Archive

Archive for January 18, 2012

Stefania Maria Elisabetta Grimaldi

January 18, 2012 Leave a comment

Stefania di Monaco, nome completo Stefania Maria Elisabetta Grimaldi (Monaco, 1º febbraio 1965), è la terza figlia della principessa Grace e del principe Ranieri III di Monaco e sorella di Carolina e del principe Alberto.
Biografia
Nel 1982 ebbe delle gravi ferite, sopravvivendo all’incidente d’auto dove trovò la morte sua madre. Molto presto delle voci infondate si divulgarono sulla stampa scandalistica accusando la giovane Stéphanie di avere provocato l’incidente essendo stata lei al volante.
Ha seguito un corso di stilista d’abbigliamento ed ha creato una propria linea di costumi da bagno “Pool Position”, dove non ha esitato lei stessa a presentare i modelli sfilando. Oltre ai costumi, creò un profumo.
Nel 1986 apre a Monaco un café-bar e un negozio di abbigliamento specializzato in jeans, di cui ancora oggi si occupa personalmente.
Nel 1986 diviene cantante seguendo l’onda della musica dance anni ottanta con il successo a 45 giri Ouragan (successo destinato ad un’altra cantante francese, Jeanne Mas, che rifiutò). Il disco resterà circa quattro mesi nelle classifiche delle radio e giornali di cui per dieci settimane alla posizione numero uno. Particolare successo ebbe il video clip della canzone, girato sull’isola diMauritius dove tra l’altro per degli istanti Stéphanie è a bordo di una Rolls Royce presa dalla collezione privata delle auto d’epoca di suo padre Ranieri III di Monaco.
Successivamente usciranno sul mercato discografico altre sue canzoni, ma con un successo più moderato. Nel 1991 partecipa alle prime parole del brano In the Closet tratto dall’album Dangerous di Michael Jackson, mentre nello stesso momento esce un suo nuovo singolo Wind of Chance che le permetterà di rinnovare il suo successo.
La principessa è presidentessa del Centro della Gioventù Monegasca (Centre de la Jeunesse de Monaco) e del Centro d’Attività Principessa Stefania (Centre d’Activités Princesse Stéphanie): quest’ultimo centro si occupa di assistenza a persone handicappate, specie bambini.
La Principessa Stefania dal 2004 è anche presidentessa dell’associazione “Fight Aids Monaco” per informare, prevenire e sostenere la lotta contro l’Aids. È a profitto di questa associazione che la principessa Stefania torna a cantare partecipando nell’agosto 2006 al successo L’Or de nos vies del Gruppo Kyo e firmando altre partecipazioni con altri 15 cantanti francesi come Amel Bent, Bénabar, Corbeille, Emma Daumas, Jenifer. “Noi possiamo aiutare le persone con una presenza, una canzone”, dichiarò questo alla stampa e sul suo sito web.
Dopo la morte di suo padre nel 2005, diviene la presidentessa del Festival internazionale del Circo di Monte Carlo, creato da suo padre.
Suo fratello (S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco) l’ha decorata nel 2005 Comandante dell’Ordine di San Carlo (Ordre de Saint-Carles), la più alta onorificenza monegasca, per il suo impegno vicino i malati di AIDS.
Nell’ottobre 2006 è stata nominata rappresentante speciale dell’ONUSIDA (UNAIDS) per un periodo di due anni, criticando la posizione della Chiesa cattolica al riguardo della lotta contro l’AIDS che predica la castità, vietando l’uso dei preservativi.
Nel marzo 2008, la principessa Stefania ha organizzato un gala di beneficenza a profitto di “Fight Aids Monaco” al Grimaldi Forum (Monaco) in presenza del principe Alberto II, dell’Orchestra filarmonica di Monte Carlo, e dei cantanti: Patrick Bruel, Jane Birkin, Jenifer David Halliday (figlio di Sylvie Vartan e Johnny Hallyday), Laam, Alizée, Elie Sémoun e Maurane, partecipando anche ad uno spettacolo messo in scena da Kamel Ouali (autore delle canzoni di Serge Gainsbourg).
La principessa Stefania è madrina di suo nipote Andrea Casiraghi (nato nel 1984), figlio di sua sorella maggiore la principessa Carolina di Monaco e del defunto Stefano Casiraghi.
Matrimonio e figli
Si sposa con rito civile a Monaco il 1º luglio 1995 con Daniel Ducruet da cui divorzia il 4 ottobre 1996. La coppia ha avuto due figli, Louis e Pauline.
Avrà anche un’altra figlia, fuori dal matrimonio, il 15 luglio 1998 sempre presso l’ospedale monegasco, con il nome di Camille Gottlieb. Riconoscerà il padre come Jean Raymond Gottlieb, ex sua guardia del corpo. La bambina fu battezzata il 5 aprile 1999 a Monaco, in presenza dei genitori e dell’intera famiglia dei Principi di Monaco.
Si sposerà successivamente il 12 settembre 2003 in Svizzera con Adans Lopez Peres, un artista di circo portoghese da cui divorzierà il 24 novembre 2004.
Tuttavia questo ultimo matrimonio le diede molta soddisfazione nella sua attività come presidentessa del circo Internazionale di Monte Carlo, oltre ad aver sviluppato una specie di “Tour” di spettacoli per la Francia sviluppando molteplici scuole di circo destinate ai bambini futuri talenti. Lei stessa per questa iniziativa conquistò numerosi articoli sui media in quanto fu denominata “la Principessa in roulotte” – seguendo il tour degli spettacoli con il suo proprio maxi “mobil home” viaggiante.
Ordine di successione al trono monegasco
La principessa Stefania, oggi, è quinta nell’ordine di successione alla corona di Monaco. Avrebbe perduto ogni diritto senza la riforma del 2002 della Costituzione di Monaco del 1962: tale riforma, voluta dal principe Ranieri III di Monaco qualche anno prima della morte, apre la successione ai fratelli/sorelle del principe sovrano (in caso di morte) ma anche ai discendenti legittimi di questi ultimi anni. Quindi, Louis e Pauline Ducruet sono della dinastia (sesto e settima in ordine di successione) perché legittimi dal matrimonio. Questo non potrà verificarsi invece per la sorellastra Camille.

Fonte: Wikipedia

Arty Ring, anello in edizione limitata per San Valentino da Yves Saint Laurent

January 18, 2012 Leave a comment

Ormai manca poco alla festività più romantica dell’anno e le maison di lusso non possono fare altro che affrettarsi a presentare al pubblico le loro proposte in merito.
Stavolta, infatti, è la volta della prestigiosa maison Yves Saint Laurent, che in occasione del San Valentino ha presentato un nuovo anello in edizione limitata: l’Arty Ring.
Si tratta di un pezzo di alta gioielleria destinato a divenire il desiderio delle più esigenti, grazie soprattutto all’eleganza e alla qualità espressa attraverso il suo design.
L’anello Arty Ring si presenta su un corpo interamente in metallo con effetto oro giallo, su cui è montato un cabochon di colore fucsia; sul retro è incisa la scritta “Love”.
Come già anticipato, l’anello in questione è in edizione limitata; sarà disponibile nelle migliori gioiellerie dal 25 gennaio e sarà tenuto in commercio fino alla fine del mese di febbraio.

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Woman Tags:

Giorgio Armani, ‘non finanziere ma imprenditore’…

January 18, 2012 Leave a comment

Giorgio Armani si sente ”non finanziere ma imprenditore”, a capo di un gruppo che ”nel 2011 ha avuto una crescita a due cifre”. Ed e’ convinto che i francesi continueranno a comprare aziende in Italia: ”I francesi si sono dati molto da fare e, secondo me, non e’ ancora finita. Sono molto agguerriti nel catturare pero’ strutture gia’ esistenti e di valore, non sono certo dei talent scout. E andranno ancora a pescare altre realta”’ ha detto Armani dopo la sua sfilata a Milano.

Fonte: Ansa

Categories: Lux-News Tags:

Barilla, vittoria strategia marketing pubblicitario contro Plasmon

January 18, 2012 Leave a comment

Secondo il tribunale di Milano strategia di marketing illecita, denigratoria e ingannevole.
La Barilla ha vinto un nuovo round nello scontro con la Plasmon a suon di pubblicità. Il tribunale di Milano ha confermato il provvedimento d’urgenza pronunciato il 3 dicembre che ha giudicato illecita la pubblicità comparativa di Plasmon nei confronti di Barilla, perché raffronta prodotti tra di loro non omogenei, oltre che denigratoria e ingannevole. Lo comunica una nota del gruppo Barilla che “esprime la propria soddisfazione per questa ordinanza che conferma la correttezza del suo modo di operare e ripristina la verità sui fatti”. Il provvedimento è comunque reclamabile. La pubblicità della Plasmon, che comparava i propri prodotti per l’infanzia con alcune marche del Mulino Bianco, era comparsa sui giornali a fine novembre.

Fonte: TMNews

Categories: Life-News Tags: , ,

Port Tarraco, nuova soluzione per megayacht nel Mediterraneo

January 18, 2012 Leave a comment


Port Tarraco una nuova soluzione per megayacht nel Mediterraneo 
Port Tarraco  è uno dei porti turistici del Mediterraneo più belli e soprattutto con acque profonde. La marina ha effettuato opere di ristrutturazione per poter accogliere un maggior numero di grandi superyacht, yacht e gigayachts. Port Tarraco offre ora un totale di 64 posti barca per imbarcazioni tra i 30 ei 160 metri. Port Tarraco è stato recentemente acquistato dalla società di investimento immobiliare Qatari Diar (Qatar real estate investment company QATARI DIAR), che controlla anche il Marina Barcelona.  
Port Tarraco è una gemma nascosta nel Mediterraneo, che si trova alle porte della bellissima e storica città di Tarragona, in Spagna ‘Golden Coast’. Questo marina dà la possibilità di esplorare la ricca cultura locale catalana, circa 95 km a sud di Barcellona, Port Tarraco è uno dei pochi porti turistici esistenti nel suo genere nel Mediterraneo occidentale di offrire ormeggio in acque profonde per i grandi, sofisticati super, mega e giga yacht.
Questo cosa vuol dire per il diportista italiano andare in Spagna? Vuol dire che i porti del Mediterraneo si stanno attrezzando per accogliere grandi yacht che non potranno stazionare nei porti italiani purtroppo colpiti dalla tassa di stazionamento.
Port Tarraco Marina in dettaglio: 

  • 64 posti barca dai 30 ai 160 metri di LOA
  • 9 metri di profondità 
  • Totale superficie del bacino 150,000 m2
  • 140 metri di waiting dock 
  • Oltre 1.250 amp power outlets
  • Acqua e carburante
  • Internet e satellite TV 
  • CCTV e servizio sorveglianza 24h
  • Concierge service
  • Ship chandler

Negozi ed uffici con spazi disponibili (6 nuove costruzioni, con circa 11.430 m2 a disposizione) 
http://www.porttarraco.com

Giorgio Armani, francesi compreranno ancora aziende italiane

January 18, 2012 Leave a comment

Si attendono sempre le esternazioni di Giorgio Armani, alla fine della sfilata. E anche questa volta arrivano puntuali. Tocca ai francesi che, senza dubbio, “compreranno ancora aziende italiane”.
“I francesi si sono dati molto da fare e, secondo me, non e’ancora finita. Sono molto agguerriti nel catturare pero’strutture gia’ esistenti e di valore, non sono certo dei talent scout. E andranno ancora a pescare altre realta”. Come non essere d’accordo con lui? Tanto per ricordare Ppr di Pinault ha aggiunto Brioni, aveva gia’ Gucci e Bottega Veneta, cosi’ come Lvmh di Arnault e’ a capo di Bulgari oltre che di Fendi e Pucci.
Armani non ha mai pensato ad acquisizioni eccellenti? “Io sono sul mercato con tanti di quei marchi che mi basta. Faccio fatturati molto impegnativi e ho gia’ tanto da fare. La differenza e’ tra essere finanziere o imprenditore. Non credo che Pinault sia così implicato nel condurre l’azienda come lo sono io”.
Ma la presenza dei francesi è una minaccia o un’ opportunità? “Beh, se venissero a offrirmi centinaia di miliardi, magari sarebbe un’opportunità!”.
Di crescita, Armani, ha già parlato durante l incontro dopo la sfilata Emporio: doppia cifra. Nulla da dire, quindi, sulla crisi? “C’è un clima di grande preoccupazione ma se dovessi tener conto solo di questo, la mattina svegliandomi mi girerei dall’altra parte e poi andrei a contare i miei soldini. Ma essere imprenditore e’ un’altra cosa.
L’imprenditore è quella persona da cui dipendono dei sì e dei no che talvolta sono pesanti. In un momento di crisi, investire sembra un controsenso e invece non lo e’. Apriamo altri negozi in Cina, e lo facciamo sul serio.
C’e’ tanto ancora da fare, anche la messa a punto di realta’ che erano adeguate 10-15 anni fa e che ora vanno riviste. Se continuiamo con il piede giusto, va bene: e’rischioso invece – ha concluso – fare cose che funzionano solo per un paio di giorni sui giornali”.
Armani parla ma protagonista di questa ultima giornata di moda maschile è stata la sua collezione. Pantaloni con quattro pinces (“vanno bene anche su un uomo non alto”) e, anche se non è giovane “li può indossare con t-shirt nera e giacca da smoking purchè opaca, corta e a corpo”. Tessuti classici ok  “basta che vengano trattati con ironia, ingrandendoli”.  Poi il cappotto doppiopetto ma di maglia, la giacca sta chiusa fino ll’ultimo bottone. Re Giorgio ha definito “un po’ austroungarica” la sua collezione ( ha rivelato di avere avi austriaci) e
vagamente “dolomitica”, per certe sfumature azzurrate da ghiacciaio.

Fonte: Corriere Della Sera

Categories: Life-News Tags:

Ferrari 458 Spider, in arrivo il configuratore online

January 18, 2012 Leave a comment

Da pochi giorni è disponibile online, sul sito ufficiale del Cavallino Rampante, il nuovo configuratore dell’ultima arrivata Ferrari 458 Spider.
L’auto, di cui abbiamo parlato poco tempo fa, pesa solo 50 chili in più rispetto alla versione coupè ed è dotata di un potente V8 da 4,5 litri in grado di erogare la potenza massima di 570 cavalli, con una coppia di 540 Nm. Lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in soli 3,5 secondi, mentre la velocità massima è di 319 km/h.
Nulla da dire su questo nuovo gioiello automobilistico che, si sa, è destinata a rappresentare un sogno per molti ed una realtà per pochi fortunati. Fatto sta, che con il nuovo configuratore online, tutti potranno personalizzare, almeno virtualmente, la propria Ferrari 458 Spider.

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Visions Tags:

Gallo, limited edition per San Valentino 2012

January 18, 2012 Leave a comment

Cupido arriva in punta di piedi. E conquista le gambe.
Da Gallo la nuova calza lei&lui, per giurarsi eterno amore, in morbido cotone rosa acceso per lei e blu navy per lui, con cuori rosso fuoco lungo tutta la gamba e bordi a contrasto.

Fonte: BlogModa

Categories: Life-Man, Life-Woman Tags:

Contour+: action cam professionale antagonista della GoPro

January 18, 2012 Leave a comment

Tutti conosciamo la GoPro, l’action cam più venduta e più popolare, recentemente giunta alla sua seconda versione, la GoPro Hero2, che ne migliora la risoluzione ed altre piccole caratteristiche. GoPro però è probabilmente diventata la più venduta per la massiccia campagna pubblicitaria, esistono infatti tantissimi altri modelli di action cam, e tra le migliori alternative alla GoPro c’è sicuramente la Contour.
Situazione delle action cam
Dal momento che il sottoscritto ama sciare, non solo in pista, è sott’inteso che abbia bisogno di una action cam. E quale geek come io sono, amo provare le più svariate action cam. Ne ho provate parecchie, alla recente fiera Skipass di Modena ho scoperto che esistono veramente molte marche di action cam, ma poche veramente valide. L’ultima che sembra esser riuscita ad acquistare delle fette di mercato sembra sia la Midland. In ogni caso, dal momento che per ora non esiste ancora una valida action cam sotto i 200 euro, le marche più valide e vendute sono due: GoPro e Contour. Entrambe producono le migliori action cam del momento ai prezzi più accessibili. Se dovete acquistarne una dunque state su Contour e GoPro e non sbagliate.
La Contour è una marca praticamente a pari livello della GoPro, a parte qualche differenza alla fine si equivalgono. Magari la GoPro è leggermente migliore come qualità ma la Contour ha una forma certamente più vantaggiosa e piccola. Vi sono tre differenti modelli di Contour:
Contour ROAM: ultimo uscito, è impermeabile e registra video in HD. Una buona via di mezzo e non costa molto.
Contour GPS: il modello peggiore della Contour, qualità modesta e ottima soluzione economica, circa 150€.
Contour+: il modello più completo della Contour, non è però impermeabile.

Alberto Ziveri

Fonte: Skimbu

Categories: Tech-News Tags: ,