Archive

Archive for January 28, 2012

Rihanna, ritratto di Marilyn Monroe con cristalli Swarovski da Claire Milner

January 28, 2012 Leave a comment

L’artista Claire Milner, su commissione della cantante Rihanna, ha creato un grande ritratto di Marilyn Monroe con cristalli Swarovski che cambia colore a secondo del grado di luce.
L’opera ha una forma quadrata con lato da 1,5 metri e vanta della presenza di 65.000 cristalli Swarovski, tutti incastonati a mano dalla talentuosa artista.
Il ritratto è costato ben 4 mesi di lavoro a Claire Milner e sarà appeso nella villa di Rihanna a Los Angeles. Non è stato ancora rivelato quanto sia costato tutto questo alla star, ma dai numeri elencati sopra si possono immaginare cifre da capogiro.
Rihanna ha dichiarato che Marilyn è da sempre il suo idolo, ed è per questo che la sua figura deve essere messa bene in vista nella sua casa.

Fonte: GoLook.it

G-Shock Phone, nuovo smartphone da Casio

January 28, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Per tutti coloro che desiderano o hanno l’esigenza di possedere uno smartphone “resistente agli urti”, Casio ha presentato il nuovo G-Shock Phone.
Il design di questo nuovo dispositivo è ispirato alle linee degli orologi prodotti dalla celebre casa giapponese, mentre le sue caratteristiche sono a dir poco notevoli.
Il nuovo G-Shock Phone, infatti, è dotato di una scocca con viti a vista e spessa diversi millimetri, così da poter resistere agli urti, alla pressione e al contatto con i liquidi.
Non ci sono ancora altre informazioni a riguardo, ma dalle prime voci trapelate, sembra che il device sia dotato proprio di tutto quelli che gli serve per essere considerato uno smartphone di fascia alta; dalla porta USB allo slot di espansione con microSD, fino ad arrivare alla fotocamera con flash a LED e zoom digitale.
Ancora nessuna notizia per quando riguarda il prezzo e la disponibilità sul mercato.

Fonte: GoLook-Technology.it

Categories: High Tech, Tech-News Tags:

Kalika, décelleté blu elettrico di Sergio Rossi

January 28, 2012 Leave a comment

E lo fa in grande stile, mostrando pochi pezzi al giorno, iniziando dalle scarpe iconiche della maison: i modelli eterni, quelli che da anni hanno successo e che vengono riproposti in ogni collezione, rivestiti di innovazione e tradizione. Uno di questo è Kalika, una decolletè a punta tonda con tacco a spillo di 10,5 cm.
Per la primavera 2012 Kalika si è vestita di pelle metallizzata bluette: un colore che da qualche anno si è imposto su abiti e accessori, molto particolare ma altrettanto facile da gestire. Personalmente credo che un paio di scarpe così sia fondamentale nelle nostre scarpiere, in nero, per iniziare, anche se ammetto che non mi dispiacerebbe una versione più colorata e particolare.

Fonte: Shoeplay

Categories: Life-Woman Tags:

Gucci, special edition collection per San Valentino 2012

January 28, 2012 Leave a comment

Frida Giannini, direttore creativo del marchio Gucci, per il San Valentino 2012 ha deciso di offrire agli uomini tante idee regalo per deliziare la propria amata con classe ed eleganza.
Per la festa degli innamorati, in tutte le boutique Gucci sarà presente una nuova linea di accessori dedicati, tra cui borse, portafogli, cinture, portachiavi, braccialetti e tanto altro ancora.
Dall’11 al 14 febbraio, inoltre, nei negozi del marchio di Roma e Milano, sarà presente un maestro artigiano fiorentino che, a richiesta, personalizzerà gli acquisti con la tecnica dell’embossing, mentre un esperto calligrafo preparerà la lettera di accompagnamento.
La collezione in questione, come si puoi intuire dal titolo dell’articolo, prende il nome di Special Edition Collection di Gucci per San Valentino ed ogni pezzo che ne fa parte, è visionabile solo e soltanto all’interno delle boutique Gucci.

Fonte: GoLook.it

Sandisk 128GB Extreme, migliore scheda SD

January 28, 2012 Leave a comment

L’universo dello storage è in continua e soprattutto velocissima evoluzione, tanto che ogni anno lo spazio di archiviazione dei supporti risulta a dir poco raddoppiato.
Al CES 2012, ha fatto la sua comparsa la nuova Sandisk 128GB Extreme, presentata dal colosso delle memorie come la migliore scheda SD di sempre.
Questo nuovo supporto, infatti, è in grado di ricevere e trasferire file ad una velocità di 45 MB/s. La sua capacità di memoria, poi, la rende tra le più capienti della sua categoria, con 128 GB disponibili che permettono, all’interno di una fotocamera, di registrare fino a 10 ore di video Full HD 3D senza interruzione. Questa nuova SD card, inoltre, è dotata di un sistema in grado di prevenire la perdita dei dati, con un software basato sul recupero dei file persi o cancellati incluso nella dotazione.
La nuova Sandisk 128GB Extreme, sarà presto in vendita al prezzo di 399 dollari e sarà destinata a diventare un nuovo standard per i fotografi professionisti.

Fonte: GoLook-Technology.it

Categories: High Tech Tags:

Frontiere del fashion web, chiavette USB super lusso

January 28, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Le stravaganze della moda sono fortunatamente all’ordine del giorno. Mancava ancora di realizzare degli oggetti di odierno uso comune in versione lusso-fashion. Ecco qui che i primi oggetti sono saltati fuori sul mercato e si tratta della prima collana con chiave USB e un paio di gemelli da camicia con la medesima funzione. Il tutto naturalmente, assemblato con materiali come acciaio, oro, platino, diamanti, ed altro ancora. I gemelli da camicia in questione, contenenti chiavi USB sono realizzati in argento ed hanno un costo che si aggira intorno ai 250 dollari statunitensi e permettono di connettersi ad internet oltre che a consentire la condivisione di dati con qualunque o quasi, dispositivo elettronico come tablet, smartphone e personal computer e compatibili con qualunque dispositivo USB e Wireless. Per le signore invece è stata realizzata una vera e propria collana in acciaio inossidabile, tempestata di pietre preziose, con una chiave USB integrata che ha una capacità di contenimento dati fino ad un massimo di 4 giga. Le dimensioni di tali dispositivi sono ridotte e i prezzi variano da un minimo di 29 dollari. Le open drive sono dotate di flash di memoria fino a 4 giga, USB 2.0, coperchio di protezione e compatibilità con il sistema operativo di Windows 2000, XP, Windows Vista e MAC OS 9+.

Antonio Trapani

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Lux-Visions Tags: , ,

New York Times, condizioni di lavoro disumane nel mondo tecnologico in Cina

January 28, 2012 Leave a comment

Un’indagine del New York Times sulle condizioni lavorative in Cina fa luce sul lato oscuro del mondo tecnologico, entrando nelle catene di montaggio che alimentano l’enorme successo e business di aziende come Apple e tante altre. Orari estenuanti, sicurezza spesso inesistente, esposizione a sostanze tossiche e pericolose. Nei casi estremi persino la morte.
Dopo avere spiegato come la Cina sia riuscita a sottrarre milioni di posti di lavoro al mondo occidentale, il New York Times è tornato sull’argomento per far luce, questa volta, non tante sulle strategie produttive ma sulle implicazioni che queste hanno sui lavoratori: il cosiddetto costo umano.
L’indagine si concentra in maniera particolare sulle condizioni di lavoro degli operai della Foxconn, uno dei fornitori di Apple, ma anche altre aziende cinesi che assemblano prodotti per tutti i più importanti brand tecnologici di tutto il mondo.
La casa di Cupertino spiega al giornale di monitorare le condizioni di lavoro in Cina, con lo scopo di migliorare il sistema, ma le relazioni in essere non incentivano la soluzione. Quando Apple cerca un nuovo fornitore, l’azienda non chiede mai il prezzo di servizi o di componenti, ma piuttosto quali siano i costi della manodopera, di sfruttamento della strumentazione e dei materiali. Soltanto dopo aver conosciuto questi parametri Apple presenta un’offerta il cui margine è solitamente ridottissimo.
Le aziende tendono a non rifiutare, per via degli enormi volumi di fatturato garantiti da Apple. Assicurata la commessa, però, sono costrette a trovare soluzioni per soddisfare le richieste dell’azienda, cercando nel prezzo pagato il margine di profitto, cosa che si traduce inevitabilmente in un ‘costo umano’, dato che Apple impone materiali, design e standard qualitativi.
Persino la segretezza sulla linea di produzione della casa di Cupertino costituisce una barriera per il miglioramento delle condizioni di lavoro. Non conoscendo i fornitori, è difficile capire quali siano le condizioni di lavoro dei loro dipendenti.
Alcuni ex dirigenti di Foxconn e Apple ritengono che le aziende potrebbero risolvere velocemente la situazione. La casa californiana potrebbe interrompere i rapporti d’affare con le società che non rispettano la legge e gli standard minimi richiesti. Tale politica si scontra però con l’onerosità in termini di tempo e denaro per la ricerca di altri fornitori. Nel mondo non esiste una vera alternativa a Foxconn per volumi di produzione elevati.
Apple è solo l’esempio più eclatante ma non è l’unica società ad utilizzare fornitori cinesi: Dell, HP, Lenovo, IBM, Motorola, Nokia, Sony, Toshiba, Nintendo, Amazon, Nokia, Samsung e tanti altri si annoverano nella lista nera. La situazione è nota a tutti ma, per il momento, la soluzione non è nelle priorità di committenti e produttori. L’attenzione del mondo intero, infatti, è concentrata sull’ultimo gadget e sulle migliori prestazioni.
Il sistema attuale di produzione è interamente teso alla riduzione dei costi, a produrre un maggior numero di unità prive di difetti e a consegnare il massimo numero possibile di pezzi. I salari bassi e le condizioni di lavoro in Cina generano sdegno, quando si verificano gli incidenti, per poi essere dimenticati subito dopo.

Fonte: PCTuner

Linda Susan Boreman, in arte Linda Lovelace

January 28, 2012 Leave a comment

Linda Lovelace, pseudonimo di Linda Susan Boreman (New York, 10 gennaio 1949 – Denver, 22 aprile 2002), è stata un’attrice pornografica statunitense.
Divenne una delle più famose attrici nel cinema pornografico, recitando come protagonista nel primo film a luci rosse legale della storia, Gola Profonda. Al termine della sua carriera, però, si schierò pubblicamente a fianco delle femministe contro il mercato della pornografia.
Biografia
Linda Susan Boreman nacque il 10 gennaio 1949, nel quartiere del Bronx di New York. Nel 1971 sposò Chuck Traynor, il quale la fece conoscere a Gerard Damiano. Fu quest’ultimo a volerla nel suo film Gola profonda, noto in Italia anche come La vera gola profonda (Deep Throat, 1972). Fu per interpretare questo film, e su consiglio di Damiano, che Linda acquisì il nome d’arte di Linda Lovelace.
Dopo Deep Throat, per il quale ricevette un compenso di 1.250 dollari, la Lovelace recitò in diverse altre produzioni hard, a partire dal sequel, diretto da Joseph W. Sarno, Deep Throat Part II (1974). Nello stesso anno Linda divorziò da Traynor, sposando Larry Marchiano, dal quale ebbe due figli: Dominic nel 1977 e Lindsay nel 1980.
Dopo pochi altri film pornografici, tra cui Deep Throat III, uscito nel 1989 solo in videocassetta, dove comparve non accreditata, la Lovelace fece scalpore rinnegando pubblicamente il genere e schierandosi con le femministe americane contro l’industria dell’hard. Nella sua autobiografia Ordeal dichiarò di essere stata costretta a girare film a luci rosse dal primo marito, descritto come un violento che la picchiava e non aveva esitato a puntarle addosso una pistola.
Nel 1996 divorziò anche dal secondo marito.
Linda Lovelace è morta il 22 aprile 2002 in un incidente d’auto a Denver, in Colorado.

Fonte: Wikipedia