaspettato per i nuovi gioielli di Roberto Coin presentati per celebrare l’anno del Drago.
Per la tanto aspettata festività, molto sentita nel grande paese asiatico, la celebre maison Roberto Coin ha messo in campo tutta la sua professionalità e raffinatezza, mostrando al pubblico una sua nuova linea di gioielli, composta da anelli e bracciali in oro rosa, giallo e diamanti.
Dieci in totale i pezzi disponibili, destinati solo alla vendita in Cina. Fatto sta, però, che dopo la prima settimana, il primo blocco di produzione è già sold out e, dunque, la maison sta pensando ad esportare questa nuova linea anche negli altri mercati, aumentando la tiratura dei pezzi.
Per altre informazioni, basta visitare il sito robertocoin.com

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Woman Tags:

Acqua di Parma, arte delle candele – parte 2

January 23, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Acqua di Parma, arte delle candele: le candele Cubo
Primo colaggio. La precisione dei gesti
La composizione fluida di cera, profumo e colore viene versata nello stampo in metallo preriscaldato. Tutti gli stampi sono realizzati in esclusiva per Acqua di Parma. Una speciale mascherina in plexiglass viene fissata con delle viti allo stampo: appositamente sagomata, imprime sulla superficie della cera il marchio Acqua di Parma e lo scudetto regio che appariranno poi, a lavoro finito, come sobrio decoro delle candele Cubo.
Secondo colaggio. La ricerca della perfezione
La miscela colata nello stampo viene lasciata raffreddare per 12 ore. Si procede quindi con un secondo colaggio di miscela, in modo da eliminare ogni eventuale disomogeneità della cera.
Rifinitura. L’attenzione ai dettagli
Una volta verificato che la cera si è completamente solidificata, si estrae la candela dallo stampo. Gesti attenti e delicati e mani rivestite da guanti per non compromettere la perfezione delle superfici sono gli elementi chiave in una fase che è cruciale per la riuscita del risultato finale. È infatti il momento della rifinitura, eseguita con sottili taglierini per rimuovere le ultime imperfezioni. Indispensabile, infine, la lucidatura manuale dell’intera candela con un panno asciutto. In questo modo la cera risulterà così levigata, omogenea e lucida da potercisi specchiare.

Categories: Art de Vivre Tags:

Nike+ FuelBand, bracciale elettronico per iPhone Apple

January 23, 2012 Leave a comment

Il colosso delle scarpe sportive Nike ha lanciato un nuovo accessorio per iPhone, dedicato a tutti coloro che praticano attività sportiva, dal nome Nike+ FuelBand.
L’accessorio si presenta come un braccialetto elettronico, in grado di monitorare passi, tempo e calorie durante gli allenamenti.
Il display presente sul braccialetto è caratterizzato da 20 LED, che passano da rossi a verdi quando si è raggiunto l’obbiettivo impostato.
Il sistema che permette il funzionamento del braccialetto è composto da un accelerometro a tre assi, che rileva e registra i movimenti, e da un connettore USB nascosto, che serve a sincronizzare i dati raccolti con il PC e magari organizzarli e salvarli.
La caratteristica più importante del Nike+ FuelBand, ovvero quella per cui è stato presentato, è la possibilità di comunicare con l’iPhone attraverso la connessione Bluetooth, per organizzare e impostare allenamenti o controllare la riproduzione musicale in tempo reale direttamente dal bracciale.
Nike+ FuelBand non è ancora disponibile in Italia, ma per chi volesse acquistarlo, può farlo sul Nike Store online americano al prezzo di 149 dollari.

Fonte: GoLook-Technology.it

Categories: Tech-News Tags: ,

Roberto Cavalli, nuova linea di orologi in collaborazione con Franck Muller

January 23, 2012 Leave a comment

Roberto Cavalli e Franck Muller, danno vita ad una nuova collezione di orologi adatta ad attirare l’attenzione degli appassionati più esigenti.
La casa d’alta orologeria svizzera Franck Muller, fornirà a Roberto Cavalli l’intero orologio con meccanismo di alta qualità e precisione, mentre quest’ultimo darà un tocco di eleganza al tutto, inserendo il proprio logo, impreziosendo la cassa e aggiungendo il cinturino.
I modelli di orologi saranno disponibili all’acquisto nelle boutique dei due brand con prezzi che da 1.250 a 6.000 euro.
La prima collezione sarà presentata nell’autunno del 2012.

Fonte: GoLook.it