Archive

Archive for April 18, 2011

Sessa Marine (parte II)

April 18, 2011 Leave a comment

Storia

Nata nel 1958 e presto evolutasi dallo stampaggio delle materie plastiche alle applicazioni della resina  poliestere rinforzata col vetro, Sessa Marine, forte della sua specifica competenza tecnica entra nel settore nautico nel 1968 come produttrice di imbarcazioni. La volontà di trasferire, in un settore fino ad allora artigianale, i concetti di gestione industriale la spingono verso la progettazione di imbarcazioni che  possano garantire i numeri per una produzione di serie. Grazie all’idea fortemente  innovativa di puntare su sistemi di distribuzione di tipo automobilistico con concessionari esclusivi, Sessa Marine si impone sul mercato nazionale  con le sue caratteristiche barche dal design ricercato e dai colori vivaci.

Nel 1988, con l’acquisizione di Fyberstamp, azienda bergamasca specializzata nella costruzione di scafi di grandi dimensioni per i maggiori players del settore, Sessa Marine inizia il percorso di crescita che la porterà ad  entrare progressivamente nel mercato delle imbarcazioni più prestigiose.

Lo stabilimento di Cividate al Piano, vicino a Bergamo, diventa il polo produttivo principale del gruppo e, con l’ingresso in azienda della terza generazione, a partire dai primi anni novanta,  Sessa Marine intraprende il percorso che l’ha portata, ad oltre 50 anni dalla sua nascita, ad essere protagonista nel proprio settore. Oggi, infatti, Sessa Marine, con circa cinquecento imbarcazioni prodotte all’anno è una delle realtà di maggior successo nel panorama nautico europeo .

Il cantiere si è inoltre strutturato per la realizzazione di yacht di grandi dimensioni in tutto il loro ciclo di produzione come ad esempio per la produzione dell’ammiraglia del cantiere, C68.

Dal 2005 l’azienda ha stabilito i propri uffici commerciali, marketing e finanziari nella prestigiosa sede direzionale di Vimercate (Milano)

A Roccelletta di Borgia, in provincia di Catanzaro, l’altra unità produttiva di Sessa Marine, gestita dalla Seal Marine, ha raddoppiato i suoi impianti operando ora su di un’area coperta di 5.000 mq.

A breve partiranno nuovi lavori di ampliamento della struttura produttiva di Catanzaro che prevede la realizzazione di un nuovo reparto di stampatura per la fibra di vetro di 2.500 mq e di 400 mq di uffici tecnici e logistici. Il nuovo impianto sarà dotato di una cabina di verniciatura pressurizzata  per la realizzazioni di barche in vernici metallizzate e di moderne tecnologie per lo stampaggio ad infusione e sotto vuoto.

Nel Maggio 2008 è stato inaugurato il Centro di sviluppo prodotto di Cortenuova, una unità indipendente di 1.500 mq di cui 240 mq di area ufficio, dedicata alla progettazione che raccoglie tutte le attività quali modelleria, carrozzeria e realizzazione di stampi e preserie.

Una family company con una struttura manageriale

Tuttora interamente controllata dalla famiglia Radice, Sessa Marine ha unito nella propria filosofia di gestione l’imprenditorialità tipica della Family company e la managerialità e l’attenzione agli aspetti gestionali proprie delle grandi imprese. La filosofia della Family company si rispecchia nella gestione etica di Sessa Marine,  nell’attenzione agli investimenti rivolti al futuro e nella formazione delle risorse umane. Più in generale, nell’entusiasmo con cui collaboratori diretti e partner sviluppano, producono e vendono ogni giorno un prodotto unico, riconoscibile per qualità, stile e design. Solidità, innovazione e continuità: questi i valori che hanno permeato le tre generazioni che si sono susseguite a capo dell’azienda con lo sguardo sempre rivolto all’eccellenza e alla sfida comune ai cantieri più prestigiosi del mondo.

Riorganizzazione Aziendale – Nuovo Organigramma management

Guidata per oltre 50 anni da Raffaella Radice, donna di grande carattere, che ha sicuramente contribuito a renderla una delle protagoniste del mercato nautico nazionale ed estero, Sessa Marine, vede oggi al suo interno una riorganizzazione aziendale che punta al miglioramento e alla crescita dell’azienda stessa.

Proprio in questo contesto, rimanendo comunque Presidente, Raffaella sarà affiancata dal primogenito MASSIMO RADICE, appena nominato Amministratore Delegato e da RICCARDO RADICE, nuovo Vice-Presidente. A 44 anni e dopo essere stato per molti anni direttore industriale di Sessa Marine, Massimo Radice avrà il compito di delineare e perseguire la visione strategica del gruppo per il futuro, al fine di assicurarne il continuo sviluppo ed  il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi finanziari. Il nuovo Vice Presidente, Riccardo Radice, continuerà a ricoprire il suo ruolo chiave di guida della direzione marketing, caratterizzando anche lo “stile prodotto”. Allo stesso tempo, guiderà l’espansione di Sessa Marine tanto in Europa, mercato dove il gruppo si è storicamente sviluppato, quanto nei nuovi mercati emergenti.

Managerializzazione come Chiave per il Futuro

Questo progetto di riorganizzazione aziendale ha inoltre portato Sessa Marine ad annunciare con orgoglio l’arrivo di Alfredo COFANO alla guida della direzione industriale. Per anni presso i prestigiosi cantieri RIVA, per cui ha anche sviluppato un performante sistema di industrializzazione, Alfredo COFANO può vantare una lunga esperienza in campo industriale a livello nazionale ed internazionale. La sua maturata competenza e il suo spiccato approccio organizzativo l’hanno reso il candidato ideale per guidare e favorire l’integrazione vincente del marchio SESSA nel panorama delle altre marche di yacht, processo già cominciato l’anno passato con il lancio dell’ammiraglia C68 e del primo Flying-Bridge. . L’arrivo di COFANO non fa altro che confermare la volontà di SESSA MARINE di proseguire la strategia di riorganizzazione aziendale intrapresa già due anni fa ed espressa attraverso l’integrazione di nuovi manager: Andrea LORO per anni direttore di Yamaha Motors Marine Italia, come Direttore Commerciale;  Sophie DUPUY, proveniente da un importante cantiere di yacht e super yacht francese, come Responsabile della Comunicazione;  Paolo MAGGIONI, come direttore Amministrativo e Finanziario, forte di una consolidata esperienza maturata presso società multinazionali operanti nel settore industriale e dei media.

Profili

Maria Raffaella Braga, Presidente Sessa Marine

Nata a Milano nel 1940, Raffaella cresce in un clima fortemente  dominato dal lavoro, dal senso del dovere, dalla passione imprenditoriale del padre fondatore della SACI , l’azienda di famiglia che opera nel settore dello stampaggio di materie plastiche e produce resine per vernici. Nel 1958, il padre fonda una nuova società, la Sessa per la produzione di manufatti in resina rinforzata col vetro. Raffaella si appassiona a questo nuovo progetto tanto da abbandonare l’università per partecipare allo start up di questa nuova realtà, e si trasferisce a Sessa Aurunca, dove acquisisce un’ esperienza unica sul campo nella gestione d’impresa. Rientrata dopo qualche anno a Milano e sposatasi con Roberto Radice,  Raffaella continua la sua attività in azienda fino a che, nel 1965, poco dopo la nascita del primogenito Massimo, la morte improvvisa del padre cambia la sua vita. A 25 anni, infatti, Raffaella è responsabile di due aziende con più di  500 dipendenti. Sono anni difficili che Raffaella e Roberto affrontano con coraggio e determinazione. Anni di scelte importanti come quella di entrare nel settore nautico, che cambierà la connotazione industriale della società. Presidente di Sessa Marine dal 17 gennaio 1966, col passare degli anni mantiene il suo ruolo collaborando attivamente col marito e poi con i tre figli, che progressivamente hanno fatto il loro ingresso in azienda.

Roma, giovedì 30 Ottobre 2008. Il Presidente di Sessa Marine Raffaella Braga Radice è stata nominata dal Presidente della Repubblica, Cavaliere del Lavoro. Tale riconoscimento premia il costante impegno di una vita di lavoro dedicato all’azienda di famiglia. Dietro questo riconoscimento ci sono cinquant’anni di duro lavoro, di emozioni e di successi, cinquant’anni di importante storia dell’industria nautica italiana, scritta a più mani dalla famiglia Braga Radice con una costante fondamentale, quella di ideare, progettare, realizzare imbarcazioni esclusive con un perfetto equilibrio tra design e tecnica, tra qualità e stile.

Massimo Radice  è il nuovo Amministratore Delegato

Nato nel 1965, laureato in economia aziendale all’Università Bocconi di Milano, Massimo Radice, entrato nell’azienda di famiglia nel 1990 con il ruolo di responsabile industriale e dello sviluppo prodotto, è attualmente Amministratore Delegato di Sessa Marine. Fortemente motivato e determinato a contribuire alla crescita dell’azienda, si è dedicato sia al settore produttivo, alla ricerca di un  costante  miglioramento della qualità e dell’efficienza, sia alla progettazione di nuovi prodotti, quale carta vincente in  un mercato sempre più competitivo e globale . Sposato con Kathia, è padre di Melissa, Rodolfo ed  Edoardo, promesse per la continuità di quarta generazione dell’azienda.

Riccardo Radice è il nuovo Vice – Presidente

Nato nel 1970, ha studiato architettura al Politecnico di Milano. Entrato in azienda dal 1997, si è dedicato al settore commerciale. In prima persona ha sviluppato  nuovi mercati  quali Spagna e Portogallo e negli ultimi anni  ha seguito l’ingresso di Sessa Marine nel mercato nordamericano con la  nuova società Sessa America inc., con sede in Florida, di cui è  Presidente. La sua visione dell’evoluzione del mercato nautico è stata la spinta determinante alla crescita dimensionale e qualitativa delle imbarcazioni Sessa. Attualmente Vice – Presidente di Sessa Marine, svolge anche la funzione di direttore marketing e partecipa a caratterizzare lo stile del prodotto.

Francesca Radice

Entrata in azienda a soli 20 anni, Francesca si è interessata delle funzioni commerciali e promozionali dell’azienda, iniziando il   percorso di qualificazione del marchio Sessa che oggi è sinonimo di stile e qualità.  Con l’arrivo del fratello Riccardo, a partire dal 1998  si è occupata esclusivamente di marketing. Dal 2003 mamma a tempo pieno di tre figli, Francesca si è ritirata dall’operatività in Sessa Marine; attualmente quale consigliere delegato svolge la funzione di rappresentante della società nelle associazioni di categoria, quali l’UCINA  di cui è Vicepresidente dal 2006.

Categories: Portraits Tags:

Clinique, Deep Comfort Hand and Cuticle Cream

Clinique propone Deep Comfort Hand and Cuticle Cream, una crema nutriente che idrata la pelle e migliora la condizione delle unghie e delle cuticole, ricco di ingredienti attivi, tra i quali il Burro di Murumuru, fondamentale per la ricostruzione della barriera protettiva d’idratazione della pelle.

by Marius Creati

Categories: Cosmesi Tags:

Paranga, come sfogliare un e-book

Uno dei problemi più rilevanti con gli e-book è sicuramente la differenza che sussiste fra un display e un supporto cartaceo reale. Per un gruppo di ricercatori dell’Università di Osaka un elemento fondamentale è l’assenza di un feedback tattile da parte dei dispositivi utilizzati nella lettura di e-book che rende più difficile l’interazione con gli stessi. A questo proposito hanno sviluppato Paranga, un dispositivo esterno (un rullo con applicati delle strisce di carta) in grado di restituire all’utente la sensazione della carta sfogliata sulle dita.

Visto così appare decisamente “rozzo” e certo non lo si può immaginare in questa forma (ma è solo un prototipo), però l’idea alla base a mio avviso esprime una necessità concreta da parte dell’utente, ovvero che ci sia un feedback non solo visivo e sonoro nell’interazione uomo-device ma anche feedback in grado di coinvolgere gli altri sensi (in questo caso il tatto). Come già dicevo in questo articolo a proposito degli ologrammi touch, la ricerca in tal senso è in continuo sviluppo, confermando la necessità umana di ritrovare i propri sensi nelle sempre più sofisticate esperienze audio-visive per arrivare a esperienze multisensoriali veramente complete.

Fonte: Noisymag

Categories: Tech-News Tags:

Hulger Plumen 001, lampadine contemporanee

This slideshow requires JavaScript.

I designer inglesi Hulger e Samuel Wilkinson hanno vinto il Brit Insurance Design of the Year Award per le loro lampadine, le Plumen001.
Queste lampadine rileggono un oggetto presente in ogni edificio in chiave ecosostenibile, infatti le Plumen001 rispetto alle lampadine ad incandescenza riducono i consumi dell’80% e durano fino ad otto volte più a lungo.
Inoltre le forme organiche del loro profilo riesce a convincere anche dal punto di vista estetico, lato sotto il quale le comuni lampadine a basso consumo peccano e non poco.
Certamente la forma delle vecchie lampadine ad incandescenza mantiene un suo fascino, ma queste varianti attuali permettono un buon connubio tra bellezza e risparmio.

Fonte: Linea Di Sezione

Categories: Domus Arredi Tags: ,

Manuel Aires Mateus, casa minimalista a Leiria

This slideshow requires JavaScript.

Minimalismo, è sicuramente la parola d’ordine di questa architettura e del suo autore, Manuel Aires Mateus; se le immagini non vi convincono, vi invito ad andare sul suo sito e allora non potrete che essere d’accordo con me.
Questa residenza è stata realizzata a Leiria, in Portogallo; la casa è semplicemente divisa in una zona privata, con camere da letto e servizi, e una zona pubblica che si articola principalmente nel soggiorno. La parte privata si affaccia su una corte interna, per garantire la luce ed una atmosfera intima e riservata. La casa ha in totale tre corti, due delle quali si ricollegano al giardino, le sezioni seguenti servono a capire meglio come si sviluppino i volumi dell’edificio.
L’immagine esterna risulta pulita grazie alle poche e grandi aperture presenti; questa sensazione di pulizia e minimalismo si ritrova anche all’interno, dove il bianco è sempre il colore predominante abbinato ad un parquet naturale a terra, gli infissi ridotti al minimo come spessore e al massimo come luce, favoriscono ulteriormente la bellezza del risultato finale.
Da sottolineare anche le fotografie, realizzate Fernando Guerra, dove la luce calda delle corti le esalta, utilizzando un gioco di contrasti con il bianco assoluto esterno. Sempre questa differenza di toni garantisce una sensazione di intimità fondamentale in una residenza.

Fonte: Linea Di Sezione

Sixinch Dual Cut, arredo versatile in blocco

This slideshow requires JavaScript.

Dual Cut Foam Block è un blocco rettangolare tagliato a da due L che si incontrano e lo rendono trasformabile a secondo delle esigenze.
Disegnato da Kitmen Keung, presenta tre possibilità di utilizzo, come chaise lounge, come poltrona più tavolo da fumo e come mobile; Dual Cut è disponibile in due colori (grigio chiaro e grigio scuro) ed è pensato per essere utilizzato anche negli ambienti esterni.

Fonte: Linea Di Sezione

Categories: Domus Arredi Tags: ,

Bulgari, anello Serpenti in oro e diamanti

E così, dopo aver parlato pochi giorni fa dell’affascinante bracciale Serpenti di Bulgari, eccovi un anello appartente alla stessa linea di gioielli.
L’anello in questione si presenta con lo stesso design del bracciale. La differenza è che, sull’anello, il pavè di diamanti è presente solo sulla “testa del serpente”, così da offrire un aspetto lo stesso brillante ma molto più sofisticato.
La sua base è in oro rosa 18 carati ed il tutto, così come il bracciale, è stato lavorato a mano a partire dalla lavorazione dell’oro fino a giungere alla raffinata incastonatura dei diamanti.
La referenza dell’anello Serpenti di Bulgari è AN855318.
Per altre informazioni basta visitare il sito bulgari.com

Fonte: GoLook.it

Categories: Lux-Woman Tags:

Superman da Action Comics, il fumetto più costoso del mondo

Si tratta di uno dei pochi esemplari del primo albo stampato da Action Comics nel 1938, quando ci fu l’esordio di Superman.
Il fumetto in questione fu rubato nel 2002 dalla casa di Los Angeles della celebre star di Hollywood Nicholas Cage. La buona notizia, però, è che in questi giorni Cage è stato contattato dalla polizia per il ritrovamento di questo raro esemplare da collezione.
Il fumetto in questione, infatti, venduto all’epoca per 10 centesimi, è ora divenuto il fumetto più costoso del mondo, con un valore che supera gli 1,5 milioni di dollari.
L’attore, dopo essere stato contattato per il ritrovamento, ha persino parlato di “provvidenza divina”, ricordando la sua sfrenata passione per i fumetti ed in generale per il collezionismo.
E’ da ricordare, inoltre, che Nicholas Cage ha già messo all’asta, nel 2002, una sua collezione unica di fumetti di circa 400 pezzi, dalla quale è riuscito a ricavare 1,6 milioni di dollari.

Fonte: GoLook.it

Kingdom Tower, torre prestigiosa in Arabia Saudita

Per ora è solo un progetto, ma presto, secondo le previsioni, sorgerà a Gedda, in Arabia Saudita: stiamo parlando della nuova Kingdom Tower.
Kingdom Tower è una torre “di lusso” con oltre 275 piani ed un’altezza complessiva di 1,6 chilometri. Il progetto della stessa è stato finanziato interamente dalla famiglia reale saudita, che per la sua costruzione ha impiegato circa 13,4 miliardi di euro.
La torre, progettata con l’intento di divenire “la torre più alta del mondo” farà da edificio primario in un parco dove vivranno circa 80.000 persone, così da sembrare una vera e propria cittadina a parte.
Questo nuovo progetto, inoltre, mette ancor di più in mostra le doti architettoniche tenute dal Medio Oriente che, in questi casi, sa sempre come stupire il mondo intero.
Per altre informazioni sulla costruzione e sulla struttura, basta visitare la pagina del progetto attualmente pubblicata su Wikipedia.

Fonte: GoLook.it

Choc Chic, Multi Spot

Choc Chic realizza Multi Spot, scarpa e borsetta rigorosamente di cioccolato al latte con svariati pois di color arancio verde e rosa, mentre sulla borsetta una chiusura di cioccolato al limone…

 

by Emilio Di Iorio
Categories: Gusto, Lux-Specialities Tags: